Serial Cleaners – Recensione

da | 14/11/22 10:13

Siete a pronti a ripulire le peggiori scene del crimine in modo Pulp? Ecco a voi la recensione di Serial Cleaners su Nintendo Switch.

Serial Cleaners vi fará vivere le esperienze di una banda di quattro pulitori capeggiati da Bob, il protagonista del primo capitolo prequel indiretto di questo nuovo capitolo. In questa nuova avventura il nostro Bob é affiancato da Hal, Viper e Lati, meglio conosciuti come lo psicopatico, l’hacker e la giovane ragazza. Nel gioco dunque rivivremo varie situazioni che hanno affrontato i nostri protagonisti e che li hanno portati a fare questo particolare mestiere. Viaggeremo tra gli anni ’70,’80 e ’90 per scoprire la vera storia che lega questa banda di pulitori delle scene del crimine.

Mr. Wolf sei tu?

Giocando a Serial Cleaners si notano fin da subito i chiari segni che rimandano al cinema cult degli anni ’90. A partire dai personaggi stessi fino ad arrivare ai colori passando per le musiche e gli ambienti, che contraddistinguevano i film action di quel periodo cinematografico. Il copione delle missioni che affronteremo é piú o meno sempre lo stesso, una volta scelto il personaggio da interpetare verremo subito catapultati nel suo ricordo. Di base ci ritroveremo sulla scena di un crimine appena avvenuto e noi saremo lí per eliminare ogni singola prova, traccia di sangue e cadavere presente sul luogo. Naturalmente, non sará cosí semplice ripulire tutto quanto vista la presenza continuae di poliziotti, guardie di sicurezza e investigatori. Inoltre, dovremo stare attenti anche a non dare nell’occhio mentre eseguiamo le nostre azioni per evitare che i passanti si allarmino e chiamino la polizia.

Quindi il gioco é basato fortemente sulla componente stealth, nei primi capitoli sembra veramente tosta rimane nell’ombra ripulendo tutta la scena e senza farsi beccare dai poliziotti. Ma con il passare del tempo ci accorgeremo che una volta imparati i movimenti delle varie guardie, sará un gioco da ragazzi sbarazzarci di tutte le prove e i cadaveri. Infatti, i nostri “nemici” non sono cosí particolarmente svegli, quando si accorgeranno che qualcosa é stato spostato o fatto sparire dalla scena inizieranno a cercarci. Dopo solo pochi secondi di ricerca smetteranno per ritornare ai loro movimenti di default. Allo stesso modo, se verremo visti da una o piú guardie basterá uscire dal loro campo visivo per smettere di essere inseguiti da loro.

Relax e pulizie

Serial Cleaners é il tipico gioco da fare in totale relax, peculiaritá che si sposa perfettamente con la portabilitá di Nintendo Switch. Punto forte del gioco é sicuramente la storia dei nostri personaggi, ognuno di loro é ben caratterizzato e con le loro storie impariamo a conoscerli meglio e a sostenerli. Ognuno di loro ha infatti abilitá uniche, che nonostante l’obiettivo di ogni missione sia sempre quello di ripulire la scena del crimine permette di farlo sempre in modo diverso. Ad esempio Bob puó mettere dentro le buste i cadaveri e trasportarli senza destare sospetti, Hal puó fare a pezzi i corpi e usare i pezzi smebrati per lanciarli addosso ai poliziotti, Viper puó hackerare da remoto le luci e passare attraverso i condotti di ventilazione ed infine Lati puó saltare le recinzioni per sfuggire alle guardie.

Queste peculiaritá rendono sicuramente Serial Cleaners meno noioso e monotono, permettendo al giocatore di avere un margine di tattica per ripulire la scena del crimine. Il fatto di non poter avere molto controllo su come disfarsi dei corpi o delle prove e di dover riportare il tutto sempre in un posto specifico gioca a svantaggio del titolo rendendolo dopo un pó ripetitivo. Una volta capiti i vari movimenti degli NPC si tratterá di un lavoro meccanico al fine di raggiungere i nostri obbiettivi. La difficoltá di ripulire una scena del crimine puó aumentare solo dall’arrivo di un ingente numero di poliziotti. Questo punto gioca a svantaggio del gioco diventando praticamente non rigiocabile, ed una volta conclusa la storia principale rischia di prendere polvere sulla nostra libreria.

Uno gioco stealth in stile anni ’90

Il lavoro svolto da Draw Distance é sicuramente da apprezzare, la grafica é stata migliorata rispetto al loro primo titolo. L’aggiunta del 3D ha portato il titolo ad un livello superiore, e i colori e le texture usati sono nettamente migliori. Purtroppo su Nintendo Switch Serial Cleaners non rende come su PC, infatti sia in versione docked sia in modalitá portatile la definizione non é perfettamente pulita. Nonostante questo peró é sicuramente un titolo originale, anche grazie ai suoi toni da “Pulp Fiction“.

Serial Cleaners è disponibile dal 6 ottobre 2022 in versione digitale scaricabile dal Nintendo Switch eShop al prezzo di € 24,99 per 2994,00 MB di spazio complessivi. Il gioco è localizzato in Tedesco, Inglese, Spagnolo, Francese, Italiano, Portoghese, Russo ed è compatibile con il cloud dei dati di salvataggio e Nintendo Switch Pro Controller.

PRO

  • Ottima storia
  • Grafica e ambientazione da film cult anni ’90

CONTRO

  • Longevitá bassa
  • I.A. poco sveglia

Articoli Correlati

Harvestella – Recesione

Harvestella – Recesione

Il noto publisher videoludico torna alla carica confezionando una nuova produzione: stiamo parlando di Harvestella. Ecco a voi la nostra recensione....