Visita all’Antico Château: cosa si cela nel maniero abbandonato? – Speciale di Halloween

da | 31/10/21 10:49

L’Antico Château è un maniero in stato di decadimento, che si trova nel Bosco Evopoli ed è circondato da presenze inquietanti e fantasmi dal passato.

Nel Bosco Evopoli, in un angolo buio coperto da alberi sinistri e spettrali, si trova l’Antico Château. Il maniero è abbandonato da molti anni, e la natura ha iniziato da tempo la sua opera distruttiva nei confronti della struttura, ormai diroccata e decadente. Intorno all’edificio proliferano presente spettrali, Pokémon pieni di rancore e sentimenti negativi che non vedono l’ora di ghermire coloro che si avvicinano, e trascinarli in un incubo senza fine.

L’Antico Château un tempo era una dimora gloriosa e splendente. Una famiglia nobiliare prosperava nel palazzo, e ovunque era possibile vedere tracce della ricchezza e del benessere degli abitanti. Cosa è accaduto allora, per rendere il maniero cupo e spettrale? Nessuno lo sa. Coloro che ci vivevano potrebbero essere incappati nella sfortuna e aver perso i loro averi, cadendo in disgrazia e dovendo abbandonare il castello. Oppure la morte, improvvisa e irreversibile, potrebbe aver colto gli abitanti, che ora si aggirano tra le stanze abbandonate come presenze inquiete, in cerca di pace ma senza riuscire a trovarla. Chi decide di avventurarsi nell’Antico Château deve fare molta attenzione. I fantasmi che ne hanno fatto la loro casa possono essere dispettosi, e indurre visioni di bellezza e tentazione per intrappolare gli incauti avventori.

Più di 50 anni fa, un uomo si avventurò nel maniero per scoprire ciò che accadde alla famiglia che vi abitava. Egli disse di aver visto, una volta varcata la soglia, una casa meravigliosa, addobbata a festa e con una tavola imbandita di prelibatezze. Ogni stanza che visitava rappresentava una nuova promessa di delizie. Cibo dal profumo irresistibile, poltrone dall’aspetto morbido, un letto caldo, vestiti puliti. Ogni cosa, nel palazzo, sembrava rispecchiare la ricchezza di un tempo, ben lontana dalla decadenza che si poteva vedere all’esterno.

Quando fu ora di andare a dormire, e l’uomo si infilò nel comodo letto come se si trovasse a casa sua, soggiogato dalla bellezza del maniero, sulla soglia della stanza comparve una bambina. Aveva la pelle grigiastra, un fiocco rosso tra i capelli e un vecchio peluche di Pikachu sotto un braccio. Al pupazzo mancava un orecchio ed entrambi gli occhi, un tempo bottoni lucenti, erano saltati, lasciando due spazi vuoti da cui fuoriusciva il cotone. Il povero uomo si spaventò di fronte a quella visione spettrale e la piccola, improvvisamente, cambiò aspetto. La sua pelle divenne rosea e il peluche sembrava nuovo di fabbrica.

Convinto di essersi solo immaginato il fantasma che aveva visto all’inizio, l’uomo fece amicizia con la bambina, che lo trattava come un padre. I giorni passarono, ma lui non accennava a voler abbandonare il palazzo. Deliziato dalla ricchezza del maniero, che si ripristinava dopo ogni notte, l’uomo rimase con la bambina e, lentamente, dimenticò chi era. Non aveva più il desiderio di scoprire cosa fosse accaduto ai vecchi abitanti dell’Antico Château. Non gli importava neanche di tornare dalla sua famiglia e dai suoi cari, che lo attendevano a casa.

L’uomo scomparve dalla regione di Sinnoh, e per molti anni nessuno seppe più nulla di lui. Qualche ricercatore coraggioso, informato sul suo intento di indagare nell’Antico Château, visitò l’edificio per ritrovarlo, ma all’interno era spoglio e decadente come sempre. Nelle prime settimane dopo la sua scomparsa, alcuni esploratori sostenevano di aver visto un vecchio vestito di stracci, aggirarsi tra le sale del maniero con sguardo vitreo. Aveva una mano tesa in avanti, a stringere l’aria, come se tenesse per mano qualcuno di invisibile. Dopo un po’, però, anche lui scomparve.

La bambina, uno spirito inquieto, aveva risucchiato la sua vita un po’ alla volta, ingannandolo con illusioni di meraviglie e un maniero ricco di tesori. L’uomo era invecchiato rapidamente, senza rendersi conto di vivere in un mondo falso. Il cibo che mangiava non esisteva, il letto comodo era in realtà gelido e senza materasso, le poltrone imbottite erano bucate e rosicchiate. L’illusione creata dalla piccola era talmente potente che l’uomo morì senza mai più ricordare chi era stato, e senza quasi accorgersene. Si dice che la sua anima vaghi ancora tra le sale dell’Antico Château, cercando disperatamente di scappare dall’edificio. Anche la bambina è ancora lì, in cerca di un altro malcapitato con cui giocare.

Coloro abbastanza intraprendenti da voler visitare il maniero devono essere preparati. Moltitudini di Gastly, Hunter e Gengar hanno fatto dell’Antico Château la propria casa. Questi Pokémon sono in grado di irretire i sensi e distorcere la realtà. Si dice anche che esista un fantasma in grado di infilarsi negli elettrodomestici e dar loro vita. Queste sono solo teorie. Soltanto gli Allenatori più bravi possono, forse, sperare di fare luce sui Pokémon che dimorano nel castello senza cadere nella follia. E voi, quanto sarete coraggiosi?

Se vi è piaciuto questo Speciale di Halloween, vi ricordiamo che l’Antico Château sarà presente in Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente. I due titoli verranno rilasciati in tutto il mondo il 19 novembre 2021. Il maniero era uno dei punti di interesse in Pokémon Diamante, Perla e Platino. Cosa avrà in serbo per noi questo antico e spettrale edificio?

Condividi su

Articoli Correlati

Darkest Dungeon II – Recensione

Darkest Dungeon II – Recensione

Red Hook Studios dopo aver lanciato Darkest Dungeon II su PC ha deciso di portarlo anche su Nintendo Switch, ecco a voi la nostra recensione. Il...