Persona 4 Arena Ultimax – Recensione

da | 02/04/22 10:10

Una nuova grande avventura sbarca su Nintendo Switch: stiamo parlando di Persona 4 Arena Ultimax, il picchiaduro di casa Atlus. Ecco a voi la nostra imperdibile recensione.

Nel corso degli ultimi anni molte compagnie hanno rilasciato, come di consuetudine, alcuni progetti considerati “minori” con l’obiettivo principale di ampliare la narrativa, laddove fosse possibile, sfruttando al meglio determinati franchise. Questa pratica in alcuni casi funziona decisamente bene, portando a compimento titoli con un taglio di gameplay totalmente diverso, riuscendo a sperimentare molto di più rispetto ai capitoli principali. Un esempio lampante è il lavoro svolto dalla stessa Atlus forte del successo globale ottenuto con Persona 5, celebre videogiochi di ruolo pubblicato nel 2016 in Giappone e nel 2017 in Europa su PlayStation 4.

Dopo alcuni anni la compagnia ha deciso di ampliare la narrativa producendo lo spin-off Persona 5 Strikers, una completa rivoluzione che abbraccia la struttura a mosou e narra nuove vicende con gli stessi protagonisti del quinto capitolo. Persona 5 Strikers è stata una mossa vincente, un titolo che ha saputo conquistare una buona fetta di utenza anche su Nintendo Switch, dal lancio avvenuto lo scorso 23 febbraio 2021 sia in edizione fisica che digitale.

Non è la prima volta che Atlus prova a sperimentare utilizzando vecchi capitoli della sua celebre serie di punta, che quest’anno festeggia il suo 25esimo anniversario. In questo caso, la stessa compagnia ha voluto pubblicare Persona 4 Arena Ultimax, una versione completa del capitolo originale uscito nel 2014 su PlayStation 3 e Xbox 360. Tale edizione è disponibile dal 17 marzo 2022 e comprende ogni contenuto rilasciato per i capitoli “arena”, introducendo interessanti novità nella componente di gioco.

Un’avventura che sfrutta appieno la forza del franchise di casa Atlus

Persona 4 Arena Ultimax offre una degna storia che merita di essere vissuta dall’inizio alla fine. Questa esperienza si pone come seguito diretto di Persona 4, ampliandone la linea narrativa e trasformandola in un sorprendente picchiaduro. La modalità storia, nel dettaglio, presenta la completa campagna di Persona 4 Arena in cui viene inclusa la sua particolare continuazione, oltre che il tanto desiderato pacchetto di DLC (che all’epoca venne venduto separatamente).

Quest’ultimo approfondiva la narrativa del titolo da un punto di vista totalmente opposto, analizzando ogni personaggio nello specifico. Complessivamente, avrete tre storie che si sviluppano sfruttando la struttura da visual novel alternando combattimenti, con il classico stile picchiaduro, che coinvolgono i protagonisti di Persona 4 e, in secondo momento, di Persona 3. L’episodio “P4” vede in azione i protagonisti impegnati in un misterioso torneo di combattimento chiamato “P-1 Grand Prix”, trasmesso dal “Mondo della TV”, nel quale si decideranno le sorti dell’intera umanità.

Ad aiutarci in questa epica avventura ci sarà anche un altro talentuoso team, che si era unito due anni prima. Non entrando troppo nella linea narrativa del gioco per evitare facili spoiler, sappiate che per godere appieno di questa esperienza il nostro consiglio è di aver giocato prima Persona 3 e Persona 4 Golden per avere una preparazione tale da conoscere almeno una buona parte della storia raccontata prima di questo affascinante capitolo.

Un picchiaduro divertente e appagante

Analizzando il versante del gameplay di Persona 4 Arena Ultimax, questa produzione adotta sessioni di gioco da vero picchiaduro bidimensionale, alternandole con porzioni da visual novel. Questa particolare mossa limita le parti di gameplay quando si affronta la narrativa del gioco. Il roster è composto da oltre 20 personaggi da poter utilizzare sul campo di battaglia, a cui si vanno ad aggiungere le versioni alternative chiamate “ombra”. Arc System Works, il team di sviluppo che si occupa di questo titolo, ha costruito un combat system dinamico e spettacolare, dimostrando ancora una volta la sua eccelsa qualità nel realizzare titolo del genere.

