RECENSIONE: Xenoblade Chronicles 2 – Switch

I titani tornano nella nuova ed epica avventura di Monolith Soft. per Nintendo Switch, un fantastico J-RPG dove i combattimenti sono il fulcro dell’azione: è questo il vero sequel di Xenoblade Chronicles!

A soli due anni (ma in lavorazione da tre) da Xenoblade Chronicles X, Monolith Soft. sforna un nuovo titolo della serie Xeno dalle innumerevoli caratteristiche che va, però, a posizionarsi proprio dopo Xenoblade Chronicles uscito nel 2011 (EU) su Nintendo Wii, diventando il vero e unico seguito diretto della prima avventura Xenoblade pubblicata da Nintendo ormai sei anni fa.

Xenoblade Chronicles 2 ha il pregio di far diventare Xenoblade X una sorta di spin-off della serie, un seguito spirituale valido ma incredibilmente dispersivo. Xenoblade 2 è tutto quello che era stata la prima avventura su Wii (e poi su new 3DS) con tantissime nuove funzioni e caratteristiche che fanno di questo sequel (giocabile tranquillamente standalone) una nuova ed eccitante IP per Nintendo Switch anch’essa rilasciata nel suo primo ed eccezionale anno di vita, affiancato dai già “giochi dell’anno” The Legend of Zelda – Breath of the Wild e Super Mario Odyssey.

Tornano i titani, torna una maggiore cura dei personaggi

A differenza di X, in Xenoblade Chronicles 2 non abbiamo un editor dei personaggi. L’eroe di questa avventura è già magnificamente creato ed ha le fattezze del giovane Rex, un sommozzatore e recuperatore di manufatti che vive sul dorso di un “piccolo” titano, Nonnetto, mentore e principale amico del ragazzo.

Alrest è l’incredibile mondo di gioco, un mondo composto dal vasto Mare di nuvole dove vagano liberi i titani che, però, sono in via d’estinzione! Dal Mare di nuvole si erge l’Albero del mondo, un posto fantastico e leggendario (Elysium) dove una volta vivevano tutti gli esseri umani fino ad un inspiegabile giorno in cui il loro creatore, l’Architetto, li bandì da quel posto! Gli umani cercarono di adattarsi nel difficile mondo sottostante dove, però, iniziarono a morire. Quando le speranze erano ormai finite, l’Architetto inviò i suoi servitori, i titani, a salvare l’umanità. I sopravvissuti costruirono, sul dorso dei titani, dei veri e propri villaggi e così riuscirono in qualche modo ad evitare l’estinzione.

Ora, i titani stanno morendo e l’umanità è nuovamente in pericolo, Rex avrà l’incredibile compito di aprire nuovamente le porte dell’Elysium all’umanità!

Non vi riveliamo altro della trama di gioco e vi assicuriamo che ciò che avete appena appreso è soltanto l’incredibile prefazione di un’odissea leggendaria, con una trama assai interessante e a tratti misteriosa (da qui in poi non sveleremo altro sull'ottima trama, in un gioco del genere è meglio se la scoprite da soli, passo dopo passo).

Il primo personaggio ad entrare a far parte dell’affollato party di gioco è Pyra, una Gladius molto particolare (ma non l’unica) che aiuterà Rex nella sua avventura. Notiamo subito un’altra differenza con X: il character design dei personaggi è più vicino a quello visto nel gioco originale uscito su Wii ma con uno stile ancor più da cultura giapponese. Rex, Pyra e soci sono molto più anime/manga di quanto lo era Shulk e hanno uno stile artistico molto più espressivo dei predecessori.

I tantissimi personaggi offerti da Xenoblade 2 sono stati creati come meglio non potevano, una cura quasi maniacale dei dettagli (da notare le pieghe dei vestiti, l’effetto della stoffa è quasi tattile), ogni personaggio ha la sua particolarità razziale facilmente distinguibile tra i numerosi popoli di Alrest. Questo tipo di design, in alta definizione, è una gioia per gli occhi ma, siamo consapevoli, che può anche non piacere a tutti (magari a chi preferisce un tocco più realistico a quello artistico).

