Secondo il producer di Deamon X Machina i giochi moderni sono tutti uguali

La fiera annuale di Los Angeles dedicati ai videogiochi è comunemente associata ad annunci di grosso calibro, grintosi e apparentemente curati. Mentre molti di questi titoli continuano ad essere enormi successi, il produttore di Daemon X Machina, Kenichiro Tsukuda, è convinto che non ci sia nulla di particolarmente distintivo - dal punto di vista grafico - su molti giochi al giorno d'oggi.

Parlando con Kotaku, nientemeno che lo sviluppatore del gioco, Kenichiro Tsukuda è stato felice di divulgare ciò che pensava, mentre allo stesso tempo sperava che i giocatori apprezzassero il titolo di Marvelous Entertainment per la sua gamma di colori e il design stilizzato:

In questi giorni molti giochi stanno iniziando a sembrare un po' troppo simili... ma saremmo lieti se gli utenti apprezzassero qualcosa che si distingue e sembra diverso dalla massa.

Di seguito ha ammesso che l'unicità del gioco è stata ispirata dal precedente lavoro dei membri del team su titoli come Monster Hunter Stories per il 3DS, e più chiaramente dalla sua storia con la serie Armored Core.

Infine, durante lo sviluppo, Tsukuda, si è posto un interrogatorio tecnologico un po' fuori dai limiti:

Quindi, io ho questo telefono... ma sono un po' spaventato dal fatto che lo stia usando o che stia usando me. Stiamo usando macchine o sono loro che utilizzano noi?

Sarà Deamon X Machina ad aver causato questi pensieri a Tsukuda, o sarà lui ad essere un po' strambo?

Lascia un commento

Nessun commento ancora

Lascia un commento