The Banner Saga – Recensione

Abbiamo passato anni a sperare prima di ogni Nintendo Direct o Nindies Showcase in un suo annuncio, sembrerebbe proprio che gli dèi ci abbiano finalmente ascoltato: ora, increduli come pochi, siamo qui a recensire il primo e splendido capitolo della trilogia The Banner Saga, in esordio su Nintendo Switch.

The Banner Saga è un gioco di ruolo tattico e strategico sviluppato dall’azienda texana Stoic Studio, composta da ex membri Bioware (Baldurs Gate, MDK2, Neverwinter Night, Star Wars KOTOR, Mass Effect, Dragon Age, insomma ci siamo capiti), e pubblicata da Versus Evil, gli stessi di Pillars of Eternity II - Deadfire (anche lui in arrivo su Nintendo Switch). Con un team del genere è più che lecito aspettarsi tanto.

Il gioco ha trovato fortuna su PC nel lontano 2014 dopo aver letteralmente divorato l’obiettivo finale di crowdfunding su Kickstarter il giorno dopo l’apertura della campagna. Annunciato per Nintendo Switch alla presentazione di marzo dedicata ai Nindies, The Banner Saga è il primo titolo di una trilogia fantasy (che trae ispirazione dalla mitologia norrena) che andrà a concludersi con l’uscita del terzo capitolo a luglio.

Clicca per ingrandire!

Il menu iniziale del gioco mostra, sin da subito, il grande impatto visivo e artistico del titolo in questione: vi comparirà la classica immagine che contraddistingue il gioco, un vero e proprio dipinto creato a mano. Stiamo guardando il primo dei tanti punti forti del gioco, lo stile artistico.

Durante i primi minuti di campagna individuiamo il secondo punto forte, ovvero la narrazione: carismatica e assolutamente non lineare, tutte le decisioni che prenderemo in battaglia, durante i dialoghi e nei viaggi che intraprenderemo, avranno un grande impatto nella creazione della trama stessa. Terzo e ultimo punto forte: le battaglie (da notare anche l’ottimo sviluppo dei personaggi): combattimenti strategici a turni (in 2.5D) dove ogni combattente dovrà vedersela con la sorte!

Il gioco offre il classico gameplay da combattimenti a turni durante le fasi con battaglie e sessioni di lettura durante i tanti dialoghi presenti nel gioco, contraddistinti da numerose scelte e strade da intraprendere (a tratti da librogame puro).

Vestirete i panni di due eroi vichinghi che intraprenderanno diverse strade, ognuno con la sua carovana, in un mondo di gioco tipicamente nordico abitato da umani Vichinghi e Varl (giganti facilmente riconoscibili dalle loro appuntite corna) nell’intento di difendersi da un’antica razza creduta estinta, i Distruttori.

Clicca per ingrandire!

I combattimenti di The Banner Saga sono quelli di un classico gioco di ruolo a turni ma con diverse intuizioni già diventate il fiore all’occhiello della saga. Lo scacchiere sarà vario a seconda del campo di battaglia in cui ci troveremo e vedrà le vostre truppe pronte ad annientare qualsiasi cosa si muova al suo interno. Prima di tutto potrete scegliere in che posizione schierare i vostri uomini e Varl in base alla loro classe e alle loro abilità, poi potrete finalmente iniziare la battaglia.

Gli eroi umani occupano una casella del campo di battaglia mentre quelli Varl addirittura quattro. Le truppe potranno muoversi in più direzioni, facilmente evidenziate, e potranno muoversi anche oltre usando i Punti Volontà, utilizzabili anche per aumentare il danno, riconoscibili dalle caselle dorate. I Punti Volontà di un eroe, una volta terminati, potranno essere ricaricati usando il Corno: ricaricati una volta per ogni uccisione concedendo un nuovo punto all’eroe attivo.

Quando vi troverete faccia a faccia con il nemico potrete finalmente attaccare scegliendo una delle due azioni disponibili, attacco speciale in viola e attacco normale in rosso. Potete scegliere se rompere l’armatura del nemico o attaccare la sua forza tenendo conto che attaccando quest’ultima la vita del nemico si abbasserà fino ad arrivare a zero (e quindi il nemico sarà sconfitto). L’armatura, in alcuni casi, bloccherà i danni alla forza quindi per eliminare il nemico vi toccherà rompere prima la sua protezione.

Ogni uccisione farà accrescere la Fama del guerriero, Fama necessaria per salire di livello e aumentare le statistiche dell’eroe grazie ai punti esperienza ricevuti. Sarà necessario abbattere sempre più nemici per continuare a salire di livello. La Fama è usata anche come valuta all’interno del gioco.

Clicca per ingrandire!

Il turno di gioco sarà alternato: prima attaccheremo noi con uno dei sei guerrieri schierati, poi attaccherà uno degli altrettanti nemici presenti sul tabellone. Il turno di gioco è mostrato in basso dove a sinistra troviamo l’eroe (o il nemico) attivo, in azione, con le sue statistiche. Mentre la barra iniziativa in basso indica l’ordine di turno di tutti i personaggi, eroi (in blu) e nemici (in rosso).

