Company of Heroes Collection – Recensione

da | 17/10/23 13:04

Il classico RTS di guerra ritorna su Nintendo Switch grazie allo sforzo di SEGA, ecco a voi la recensione di Company of Heroes Collection.

Il titolo originale è stato rilasciato nel 2006 da SEGA, ma ad incuriosire gli appassionati è come girerà sulla piccola console ibrida di Nintendo? La preoccupazione era quella di ritrovarci con un titolo datato su una console di nuova generazione. Fortunatamente, SEGA e Feral Interactive hanno svolto un ottimo lavoro con Company of Heroes Collection. In questo gioco sarete a capo delle operazioni durante la seconda guerra mondiale, oltre al classico RTS sono presenti all’interno della collezione anche le sue due epiche espansioni. Questo genere di gioco rappresenta l’essenza della strategia in tempo reale associata ad una buona base di tattica. Infatti, bisognerà padroneggiare molto bene i combattimenti organizzando perfettamente gli attacchi, col rischio di perdere uomini.

Un campo da battaglia portatile

Come detto in precedenza ci ritroviamo ad affrontare le battaglie che si svolsero durante la seconda guerra mondiale. Nel gioco, infatti potremo controllare varie fazioni sia sul fronte americano e sia su quello britannico, quanto su quello di Wehrmacht e Panzer Elite attraverso le loro storiche campagne nella Battaglia di Normandia. Esiste anche una modalità schermaglia, oltre alla possibilità di giocare le battaglie che si sono veramente svolte, dove è possibile creare battaglie personalizzate. Ogni missione viene accompagnata da un breve filmato che racconta gli avvenimenti avvenuti in quella battaglia, cosa molto piacevole ed apprezzata nonostante non esista una componente narrativa. In totale le missioni da affrontare sono 41, se comprendiamo tutte e tre le campagne.

Ottimo passaggio da PC a Nintendo Switch

In Company of Heroes Collection, il lavoro svolto è stato impeccabile soprattutto per quanto riguarda i controlli. Non è mai facile portare un gioco nato per PC su una console, specialmente su Nintendo Switch. Le missioni tutorial in questo caso sono fondamentali e quasi obbligatorie se si vuole avere il controllo di tutti i tasti nelle missioni principali. Il sistema di controllo appositamente studiato per Nintendo Switch permette di gestire il tutto sia in modalità dock sia in modalità portatile. Alcune funzionalità sono state studiate apposta, il sistema di raggruppamento delle truppe è stato migliorato, facilitando il passaggio da un reggimento all’altro. Inoltre, selezionando uno squadrone e tenendo premuto il tasto ZR si potranno utilizzare abilità speciali specifiche per ogni unità. La gestione della telecamera permette di tenere sotto controllo tutte le truppe ed è gestita alla grande. L’unica pecca è la gestione della minimappa, infatti è complicato capire dove spostarsi verso i punti di interesse.

Company of Heroes Collection è un ottimo titolo RTS, il lavoro svolto da Feral Interactive è stato impeccabile. Il titolo ha una risoluzione di 720p in modalità portatile, mentre con la Nintendo Switch nella dock si arriva a 1080p con 30fps. Il gioco è curato nei minimi particolari, ovviamente essendo un gioco del 2006 la grafica non è paragonabile agli ultimi giochi. A volte i caricamenti possono risultare particolarmente lunghi ma nel complesso non creano particolari disagi.

In conclusione, l’esordio su console di questo titolo è sicuramente riuscito portando tantissimi contenuti di qualità. Il genere di questo gioco è sicuramente molto particolare e deve piacere. La gestione delle truppe e la tattica nell’affrontare il nemico sono particolarmente difficoltosi per un neofita di questo tipo di giochi. La speranza è che in un futuro aggiornamento venga aggiunta la modalità multiplayer aggiungendo valore a questa collezione.

PRO

  • Controlli facili da usare
  • Gameplay fluido

CONTRO

  • Gestione macchinosa della minimappa
  • Grafica datata
Condividi su

Articoli Correlati