RECENSIONE: Deemo – GameScore

Chi conosce il settore mobile avrà già sentito parlare della Rayark Inc. È un gruppo di sviluppatori orientale conosciuto per aver fatto nascere, nel 2012, il rythm game Cytus. È stato il loro primo titolo su questo genere ed è riuscito a conquistare buona parte del pubblico in poco tempo. Dopo un anno dal suo rilascio, gli sviluppatori lanciarono Deemo, un altro esponente dello stesso genere ed il risultato non cambiò di molto: l’utenza rimase così entusiasta che ancora oggi viene aggiornato con nuove sinfonie da parte di musicisti recenti e passati.

Deemo – Recensione

Recensione a cura di GameScore – G.Bislacco

Dopo quasi quattro anni dalla sua uscita, Deemo si lancia ancora una volta nel mondo delle console, raggiungendo la recentissima Switch grazie alla Flyhigh Works al prezzo di €29,99. Dopo aver suonato per oltre sette ore musiche di generi completamente differenti posso affermare che la versione di Deemo per Nintendo Switch, che contiene tutti i DLC usciti finora, è un capolavoro ed è forse uno dei migliori porting dal settore mobile. Scopriamo insieme perché la penso così, analizzando prima il gameplay e, dopo, la trama.

Come ogni rythm game che si rispetti, i giocatori che proveranno Deemo dovranno premere una sequenza di pulsanti per “suonare” la musica che hanno precedentemente scelto. Per suonare basterà premere, col nostro dito, le barre che si troveranno sulla linea nera situata in fondo allo schermo (di conseguenza, questo gioco è utilizzabile solo senza la modalità TV). Il giocatore troverà tre tipi di pulsanti, anche se due di questi si comportano nello stesso modo::

  1. Barra nera/Barra bianca e nera: Basterà premerlo una volta e subito dopo produrrà un suono. È importante sapere che solo la barra completamente nera produrrà il suono del piano; l’altra no.
  2. Barra gialla: A differenza dell’altro il giocatore dovrà mantenere premuto il dito sullo schermo della Switch. La barra gialla è quasi sempre accompagnata da altri pulsanti gialli ed i neofiti del genere dovranno stare molto attenti: queste note aumentano notevolmente le combo… ma bisogna sapere bene quando e come si prende la prima nota gialla, per mantenere un risultato perfetto.

Probabilmente starai pensando che, se sono tre le barre da gestire e due di queste si comportano allo stesso modo… non è così difficile, questo gioco. Sappi che hai appena preso sottogamba la difficoltà che può raggiungere DeemoOgni musica presente in questo gioco ha tre difficoltà da scegliere (in realtà sono quattro… ma non tutte le sinfonie raggiungono quel tasso di difficoltà) e queste sono, a loro volta, divise in una scala gerarchica di difficoltà chiamata “level“. Appena proverete a giocare nelle difficoltà più alte, capirete che la tranquillità della modalità “Easy” sarà solo un lontano ricordo. Troverete sinfonie dolci e relativamente semplici come Wings of PianoSaikaSakura iro no lume e Post-script. Scoprirete, poi, la velocità di ritmo di Run Lads Run ed Anima che metterà a dura prova la vostra capacità di reazione, con sinfonie come Yaoyue vi sentirete obbligati a conoscere in anticipo la posizione delle barre ed Entrance vi permetterà di imparare nuovi metodi per affrontare l’apparizione delle note. Insomma, ogni musica riesce a colpire l’animo del giocatore grazie alla sua combinazione di musica, voce, posizione delle barre e velocità di ritmo.

Deemo

È da anni che non ci vediamo, cara Magnolia… ma ora è giunto il momento della mia rivincita. Fatti sotto!

Rimanendo nell’argomento delle musiche, Deemo offre oltre 200 sinfonie raccolte in vari album chiamati “libri. Per raggiungere questa quantità, però, dovrete fare due cose:

  • Continuare a suonare le canzoni che non avete ancora ultimato. Più musiche suonate, più libri potrete usare!
  • Interagire nel castello di Deemo prima di scegliere la canzone da suonare. Questo vi permetterà di sbloccare alcune musiche nascoste, che saranno disponibili poco dopo

Vi ho appena spiegato il gameplay che, come avrete intuito, è molto semplice ed immediato. È arrivato il momento di parlare della trama. Se leggiamo la sinossi disponibile sull’eShop troviamo questo:

Deemo è un essere misterioso che vive da solo in un castello e passa il tempo suonando il pianoforte. Un giorno, una giovane ragazza senza ricordi cade dal cielo, spezzando la sua solitudine. Deemo si sente in dovere di aiutarla a tornare nel suo mondo.