I mondi di gioco sono tutti collocati “a cavallo” di giganteschi titani. Xenoblade Chronicles regalò su Nintendo Wii alcuni dei paesaggi più belli visti in un videogioco, Xenoblade 2 non è da meno. Che vi troviate in una vasta prateria o in un deserto, passerete sicuramente qualche minuto fermi, nel bel mezzo della natura, ad osservare la linea del titano (coda, schiena e testa) continuamente in movimento e quasi con un’aria spavalda. Flora e fauna "battibeccano" tra loro, così come il titano, sempre in movimento (tanto da creare il fenomeno delle maree del Mare di nuvole). Xenoblade Chronicles 2 offre un mondo di gioco vivo, che varia da una fauna poco ospitale ad una vera e propria “catena montuosa”!

Graficamente, Xenoblade Chronicles 2 da il meglio di se nelle ore notturne pronto a regalarci nuovamente panorami mozzafiato in modalità TV.

Ductor, Gladius e le battaglie

Xenoblade Chronicles 2 introduce le figure dei Ductor e dei Gladius (in lingua originale Driver e Blade): l’eroe di turno, Rex, non poteva che essere un Ductor, un combattente, una persona molto particolare del mondo di Alrest in grado di risvegliare delle entità, i Gladius, semplicemente toccando alcuni cristalli. Il Gladius, una volta risvegliato, aiuterà costantemente il Ductor in battaglia fino alla morte, fornendogli un’arma e una buona gamma di abilità (senza Ductor, il Gladius ritornerà ad essere un cristallo e la sua memoria sarà resettata). Sono presenti tanti tipi di Gladius tutti, più o meno, differenti tra loro ma anche Blade rari come ad esempio Poppi, lei potrà addirittura essere modificata completando uno stupendo mini gioco retrò.

La battaglie di Xenoblade Chronicles 2 sono molto simili a quelle viste in Xeno e XenoX ma con nuove caratteristiche portate proprio dalle due figure di combattenti. Il Ductor sferrerà una serie di tre auto-attacchi al nemico con potenza differente (l’ultimo auto-attacco sarà il più potente). Durante il combattimento, tra il Ductor e il Gladius si creerà un legame (facilmente riconoscibile dal fascio di luce che collega i due), se il combattente resterà vicino al Gladius, durante gli auto-attacchi, ogni colpo dato al nemico caricherà le Tecniche dei Ductor precedentemente equipaggiate (e potenziabili dal menu del personaggio). Le Tecniche dei Ductor sono delle mosse speciali che possono essere usate una volta caricate. Occhio però, le mosse potrebbero richiedere una particolare azione per risultare più devastanti. Ad esempio, alcune mosse saranno più efficaci se usate alle spalle del nemico. Ogni attacco è sempre diverso dagli altri, con diversa potenza e diverso effetto.

Le tre Tecniche dei Ductor (utilizzabili con i tasti X, Y, B) non saranno le sole a caricarsi in combattimento, infatti, con un ritmo più lento, anche la Mossa letale sarà disponibile, mossa utilizzabile con il tasto A e premendo al momento giusto il tasto B. Alcuni combattimenti saranno lunghi e stancanti, in questi casi la Mossa letale sarà un ottima arma da utilizzare, potrà caricarsi in ben 4 livelli, tutti con differente forza.

Ogni Ductor può portare con se fino a 3 Gladius con armi e Tecniche differenti una volta scelti per la battaglia. Avere più Gladius in squadra, magari con diverse abilità, potrebbe rivelarsi un ottima mossa! Ogni nemico ha un suo punto debole che potrebbe essere proprio la natura dei vostro Gladius (fuoco, vento, acqua, terra e via dicendo), quindi chiamatelo in battaglia al più presto! Non conservate i cristalli che trovate in-game ma utilizzateli per risvegliare Gladius (più di una trentina tra uomini, donne e bestie).