L’eroe potrà usare una mossa speciale (diversa a seconda della classe) oppure in alcuni casi riposare (e passare il turno) per bendare qualche ferita e curarsi. Quando rimane un unico nemico in battaglia si entra in modalità Saccheggio dove i turni di gioco saranno eliminati e la vittoria sarà quindi una questione di secondi.

A fine battaglia gli eroi che avranno abbattuto più nemici potranno essere promossi: promuovere un eroe vorrà dire aumentare le proprie statistiche con i punti esperienza e il suo livello. Invece gli eroi che sono stati feriti in battaglia potranno rimettersi completamente riposando all’interno dell’accampamento, selezionabile con il tasto A in qualsiasi momento durante il viaggio in carovana.

Clicca per ingrandire!

Nei tanti accampamenti disponibili troverete i mercanti (dove acquistare provviste per i viaggi), le tende addestramento (dove provare i vostri eroi in battaglie sicure), quelle adibite al riposo e alla cura, ma anche la tenda dedicata agli eroi (dove aggiornare il loro equipaggiamento e scegliere chi scenderà in campo durante la prossima battaglia).

Anche sostare in un accampamento al momento giusto inciderà sul morale e sulla forma dei vostri uomini, un morale migliore si farà sentire anche in battaglia. In The Banner Saga nulla va lasciato al caso, servirà attenzione in battaglia e nei dialoghi, sarete in prima persona il capo di irrequieti vichinghi, che vi piaccia oppure no: spesso e volentieri sarete interpellati da chi si ubriaca durante una sosta o da forestieri in cerca di uomini, la vostra scelta sarà quella definitiva e influenzerà sempre la storia di gioco.

Queste sono caratteristiche in pieno stile Librogame e vanno a braccetto con il mondo di gioco fantasy e con i tanti dialoghi presenti nella storia che andranno a creare una trama unica. Alcuni dialoghi necessiteranno di una vostra risposta, che sarà a scelta multipla. Durante i dialoghi sarà possibile spostare la telecamera a piacimento con la levetta analogica di destra e addirittura zoomare sul diretto interessato per scovare, ad esempio, qualche dettaglio affascinante sulla sua ascia. I dialoghi saranno parecchi e vedranno un’interessante progressione dei personaggi principali andando avanti con la storia.

Clicca per ingrandire!

La versione Nintendo Switch può essere considerata la più interessante e completa di quelle attualmente in circolazione per il semplice fatto che in modalità portatile The Banner Saga è giocabile completamente con controlli tattili sfruttando in maniera perfetta il touch-screen della console anche con la feature del multi-touch! Sfortunatamente non è compatibile con l’HD Rumble ma, visto il grande lavoro svolto per adattare completamente la giocabilità al touch-screen, possiamo chiudere un occhio.

Artisticamente secondo a nessuno (ed è considerato un indie) l’intero mondo di gioco di The Banner Saga è stato creato completamente a mano dagli artisti di Stoic. Ogni scorcio è un dipinto, per non parlare dei personaggi, ogni sequenza è stata creata a mano e successivamente animata in 2D come se fosse un cartone Disney degli anni 60/70, il tutto accompagnato da una colonna sonora (link) perfetta per il genere, composta e orchestrata da Austin Wintory, nominato e vincitore ai Video Game Awards e ai British Academy Games Awards. Davvero, tutto ciò è eccezionale come pochi!

Clicca per ingrandire!

L’arrivo di The Banner Saga su Nintendo Switch è un autentico tripudio, una gioiosa esultanza che continuerà anche a giugno (con l’uscita di The Banner Saga 2) e terminerà a luglio, il 24, con l’arrivo del terzo e attesissimo gioco della trilogia (si parla anche di una versione retail per Nintendo Switch che includerà l’intera trilogia su cartuccia più alcuni gustosi extra fisici).

The Banner Saga è un’esperienza di gioco (della durata 10 ore circa) straordinaria ambientata in un mondo affascinante come quello norreno e sviluppata ad oc dai ragazzi di Stoic e Versus Evil, che ringraziamo per la disponibilità.

Consigliato praticamente a tutti!

The Banner Saga è disponibile da giovedì 17 maggio 2018 sul Nintendo Switch eShop al prezzo di € 19.99 per 3.1 GB di spazio necessario su console o microSD. Compatibile anche con il Pro Controller e fortunatamente ben localizzato in lingua italiana.

  • The Banner Saga
  • Artisticamente straripante
  • Intreccio narrativo
  • Colonna sonora
  • Gameplay e giocabilità
  • Funzioni Touch-screen complete

  • Niente HD Rumble
  • Qualche piccolo calo di frame sparso
  • A tratti molto lento

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Pagina ufficiale del gioco su Nintendo Italia (link).

Lascia un commento

Nessun commento ancora

Lascia un commento