Serious Sam Collection – Recensione

da | Dic 28, 2020

Ma perché gli alieni vogliono sempre distruggere la Terra? Questa volta sarà Samuel “Serious” Stone a proteggere il pianeta, o almeno ci proverà.

Dopo un inizio di carriera non proprio entusiasmante, i ragazzi di Zagabria, Croteam, rilasciarono nel 2001 il primo e indimenticabile titolo della serie, Serious Sam: The First Encounter. In questa stravagante serie sparatutto, il videogiocatore veste i panni di Samuel Stone (per gli amici Serious Sam), una sorta di cugino di Duke Dukem in jeans, t-shirt bianca e occhiali da sole. In un mondo in cui il popolo terreste finalmente inizia ad esplorare lo spazio, una minaccia aliena obbliga questi esploratori spaziali a fare marcia indietro. Le forze di Mental (così si chiamano questi strambi alieni) sbarcano sulla Terra con l’obiettivo finale di eliminarla. Non hanno fatto i conti con Serious Sam però, grazie ad un marchingegno trovato in un’antica struttura egizia, il nostro uomo torna indietro nel tempo fino a quando gli alieni abitavano proprio sulla Terra, con il compito di bloccare la minaccia sul nascere.

SS1 in portatile

Serious Sam prende in prestito numerose caratteristiche da quella che è stata la serie che ha cambiato il modo di creare videogiochi action, stiamo parlando (ovviamente) di DOOM. Croteam studiò attentamente quella leggenda di codice fatto a gioco da id Software, da li “affittò” il concetto di arena aperta con gruppi di mostri, sangue e pallottole. Non contenti, i ragazzi croati, con il loro secondo occhio, presero spunto anche da Quake per i power up e, con il terzo occhio, da Duke Nukem per la caratterizzazione del personaggio, una sorta di insieme di eroe/antieroe stereotipato americano.

Da queste leggende degli sparatutto nasce, quindi, la serie Serious Sam. Abbiamo tra le mani un titolo assai interessante, uno sparatutto sia in prima che in seconda persona in cui un tizio (Sam) è chiamato ad eliminare una grande quantità di nemici a suon di pallottole. La doppia visualizzazione è sicuramente un plus ma consigliamo di intraprendere la vostra carneficina con quella in prima persona, più fedele alla natura del gioco. In più, visto che questa versione non è compatibile con il giroscopio della console, vi consigliamo di attivare la Mira automatica con indicatore, così facendo l’azione di gioco sarà sempre abbordabile anche nei momenti più caotici (che già arrivano dopo appena 5 minuti di gioco).

SS2 in portatile

Giocare a Serious Sam è davvero facilissimo: basterà uccidere tutti i cattivi che vi verranno incontro con l’equipaggiamento disponibile. Troverete, sparsi nei livelli, armi e munizioni da raccogliere per aumentare la vostra potenza di fuoco. Sam potrà anche saltare, azione che vi sarà utile in alcuni e immancabili momenti platform. Mentre, in alcune occasioni, vi sarà chiesto di attivare interruttori o leve per sbloccare porte e magari accessi segreti in cui troverete oggetti o simpatici extra. Stop, tutto qui. Facile vero? Serious Sam è un titolo molto tranquillo da giocare grazie proprio alla sua giocabilità intuitiva e personalizzazione accurata della partita. Infatti, potrete scegliere una tra le 5 (iniziali) difficoltà proposte. Se ciò ancora non vi convince, potrete anche modificare la difficoltà a vostro piacimento andando a toccare parametri tipo la forza dei nemici, i bonus di alcuni oggetti e tanto altro ancora.

Facciamo una piccola correzione, o meglio, una integrazione. Quello che abbiamo tra le mani non è un solo gioco ma una Collection con i primi 3 titoli della serie. Abbiamo quindi Serious Sam: The First Encounter, Serious Sam: The Second Encounter e Serious Sam 3: BFE (che BFE sta per Before First Encounter, quindi il prequel della serie). La particolarità di questa Collection è che i primi due titoli della serie sono interamente rimasterizzati in alta definizione e realizzati con il motore grafico di Serious Sam 3, il Serious Engine 3 (ci viene da dire, roba seria insomma). Il risultato è una bomba, le texture in alta definizione si fondono benissimo con la scenografia originale che da quel tocco old-school ai primi due titoli. Gli FPS sono fissi a 60 sia in TV che in portatile, stessa cosa per la risoluzione (massima disponibile). La cosa cambia un po’ per Serious Sam 3: BFE, il gioco risulta leggermente appesantito già di suo. Abbiamo notato anche una certa “sporcizia” delle texture. Croteam ha però già risolto il problema (ritardando il gioco di quasi un mese, originariamente previsto per il 17 novembre 2020) integrando nella versione finale del pacchetto alcune migliorie tra cui la possibilità di scegliere l’ottimizzazione grafica: con Prestazione il gioco sarà più fluido (60 FPS garantiti per in primi 2 titoli) mentre con Grafica sarà qualitativamente migliore. Entrambe queste modalità possono essere attivabili per tutti e tre i giochi ma quello che ne beneficia di più è il terzo. Per il resto, Serious Sam Collection è compatibile con il rumble HD e con il Pro Controller.

SS3 in portatile

Prendendo spunto dalle leggende degli sparatutto anni ’90, è diventato anch’essa una leggenda. Serious Sam Collection è un pacchetto più che completo pieno zeppo di mostri da eliminare e livelli da giocare da soli o addirittura in un massimo di 4 giocatori in Split-Screen (sia in Co-op che in Deathmatch o Cattura bandiera). I ragazzi di Croteam (recentemente acquisita da Devolver Digital) hanno creato una serie action che farà sicuramente ancora drizzare le orecchie ai videogiocatori per molto, molto tempo.

A questo punto, aspettiamo il 4.

Serious Sam Collection è disponibile in OnlyDigital sul Nintendo Switch eShop (ufficiosamente) dal 17 novembre 2020 (ufficialmente dal 25 dicembre 2020 dopo essere stato momentaneamente tolto dallo store per essere migliorato) ad un prezzo di € 29.99 per 4.3 GB di spazio su console o microSD. Il gioco è compatibile con il rumble HD, Cloud dei dati di salvataggio e Pro Controller. Localizzato in italiano (testi e audio). Il pacchetto include Serious Sam HD: The First Encounter, Serious Sam HD: The Second Encounter e Serious Sam 3: BFE, tra cui le espansioni di The Legend of the Beast e Jewel of the Nile.

Pro:

  • Un pacchetto esplosivo e pieno di livelli
  • Tutto sommato, l’ottimizzazione generale è ottima
  • Gameplay frenetico
  • Fluidità d’azione
  • Giocabilità intuitiva
  • Tante modalità multigiocatore
  • Atmosfera ironica generale
  • Personalizzazione partita e prestazioni

Contro:

  • Un po’ di “sporcizia” texture in SS3 resta
  • E’ sparito ed è tornato dallo store senza avvisare, questo è proprio da Serious Sam

Link utili:

Commenti da Facebook