Sakurai: “Per imparare a progettare ho giocato anche a titoli che non amavo”

Masahiro Sakurai, director di Super Smash Bros. Ultimate,  in una lunga intervista a The Guardian, ha ripercorso la sua carriera e ha riferito alcuni interessanti aneddoti.

Sakurai ha ripercorso il suo passato, a partire dall'esordio con Kirby, fino ad arrivare alla direzione e produzione di vari titoli di Super Smash Bros.

Durante l'intervista Masahiro ha parlato delle difficoltà legate allo sviluppo di un videogioco, e dei vari modi con cui ha cercato di lavorare al meglio.

Ha rivelato di avere in suo possesso migliaia di giochi, e di aver provato anche titoli che non amava o che non gli interessevano, con lo scopo di comprendere i punti di forza e di debolezza, e poter così progettare i suoi titoli al meglio.

Vediamo un estratto dell'intervista:

"Ho fatto di tutto per giocare a giochi che non mi piacevano o che trovavo interessanti. Tali giochi finirono con l'essere molto più informativi altri, per me. A casa ho letteralmente migliaia di giochi, e li considero come perle di saggezza da parte dei miei predecessori.

Lo sviluppo di un gioco è molto difficile. Nessuno si propone di creare un gioco che non sia divertente. Sono tutte le sfide e le difficoltà che si verificano durante lo sviluppo, a determinare se un gioco è un fallimento o un successo. Penso che giocare a quelle migliaia di giochi sia il modo migliore e più semplice per imparare dai miei predecessori."

Che dire, Sakurai dimostra ancora una volta di essere un professionista. Quanti di voi giocherebbero a titoli che odiano, o non amano molto, per progettare un lavoro al meglio?

Lascia un commento

Nessun commento ancora

Lascia un commento