Turok 3: Shadow of Oblivion Remaster – Recensione

da | 30/11/23 10:00

Un grande classico del Nintendo 64 arriva su Nintendo Switch, ecco a voi la recensione di Turok 3: Shadow of Oblivion Remaster.

Nightdive Studios ha deciso di portare questa riedizione del titolo uscito originariamente su Nintendo 64 nel 2000. Questo frenetico FPS con visuale in prima persona arriva in una veste nuova su Nintendo Switch. In precedenza lo stesso studio aveva rimodernato i precedenti titoli Turok e Turok 2. Turok 3: Shadow of Oblivion Remaster utilizza il motore KEX di proprietà di Nightdive Studios, permettendo di fruirlo su piattaforme moderne con una risoluzione fino a 4K a 120 FPS.

Oblivion é tornato!

Questo terzo capitolo vede come protagonisti Joseph e Danielle, i fratelli dell’attuale Turok. Infatti, prima di iniziare il gioco dovremo scegliere con quale dei due giocare. Ognuno di loro ha caratteristiche diverse, ad esempio Danielle utilizza armi pesanti e puó utilizzare un rampino per arrampicarsi in alcuni punti. La storia vede i due fratelli andare alla ricerca di un bambino che potrebbe salvare la loro stirpe, come previsto dal loro fratello maggiore. A mettere i bastoni fra le ruote ai due peró ci sará Oblivion. I due protagonisti viaggeranno attraverso vari luoghi per scoprire la veritá, ma non saranno soli perché ad aiutarli ci sará una vecchia conoscenza, ovvero Adon un alieno femminile. Ogni capitolo é ambientato in un luogo diverso passando da una base militare fino ad arrivare alla giungla. Durante la nostra avventura incontreremo vari nemici, per la maggior parte saranno alieni ma capita di affrontare anche soldati umani. A nostra disposizione, avremo un vero e proprio arsenale con le classiche armi che possiamo trovare negli sparatutto.

Una rimodernizzazione quasi perfetta

Turok 3: Shadow of Oblivion Remaster su Nintendo Switch é una piacevole sorpresa, nonostante il gameplay sia quello del 2000 é invecchiato molto bene. La grafica é sicuramente uno dei punti forti, visto il grande lavoro fatto da Nightdive Studios, che ha migliorato le varie texture aumentandone la risoluzione. Purtroppo, ci sono alcune cose che invece non sono molto piacevoli come ad esempio alcuni glitch grafici e bug. Inoltre, é possibile sfruttare il giroscopio del controller e quello della Nintendo Switch. Questo peró a volte non é molto di aiuto, anzi in modalitá portatile a volte é parecchio difficile giocare. Mentre si gioca é facile incappare in alcuni glitch grafici che a volte posso rendere alcuni movimenti impossibili. Mentre per quanto riguarda i bug al momento ne esistono alcuni che a volte impediscono la riuscita del capitolo.

Nonostante tutto si tratta comunque di un ottimo FPS in cui é presente un importante componente esplorativa. In tutte le mappe é divertente andare in giro per la mappa a scovare le zone segrete. Sparsi nelle mappe trovate anche delle specie di gettoni chiamati “Punti vita“, una volta raccolti 100 di questi la vostra vita aumenterá. Nel gioco sono presenti obbiettivi da sbloccare e c’é la possibilità di attivare alcuni trucchi, alcuni di questi sono parecchio divertenti da provare come ad esempio le teste dei nemici giganti.

In conclusione, il titolo si lascia giocare e scorre fluido, il lavoro svolto dallo studio di sviluppo per questo cult dei titoli FPS é ottimo . I capitoli di gioco non sono tantissimi quindi non é molto longevo come titolo. La trama é molto interessante e piena di colpi di scena, sicuramente aver giocato agli altri due titoli aiuta comprenderne tutta la storia.

Turok 3: Shadow of Oblivion Remaster è disponibile dal 30 novembre 2023 in versione digitale scaricabile dal Nintendo Switch eShop  al prezzo di € 28,99 per 1248,00 MB di spazio complessivi. Il gioco è localizzato in Inglese, Spagnolo, Francese, Tedesco, Italiano ed è compatibile con il cloud dei dati di salvataggio e Nintendo Switch Pro Controller.

Condividi su

Articoli Correlati