Le battaglie potranno essere movimentate da continue combo, combo tra Ductor e combo tra Gladius, poi, come se tutto questo non bastasse, la barra del gruppo potrà essere “sacrificata” per creare una serie di attacchi (di gruppo, appunto) devastanti contro un nemico (con questa barra carica potrete soccorrere anche gli alleati caduti in battaglia). Se un combattimento risulterà lento o un nemico duro da eliminare provate ad iniziare voi una combo, il resto del party si adeguerà al vostro combattimento! Attacco di gruppo, Mossa letale e combo dovranno essere sempre usate sempre al momento giusto, magari studiando prima il combattimento.

Esplorazione aggressiva

L’esplorazione è la classica della serie Xeno dove ogni titano (o regione del pianeta per XenoX) è un mondo completamente esplorabile e pieno di posti nascosti (i mondi di gioco sono più piccoli di quelli visti in XenoX). Rex e il suo party potrà muoversi libero all’interno del mondo dove, sia nei villaggi che fuori, potrà aiutare i coloni completando missioni secondarie di ogni tipo. Le missioni secondarie saranno visualizzate sulla mappa da un pallino blu, mentre le missioni principale saranno in rosa. Grazie al registro delle missioni, potrete tranquillamente consultare i vostri obiettivi. Naturalmente, potrete cambiare leader del gruppo in quasi qualunque momento ed esplorare e combattere con lui/lei al posto che con Rex.

Come abbiamo detto, i titani offrono una buona area di esplorazione che potrà addirittura aumentare grazie alle maree: alcuni punti della mappa saranno sommersi dal Mare di nuvole e quindi momentaneamente “bloccati” dalle sue maree. Vi spieghiamo perché: il titano è in continuo movimento e questo fa si che alcuni punti della mappa siano momentaneamente coperti dalle nuvole e quindi non accessibili. Facendo passare un po’ di tempo, magari dormendo in una locanda, il titano, muovendosi, farà abbassare le maree di nuvole e quindi, quelle zone precedentemente non accessibili, saranno finalmente esplorabili.

Ritornano i Punti di raccolta (sotto forma dei classici prismi luminosi) dove l’eroe di turno sarà in grado, questa volta, di trovarci ben più di un oggetto: infatti se i vostri Gladius soddisferanno i requisiti del Punto di raccolta gli oggetti ad entrare nel vostro borsone saranno davvero tanti. Ogni oggetto raccolto avrà la sua funzione, sarà possibile creare potenziamenti per armi o semplicemente venderli ad un mercante in una città.

Anche i forzieri saranno sparsi nella mappa, pronti per essere trovati e vi regaleranno oggetti, potenziamenti e cristalli che, potrete trovare anche usando la vostra tuta da sommozzatore in determinati punti della mappa chiamati Punti di recupero: infatti, sborsando un cilindro, porterete dal Mare di nuvole tanti manufatti più o meno rari ma anche qualche grattacapo sotto-forma di nemico. Nei Punti di recupero sarà necessario pigiare i tasti indicati al momento giusto durante la rincorsa prima del salto, altrimenti rischierete di non portare su niente di buono. Se riuscirete nel mini-gioco avrete più possibilità di guadagnare oggetti migliori!

Non manca naturalmente la possibilità di livellare il vostro personaggio ma ciò accadrà effettivamente solo dopo una bella dormita. Rex e soci potranno salire di livello completando missioni o battendo nemici ma i bonus sulle statistiche non avverranno all’instante, infatti il level-up dei personaggi sarà tale soltanto dopo aver sborsato un po’ dei vostri quattrini in una delle locande del villaggio, qui, finalmente, il o i livelli saliranno aumentando PS, attacco, resistenza e tutte le altre caratteristiche della vostra squadra.

