Voez – Recensione Nintendo Switch

da | 25/03/17 17:03

Su Nintendo Switch fa la sua comparsa un rythm game dal sapore orientale. Eccovi la nostra recensione di Voez.

voez

Voez è un gioco musicale sviluppato da Rayark Inc. inizialmente su smartphone per poi essere trasportato direttamente sull’eShop della neo console ibrida Nintendo Switch. Iniziamo col dire che, a differenza della controparte smartphone, questa versione di gioco include tutti i contenuti che invece erano acquistabili a parte. Questo divertentissimo gioco ha una vasta gamma di canzoni di svariati generi che vanno dalle classiche melodie nipponiche in stile ballad fino ad arrivare alla musica elettronica, di cui ci sono molti brani. C’è da sottolineare che con Voez abbiamo a che fare con il primo gioco che sfrutta totalmente la caratteristica touch di Nintendo Switch.

Subito dopo i titoli di testa, abbiamo a che fare con un video di presentazione del gioco in cui spiccano in tutta la loro qualità delle scene in pieno stile anime, coloratissime ed ispiratissime e che mostrano quelli che sono i personaggi del gioco; giovani ragazzi talentuosi in ambito musicale. Nel menù principale abbiamo solamente tre opzioni: Play, Options e Diary. Nelle opzioni c’è la possibilità di selezionare anche la lingua del gioco. Quella predefinita è l’inglese, poichè non è stato tradotto in italiano, ma poco importa visto il genere. Premendo Play si ha subito accesso alla lista dei brani musicali. Per ascoltarne l’anteprima basta tenere premuto e sentire se è un brano fattibile. Il primo che ci viene richiesto è “Voice”, utile anche perchè ci introduce ai primi comandi del gioco. Come ogni rythm game che si rispetti le azioni da compiere sono fondamentalmente tre: premere (tap), tenere premuto (hold) e scorrere a destra o sinistra (swipe).

Partendo dal presupposto che ogni canzone presenta un proprio livello di difficoltà, troviamo che i comandi siano molto facili da utilizzare e calibrati alla grande. Ricordatevi che prima di iniziare un brano avrete la possibilità di selezionare la difficoltà è il feedback che riceverete quando suonerete le note. Le musiche sono trascinanti e accompagnate da un ottimo comparto visivo. Un pò come in Guitar Hero, ogni singola nota scorrerà dal basso verso l’alto e attraverserà delle piste che però in questo caso sono ben 7 in totale! Per cui sarà importante l’uso di entrambi le mani per eseguire combo perfette e continuative. Se all’inizio troverete piuttosto complesso eseguire le canzoni in maniera perfetta o quantomeno efficace, col passare del tempo riuscirete a padroneggiare tutti i comandi, aiutati anche dal fatto che imparerete a conoscere bene le canzoni. Per cui eseguendole una o più volte vedrete che vi entreranno dentro e tutto risulterà molto più fluido. E’ difficile trovare dei rythm game entusiasmanti e ricchi di fascino. Personalmente gli ultimi giochi che mi hanno veramente lasciato una ottima impressione sono stati i due Teatrythm Final Fantasy. Questo per farvi capire che è una tipologia di giochi da non sottovalutare, soprattutto quando musica e grafica si fondono talmente bene da dar vita a qualcosa di unico.

Ci dispiace un pò che non ci siano modalità aggiuntive o la possibilità di sfidare altri giocatori online o in locale. Tuttavia si farà sempre in tempo ad aggiornare il gioco ed aggiungere queste funzioni in futuro. Ammesso che i ragazzi di Rayark Inc. abbiano valutato questa ipotesi. Voez comunque promette ore ed ore di divertimento in compagnia di giovani artisti che cercano di farsi strada nella musica per raggiungere la tanto sognata maturità.

Riepilogo

E’ il caso di definire Voez come il rythm game del momento? Assolutamente si. Non a caso è il primo ed, al momento, unico titolo touch per Nintendo Switch. Potrete acquistarlo sull’eShop al prezzo di 20,99 euro. Prezzo troppo alto? Decisamente no. Più che giusto considerando che per la versione Android non avete tutto questo pacchetto canzoni e dovrete acquistare tutto a parte. Insomma, se siete amanti della musica elettronica, electro-pop, j-pop e dei manga/anime, questo è il gioco che fa per voi. 

– Vasta selezione di brani musicali
– Musiche accattivanti
– Si interfaccia benissimo con il touch screen di Nintendo Switch

– Sarebbe stato bello vedere animazioni in stile anime durante il gioco
– Non ci sono altre modalità oltre al single player

Articoli Correlati

Wreckfest – Recensione

Wreckfest – Recensione

Era il 2018 quando i mitici Bugbear Entertainment rilasciavano “il prossimo gioco di auto” su PC, ecco che quattro anni dopo Wreckfest arriva anche...