L’impostazione base è quella classica: ogni combattente avrà la possibilità di alternare colpi potenti o leggeri, oltre che evocare il proprio “Persona”. Una delle novità presenti in questo capitolo (come anche nella release originale) consiste nel prestare particolare attenzione nell’essere colpiti durante l’utilizzo di un “Persona”. Infatti significa perdere una carta a disposizione e, una volta esaurita la propria riserva, entrare nel “Persona Break”. Quest’ultimo è un particolare status di condizione che rende impotenti nei confronti del nostro avversario, ponendolo in una situazione di puro vantaggio. Non mancheranno le classiche mosse come le prese, attacchi speciali e molto altro ancora, che rendono Persona 4 Arena Ultimax un prodotto davvero completo nell’ambito dei titoli picchiaduro in generale.

Tra le modalità presenti in questa release possiamo sottolineare la presenza di diverse tipologie di allenamento, una modalità specifica denominata “Sfida” e le immancabili modalità VS per multiplayer locale e online. A nostro avviso la categoria più divertente è la “Golden Arena”, dove i giocatori prenderanno parte a una serie di incontri di difficoltà crescente, che garantiranno punti esperienza a ogni vittoria. Si tratta di una particolare modalità che porta una ventata di freschezza a tutto l’impianto di gioco. Vi ricordiamo che ogni funzione che sfrutta la componente online è riservata esclusivamente a tutti coloro che sono abbonati al servizio a pagamento Nintendo Switch Online.

Atlus confeziona un ottimo porting che brilla sulla console ibrida nipponica

Persona 4 Arena Ultimax è la vera versione definitiva di Ultimax, che include tutti i DLC usciti nel titolo originale. Il team di sviluppo ha svolto un lavoro egregio nell’ottimizzare tale produzione nel migliore dei modi su Nintendo Switch, ottenendo un vero e proprio successo sotto tanti punti di vista. La presenza di nuovi contenuti premierà tutti coloro che decideranno di acquistare questa edizione, pur sapendo di alcune limitazioni presenti.

Nelle scorse settimane la stessa Atlus ha confermato che per la prossima estate arriverà il tanto atteso passaggio al “Rollback Netcode”, ma non sarà disponibile per Nintendo Switch, visto che sarà implementato solo su PlayStation 4 e PC. Un vero peccato, specialmente per coloro che vogliono godersi il titolo con una componente online veramente performante e al passo con i tempi. In fase di recensione non abbiamo constatato alcun bug, e il comparto grafico si è dimostrato all’altezza della situazione.

La risoluzione è variabile, ma sia in modalità docked che portatile si difende molto bene (con un frame rate a 60fps solidi). La mappatura dei comandi è di notevole qualità, impreziosita maggiormente se giocherete con il Nintendo Switch Pro Controller. Infine, analizzando il comparto sonoro non possiamo che ritenerci soddisfatti poiché si mostra in linea con produzioni di questo calibro, che sposano diverse sonorità. Questa release contiene il doppiaggio sia in lingua giapponese che inglese, con inclusi i sottotitoli in lingua italiana.

Tanto divertimento in questo epico capitolo spin-off della serie

Persona 4 Arena Ultimax è davvero un gradito ritorno nella scena dei titoli picchiaduro disponibili sul mercato videoludico. Un’esperienza completa, piena di contenuti aggiuntivi (che non erano presenti nella release originale) con Atlus che riesce a portare a casa con successo un’altra grande produzione sulla console ibrida Nintendo. Se siete amanti del genere, e conoscitori di questo leggendario franchise, non potrete non acquistare questa imperdibile produzione.

Persona 4 Arena Ultimax è disponibile dal 17 marzo 2022 in versione digitale scaricabile dal Nintendo Switch eShop al prezzo di € 29,99 per 14828,00 MB di spazio complessivi. Il gioco è localizzato in Tedesco, Inglese, Spagnolo, Francese, Italiano ed è compatibile con il cloud dei dati di salvataggio e Nintendo Switch Pro Controller.

PRO

  • Un picchiaduro di inestimabile qualità
  • Roster di combattenti vario e ben realizzato
  • Tante ore di divertimento

CONTRO

  • L’implementazione del “Rollback Netcode” non riguarderà la versione per Nintendo Switch