Xenoblade 2 ha un problema però (magari è un problema di pre-release): la fauna locale sarà quasi sempre molto aggressiva e passerete maggior parte dell’esplorazione cercando di scansare tutti. Ciò, secondo noi, è un po’ troppo frustrante in alcune occasioni, dove la fauna vi verrà letteralmente addosso uccidendovi all'istante e facendovi così resuscitare nella parte opposta della mappa. Qual è il problema quindi? Un cattivo bilanciamento dei mostri in alcuni punti cruciali della mappa. Magari Monolith Soft. e Nintendo rilasceranno una patch post lancio che risolverà questo fastidioso problema.

Sempre discusso, ma importantissimo, fattore Switch

Abbiamo giocato Xenoblade Chronicles sia su Nintendo Wii che su new Nintendo 3DS, con questa piccola premessa pensiamo che Nintendo Switch sia stato creato anche per questo motivo, la portabilità di una console “da salotto” è un fattore importante così come le tante features che questa console offre.

Giocato in portatile la qualità grafica di Xenoblade 2 si abbassa notevolmente. Basterà però qualche minuto al vostro occhio per abituarsi a questo nuovo assetto grafico e godere di tutti i benefici del gioco dove volete! Giocare ad un titolo di questa portata in treno, al parco (ovunque insomma) non ha prezzo.

Infine, l’HD Rumble della console è ben sfruttato specialmente quando, accidentalmente o meno, precipiterete dall’alto (magari in acqua): la vibrazione made-in-Nintendo rilascerà nelle vostre mani un effetto caduta non male. Anche il Pro Controller (fantastica la nuova versione dedicata) è naturalmente compatibile con il gioco: più comodo dei Joy-Cons in modalità TV ma non porterà alcun tipo di novità al gameplay.

Conclusioni

Xenoblade Chronicles 2 vanta, oltre che ad un design generale mostruoso, una colonna sonora epica composta da un centinaio di brani assai orecchiabili, orchestrati dal grande Yasunori Mitsuda in collaborazione con ACE, Kenji Hiramatsu e Manami Kiyota! Per non parlare dei numerosi guests presenti nel cast artistico.

Il nuovo J-RPG della serie Xeno da il meglio di se in modalità TV anche se, in entrambe le modalità di gioco, abbiamo notato qualche calo di frame in alcuni luoghi. Sommato ad un cattivo bilanciamento dei nemici, Monolith Soft. avrà del lavoro da fare post lancio, ma ciò non va di certo a penalizzare il voto finale di questo immenso titolo.

Xenoblade Chronicles 2 è un'esperienza ricca di contenuti e vanta innumerevoli novità che vi illustrerà lui stesso con il proseguire dell’avventura, un’avventura meno oper-world ma migliore da giocare, anzi da vivere. Si, Xenoblade Chronicles 2 è un titolo che va vissuto!

Nintendo rilascerà Xenoblade Chronicles 2 dal prossimo 1° dicembre 2017 in versione fisica (con tanto di Limited) e in versione digitale al prezzo di €59.99. Saranno necessari 13 GB di spazio libero su console o microSD per scaricare il gioco in versione digitale più altri 3 o 4 per scaricare il doppiaggio in giapponese (a cui sfortunatamente non abbiamo accesso anticipato). I dialoghi di gioco sono ben tradotti in italiano.

Disponibile sempre dal 1° dicembre 2017 il Pass Stagionale porterà, con il passare del tempo, nuovi oggetti, missioni e, addirittura, infine, un’avventura completamente nuova!

A seguire troverete i nostri classici  e  e la nuova tabella dei voti!

  • Titani, personaggi e design
  • Visivamente sublime
  • Colonna sonora magistrale
  • Tanti Gladius rari da scoprire
  • Longevità assicurata

  • Qualche calo di troppo
  • Bilanciamento dei nemici da migliorare

Clicca sul banner per volare sulla pagina del gioco nel sito ufficiale Nintendo!

Commenti da Facebook

Nessun commento ancora

Lascia un commento