The Shapeshifting Detective – RECENSIONE

Wales Interactive ritorna su Nintendo Switch con un nuovo progetto: The Shapeshifting Detective. Come sarà andata?

incubomaker

Il panorama dei titoli interattivi su Nintendo Switch si va ampliando giorno dopo giorno con giochi dalla qualità al dire il vero altalenante. Wales Interactive rappresenta uno dei publisher più attivi in questo senso e ritorna sul calare di questo 2018 con un titolo che rappresenta l'esatta evoluzione di quanto fatto in precedenza. Avranno imparato dai propri errori?

The Shapeshifting detective si porta dietro l'eredità di quanto fatto in precedenza, tentando di aggiungere un po' di pepe alla formula originale, non sempre riuscendoci. Ma di cosa tratta The Shapeshifting Detective? Semplice, si tratta di un film interattivo sviluppato in sequenze animate riprese dal vivo con attori in carne ed ossa.

Il protagonista, un detective chiamato a risolvere un caso di omicidio, si vedrà coinvolto in una vicenda al limite del paranormale dalla quale dovrà ricavare le giuste informazioni, utili a decifrare l'assassino del giorno. Un cliché? Solo in parte.

Era il maggiordomo?

Finito dentro una grande fiera dell'occulto, il detective disporrà dell'innaturale dote d'impersonare uno dei sospettati, riprendendone anche l'aspetto esteriore, arrivando, tramite essa, ad ottenere informazioni altrimenti inaccessibili. Questa meccanica (vera novità rispetto ai titoli precedenti) rappresenta il fulcro del gameplay, una delle poche a dire il vero.

Interessante ci è parso, inoltre, la difficoltà nell'utilizzo stesso della meccanica in quanto regolata da un sistema di botta e risposta con i personaggi in questione, abili nel comprendere l'inganno e nello smascherare l'impostore.

Se The Shapeshifting Detective tenta di riformare le dottrine create dai suoi predecessori tramite delle nuove tematiche di gioco, lo stesso non si può dire della struttura generale di base, in effetti del tutto identica. Infatti l'assassino sarà generato proceduralmente e il gameplay si limiterà a presentare al giocatore, degli stralci di video differenti ogni qualvolta si scopra qualche nuovo dettaglio. Tutto qui. Ne più ne meno. Le mancanze dei giochi precedenti sono rimaste del tutto invariate, limitando il cuore del titolo ai soli dialoghi e a poco altro.

Ha i baffi?

The Shapeshifting Detective è un film interattivo con tutti i pro e i contro, mostrando il fianco sotto il profilo del gameplay e riproponendo la recitazione come punto di forza dell'intera opera. Gli attori, infatti, molti dei quali già presenti nei titoli precedenti, fanno il loro dovere, mostrando un livello toriale più che discreto, ma enfatizzando dei problemi di regia piuttosto evidenti.

Il titolo infatti, soffre di evidenti tagli (anche registici) che impediscono alla storia di dipanarsi fluidamente e la presentazione di nuove location o di nuovi personaggi (scialba, senza mordente) non fa altro che peggiorare le cose. I dialoghi, vera anima della produzione, sono ben scritti e ci sono parsi credibili all'interno di una storia un po' troppo fantascientifica che tenta di scimmiottare la realtà.

Le scene d'intermezzo lasciano intendere una libertà di scelta (presente solo il parte) diretta conseguenza di nozioni e notizie apprese tramite il cambio di personalità o le contraddizioni interne al gruppetto di sospettati. Lo studio di ogni singolo movimento, cedimento, tentennamento, sarà dunque fondamentale. Ecco dunque, The Shapeshifting Detective è tutto qui, gioco e sopratutto "meta-gioco".

E la tecnica?

The Shapeshifting Detective come si comporta a livello prestazionale? Molto bene e a ben vedere anche. Il titolo è un groviglio di immagini e video in alta definizione, e il doppiaggio originale in inglese (non è presente la lingua italiana nemmeno nei sottotitoli) molto ben recitato fanno la parte da mattatore dell'intero spettacolo.

Il fattore switch è presente in quanto all'ovvia portabilità e alla possibilità di selezionare le proprie scelte anche con lo schermo touch di Nintendo Swich. Tutti i pad sono supportati, come anche il Pad Pro e il famoso NSO (Nintendo Switch Online) non è richiesto in nessun modo.

Conclusione

The Shapeshifting Detective è l'ennesimo film interattivo che però, salvo qualche nuova meccanica, non aggiunge e non corregge nulla. Wales Interactive aveva di certo fatto di meglio e non riusciamo a spiegarci come mai abbia imboccato una strada così impervia visti i confortanti primi capitoli. Consigliato con un forte calo di prezzo, altrimenti, passate decisamente oltre.

Vi lasciamo ai nostri Pro e Contro e alla Tabella dei Voti!

  • Ottima capacità recitativa.
  • Bella qualità delle cut-scene.

  • Nessun miglioramento nel gameplay.
  • Storia un po' troppo folle.
  • Meccaniche ormai da cambiare.
  • Regia da rivedere.

 

Lascia un commento

Nessun commento ancora

Lascia un commento