Redout: Space Assault – Recensione

da | Feb 26, 2021

Sull’ibrida Nintendo è arrivato da poche settimane un nuovo titolo dedicato al mondo di Redout, sicuramente già conosciuto da molti per il famoso racing game futuristico uscito in precedenza.

Sviluppato da 34BigThings, uno dei più grandi studi indipendenti italiani, Redout: Space Assault incarna tutte le caratteristiche che uno sparatutto 3D di stampo fantascientifico deve avere. Nonostante condividano lo stesso nome, c’è da sottolineare che, oltre a quest’ultimo, i due giochi non hanno nulla in comune. Addentriamoci adesso nel cuore di questa proposta tutta italiana.

Il titolo non da alcun incipit per quanto concerne la trama; è il giocatore che pian piano dovrà scoprire cosa si cela dietro la storia, infatti non vi è alcuna introduzione testuale nè un filmato. Sarete trasportati immediatamente nel menu iniziale dal quale potrete iniziare la Modalità Campagna. Già da qui capirete sin da subito come è strutturato il gioco e la sua ipotetica longevità: ben nove capitoli suddivisi in varie missioni ciascuno.

Vestirete i panni di un pilota spaziale di razza umana il cui compito è quello di colonizzare delle zone gravitanti attorno al Pianeta Rosso: Marte. Le missioni sono ben impostate affinché il giocatore prenda confidenza con i comandi di gioco: il movimento, l’uso delle armi e dei missili, l’accelerazione e la decelerazione, le schivate a destra e sinistra (i famosi barrel roll).

Ogni missione avrà tre obiettivi da soddisfare, il primo in verde è quello principale, i restanti due in arancione sono quelli secondari. I compiti di questi obiettivi sono piuttosto vari; dovrete cercare di finire una missione entro un certo tempo, oppure non essere colpiti dai missili e molto altro.

Il gameplay è abbastanza lineare; in alcune missioni seguirete automaticamente un percorso ben definito senza avere la libertà di ispezionare bene le ambientazioni, in altre invece – anche grazie agli obiettivi aggiuntivi – potrete girare in maniera libera ma comunque entro un certo range, altrimenti verrete avvisati di riavvicinarmi alla zona della missione. Una volta completato il proprio lavoro, voi e la vostra navicella rientrerete alla base.

A seconda degli obiettivi raggiunti guadagnerete dei crediti che potrete spendere nel menu dei potenziamenti per migliorare la vostra nave. Il fatto di poter rigiocare una missione vi facilita le cose visto che, escludendo i crediti degli obiettivi già raggiunti, ne potrete comunque accumulare degli altri uccidendo i nemici.

E’ abbastanza impossibile negare che le meccaniche di gioco siano un omaggio ad uno delle ip più importanti di Nintendo, ossia lo storico Star Fox. E a dirla tutta non ci sarebbe neanche nulla di male. Il gioco diverte seppur non ci siano molti elementi che lo rendano ricco di sorprese ed è un piccolo aggravante anche l’impossibilità di poter scegliere il livello di difficoltà.

Una stella che brilla

Se è vero che un gioco in primis debba divertire, è anche vero che l’occhio voglia la sua parte. Il titolo spicca in qualità grafiche generali sfoggiando un look davvero ottimo. Provando il titolo sia in modalità portatile che docked non sembra soffrire di alcun calo di frame rate. Nel complesso, le animazioni, le ambientazioni e i colori ci hanno convinti. Anche le musiche sono molto ben composte, così come i dialoghi esclusivamente in lingua inglese (ma avrete i sottotitoli a schermo in italiano). La longevità dipende da come affronterete il gioco.

Se siete dei perfezionisti e vorrete soddisfare ogni obiettivo delle missioni allora Redout: Space Assault avrà un minimo di rigiocabilità, di conseguenza allungherà – anche se di poco – i tempi di gioco. Per quanto riguarda invece i controlli, ci siamo trovati bene sia con i Joy-Con che con il Pro Controller. Nelle impostazioni potrete attivare o disattivare anche le funzioni di vibrazione. Completamente assenti invece quelle che sfruttano il touchscreen.

Conclusione

Se siete dei fan di Star Fox o comunque degli sparatutto tridimensionali di fantascienza, allora questa è un titolo a cui potete tranquillamente dare una possibilità. Il prezzo sul Nintendo eShop è molto competitivo ed anche giusto, visto che con soli €9,99 lo potrete aggiungere alla vostra libreria. Disponibile dal 22 Gennaio 2021.

PRO:

  • Tante missioni… e il gioco diverte
  • Ottima realizzazione grafica
  • Offre un minimo di rigiocabilità grazie agli obiettivi

CONTRO:

  • Alla lunga potrebbe risultare un po’ monotono
  • Curva di difficoltà non esagerata
Commenti da Facebook