Yacht Club Games ha pubblicato sul Nintendo eShop, assieme ad un altro titolo della serie, un mix tra picchiaduro ed il mondo di Shovel Knight. Eccovi la recensione di Shovel Knight Showdown.

A distanza di una settimana rieccoci qui all’appuntamento con il guerriero della pala: Shovel Knight! Ma siamo sicuri che sia lui il vero protagonista di questo gioco? Vi rispondiamo noi: no! Yacht Club Games ha pensato bene di rispolverare il brand in una salsa ancora mai proposta, ossia un picchiaduro che vede come protagonisti tutti i cavalieri di Pridemoor.

Il titolo strizza l’occhio a Super Smash Bros., altra pietra miliare del mondo dei videogiochi, ma lo fa rispettando tutto ciò che riguarda Shovel Knight. Immaginate infatti di trovarvi in una arena in cui dovrete fronteggiare uno per uno i vostri avversari. Non ci sarà più alcun scorrimento laterale, sarete solamente voi e i vostri avversari in un cammino che decreterà la vostra vittoria o la sconfitta. Ma andiamo con ordine e vediamo cosa offre il gioco e la sua struttura.

Botte e gemme

Il menu vi offre subito la possibilità di poter scegliere tra varie tipologie di gioco: Storia, Battaglia, Obiettivi ed Esercitazione. Come suggerisce la parola stessa, nella modalità Storia, percorrerete le vicende di un personaggio a vostra scelta di quelli presenti nel roster iniziale. Ognuno ha le proprie caratteristiche e la propria storia. Una volta scelto il guerriero che fa al caso vostro comincerà il gioco vero e proprio che prevede ben 9 incontri, finale incluso.

Come potrete vedere dalle immagini, ogni incontro ha degli obiettivi da raggiungere: per superarlo dovrete cercare di raccogliere un numero di gemme variabile di livello in livello. Logicamente avrete a che fare anche con il vostro avversario che vi attaccherà per cercare di rubare le vostre gemme. Gli scontri non saranno limitati ad un 1 vs 1, ma anche a coppie e tutti contro tutti. Come se non bastasse, dovrete stare attenti anche agli oggetti che ogni tanto appariranno su schermo: alcuni molto utili come i pasti che recuperano la salute, altri deleteri come le bombe.

Nella parte superiore dello schermo ci sono i riquadri di ogni personaggio, con la salute e le vite rimaste. Una volta raggiunto lo scopo principale, quindi raccolte le gemme, si passerà al livello successivo. Da sottolineare che gli obiettivi possono variare: infatti alcune volte vi sarà richiesto di raccogliere un numero tot di gemme, altre volte invece di raggiungere un determinato punteggio entro un tempo limite. Insomma, c’è da divertirsi ma anche da combattere… in tutti i sensi! Ogni qualvolta che terminerete il gioco con un personaggio, ne sbloccherete un altro che si andrà ad aggiungere al roster.

Una volta terminato il gioco, sul riquadro del personaggio nel menu selezione, vedrete comparire un iconcina tonda che varierà a seconda di quale difficoltà avrete selezionato all’inizio.

Nella modalità Esercitazione non dovrete far altro che fare pratica ed imparare i comandi di gioco. In Obiettivi invece di raccogliere gemme o lottare, dovrete cercare di fare il punteggio più alto distruggendo degli oggetti mobili e facendo combo sempre più grandi. Non c’è nulla da guadagnare alla fine se non solamente un record registrato.

L’ultima modalità di cui parliamo è Battaglia. Qui potrete decidere se lottare da soli contro altri 3 personaggi guidati dalla CPU oppure far subentrare altri 3 giocatori per sfruttare il multiplayer. Quindi questa modalità sarà un ottima occasione per divertirvi in compagnia di amici.

Discutere di tecnicismi in Shovel Knight Showdown è per ovvi motivi “inconcludente”. Ma ciò non significa che debba essere inteso come difetto. Quello che offre il titolo di Yacht Club Games è tutto ciò che avete già visto e vissuto con i due giochi precedenti: grafica in pixel art molto ordinata, colorata e che farà felici gli amanti dello stile retrò anni 80 e 90. Buon lavoro anche con il comparto sonoro che differisce di poco rispetto a quello composto nei “fratelli” di stampo platform, ma che comunque si sente che appartengono allo stesso “territorio”. Che usiate i Joy-Con o il controller Pro poco importa, i controlli sono molto precisi. La longevità è un punto forte del gioco, poiché grazie al numero dei combattenti presenti potrete giocarlo più di una volta. Poi se siete fissati a finire il gioco al 100% sappiate che nel menu principale c’è anche la sezione sbloccabili.

Conclusione

Shovel Knight Showdown è un titolo divertente da giocare sia in singolo, ma soprattutto in multiplayer dove le sfide a quattro si faranno sempre più accese in una lotta all’ultima… gemma! Il gioco è disponibile in lingua italiana, sul Nintendo eShop dal 10 Dicembre al prezzo di €8,99.

PRO:

  • Divertimento assicurato in singolo e multiplayer
  • Meccanismi ormai consolidati della serie
  • Grafica retrò che fa scuola
  • Rigiocabilità

CONTRO:

  • Colonna sonora che dovrebbe essere più ricca


[amazon_link asins=’B07LFWFGT1,B07LFVVYD9,B07QNZQ3FB’ template=’ProductGrid’ store=’nplayer-21′ marketplace=’IT’ link_id=’a2bdd874-f987-4e85-b205-4a59b8674a49′]

Commenti da Facebook