Mentre è alla ricerca di un modo per riportarla in cielo, Deemo nota un alberello che cresce quando si suona della musica. Suonando abbastanza, Deemo potrebbe riuscire a trasformarlo in un maestoso albero, alto abbastanza da toccare il cielo

Man mano che interagisce con la sua ospite, Deemo capisce cosa significa avere un amico. Cosa li attenderà quando la ragazza avrà recuperato la memoria? Scoprilo in questa commovente storia.

È banale? probabilmente… ma ci sarà un plot twist di dimensioni gigantesche alla fine della storia! Inoltre, nel preciso istante in cui la protagonista di questo gioco riprenderà la memoria scoprirete alcuni eventi che vi faranno scendere qualche lacrimuccia. Il tutto viene rafforzato dal fatto che in tutti i filmati la musica fa da padrone, eliminando ogni possibile doppiaggio.

Voglio spiegarvi una piccola curiosità: avanzare nella trama di Deemo (Switch) è piuttosto facile. Per chi non lo sapesse nella versione Mobile, prima dell’update 3.0, era snervante avanzare nella storia perché il giocatore era quasi obbligato a completare – e ripetere – tutte le canzoni che aveva a disposizione (e senza i DLC i libri disponibili sono molto pochi). Ora, con l’aggiornamento 3.0, gli sviluppatori hanno fatto l’esatto opposto: ora come ora basta toccare delle palline bianche per aumentare vertiginosamente determinate percentuali per avanzare nella trama. Fortunatamente la versione Switch mette il giocatore in una situazione piuttosto equilibrata: sono state tolte le palline bianche citate poco fa ed il giocatore ha più libri a disposizione per evitare di ripetere continuamente le stesse musiche. Questo rende il gameplay della versione Switch migliore rispetto quella Mobile.

Deemo

Una volta selezionata la musica vi sarà chiesto di modificare alcune caratteristiche più “tecniche”. Al centro potete selezionare la velocità con cui arriveranno le note (La sequenza rimarrà sempre uguale), a sinistra potrete scegliere il volume della musica e a destra troverete l’intensità del suono delle vostre note. In questo modo potrete personalizzare la vostra esperienza!

A dirla tutta, questa versione di Deemo non ha particolari difetti ma voglio comunque sottolineare alcune cose che non tutti i giocatori apprezzeranno. Per prima cosa potreste ritenere che la grandezza dello schermo sia troppo piccola per questo gioco e potreste non sopportare la mancanza di particolari animazioni durante l’esecuzione della vostra sinfonia (anche se, secondo la mia opinione, è meglio così. In questo modo il giocatore si concentra al 100% sule note, senza togliere lo sguardo su un possibile video). Voglio, però, avvertirvi che le probabilità che spostiate la console inavvertitamente durante l’esecuzione della musica sono alte. Di conseguenza, vi consiglio di giocare in un posto dove la Switch risulti ben salda col terreno.

In conclusione, la versione Switch di Deemo risulta un capolavoro sotto molti punti di vista. Il gameplay è semplice, immediato e molto personalizzabile. Adatto per principianti ed esperti, questo rythm game sarà in grado di stupire ogni giocatore grazie alle 200+ canzoni che potrete suonare. Consiglio caldamente l’acquisto, per €29,99 ne vale la pena!

Vorrei concludere questa recensione con un video della versione iOS dove potete vedere un giocatore che completa al 100% la sinfonia “Aragami” (xi) a difficoltà EXTRA. Con questo video non solo voglio non solo mostrarvi il gameplay, ma anche il livello di difficoltà e di “follia pura” che dovrete raggiungere se avrete intenzione di completare questo titolo al 100%. Buona visione!

Clicca sull’immagine per volare su GameScore.it

Articolo originale a cura di G.BISLACCO

Commenti da Facebook

Nessun commento ancora

Lascia un commento