Spingram – Recensione

da | 20/05/22 18:00

Ecco a voi la recensione di Spingram, puzzle game sviluppato in Italia e che ricorda vagamente il cubo di Rubrik.

E’ sempre bello trovare sullo store di Nintendo alcuni Indie creati da svilupattori italiani, i quali cercano di farsi largo tra i molti giochi presenti nella libreria. Soprattuto perchè in questo caso Spingram, creato dall’italiano Sandro Traettino, è un buon gioco molto minimalista ma con un’ottima qualità. Il titolo è basato sul famoso cubo di Rubrik, tanto è vero che sia la grafica che le meccaniche lo ricordano particolarmente.

Dopo aver ottenuto un ottimo successo nel mercato mobile, il buon Traettino ha deciso di affrontare una nuova sfida portando la sua piccola creazione nel mondo Nintendo. Come ci ha raccontato lui nell’intervista che gli abbiamo fatto, la trovate qui se non l’avete ancora letta, è stata una vera sfida portarlo sul Nintendo eShop. Nonostante le difficoltà ci è riuscito e come ci ha detto lui è stata una vera e propria soddisfazione.

Spingram è stato sviluppato con Unity, ed è stato rilasciato nel maggio del 2020 per i dispositivi mobile. Il 7 aprile il gioco ha fatto il suo debutto sullo store di Nintendo riscuotendo un discreto successo. Il piccolo puzzle game ha una sola interfaccia, che cambia pattern ogni livello. Lo scopo di ogni livello è quello di replicare le stesse fattezze del cubo più piccolo che si trova sulla destra. Per farlo dovremo maneggiare con le nostre dita il cubo più grande situato a sinistra. Le movenze che effettua il nostro cubo sono le stesse che troviamo nel cubo di Rubrik, così facendo potremo ricomporre il pattern riprodotto sul cubo di destra.

Nonostante la semplicità del gioco, i livelli da affrontare sono comunque molti, ovvero 1000 livelli con difficoltà crescente. Se durante qualche livello incontreremo qualche difficoltà, potremo tornare indietro alla mossa precedente, resettare il livello o addirittura completare automaticamente il livello. Quest’ultima funzionalità, rende il titolo un pò troppo semplice perchè dovrebbe dare solo un piccolo aiuto al giocatore e non risolvere in modo automatico il livello.

La grafica è molto minimalista in Spingram, ed è formata per la maggior parte da linee. Inoltre, i vari colori del cubo, che sono oltrettutto personabilizzabili, ricordano molto l’era degli anni ’80 con quei colori vaporwave. Oltre alla grafica, durante le nostre sessioni di gioco saremo accompagnati da effetti sonori pensati apposta per far concentrare noi giocatori. Infine un’altra nota positiva di questo particolare puzzle game è il fatto che non esista alcun tipo di testo, questo permette al titolo di essere per molto intuibile senza dover tradurlo in nessuna lingua.

Per concludere, direi che Spingram è un gioco dallo stile molto minimalista ma realizzato comunque molto bene. Il lavoro svolto da Sandro Traettino è da apprezzare, e si nota la cura che ha avuto nei dettagli. Se poi pensiamo che l’intero gioco è stato sviluppato da una persona vale comunque la pena di dargli una possibilità. Il gioco aiuta sicuramente a tenere allenata la mente ma nello stesso tempo a divertirci e a rilassarci.

Spingram è disponibile dal 07 aprile 2022 in versione digitale scaricabile dal Nintendo Switch eShop al prezzo di € 4,99 per 60 MB di spazio complessivi.

PRO

  • Interfaccia intuibile e ben realizzata
  • Molti livelli con curva di difficoltà crescente
  • Stile grafico semplice ma accattivante

CONTRO

  • Alla lunga può essere un pò monotono
  • Qualche modalità in più

Articoli Correlati

XIII – Recensione

XIII – Recensione

Il nostro agente speciale accusato di aver ucciso il presidente torna in questo rinnovato remake di XIII, ecco a voi la nostra recensione. Ritorna...

The DioField Chronicle – Recensione

The DioField Chronicle – Recensione

Un'altra grandissima produzione sbarca su Nintendo Switch: ecco a voi The DioField Chronicle, un'avventura imperdibile. Il 2022 di Nintendo continua...