Ninja Gaiden: Master Collection – Recensione

da | Giu 21, 2021

Tre capolavori intramontabili in un’unica collection: Ninja Gaiden arriva finalmente su Nintendo Switch. Ecco la nostra recensione.

In un panorama videoludico mondiale che ancora oggi combatte con ogni mezzo la grave pandemia di Coronavirus, le compagnie cercano in tutti i modi di rivoluzionare le proprie offerte con titoli che sappiano attirare l’interesse di tutti i videogiocatori. Nintendo, dal canto suo, dopo i primi 6 mesi del 2021, è riuscita a proporre una line-up di esclusive di enorme qualità, a cominciare da Monster Hunter Rise fino ad arrivare all’imminente uscita di Mario Golf: Super Rush, nuovo capitolo sportivo che cerca di bissare il discreto successo ottenuto con Mario Tennis: Aces.

Nel mezzo, non possono mancare naturalmente produzioni di terze parti che cercano di sfruttare al meglio la potenza messa a disposizione dall’hardware nipponico. Un esempio lampante sono i buonissimi rapporti tra la stessa Nintendo e Koei Tecmo, con quest’ultima che nei mesi scorsi ha realizzato in esclusiva su Nintendo Switch niente meno che Hyrule Warriors: l’era della calamità. In questo caso la compagnia ha deciso di riproporre un vecchio classico: il leggendario Ninja Gaiden, una delle serie videoludiche più popolari mai create nel corso degli ultimi anni.

Grazie a questa mossa commerciale, la compagnia ha pubblicato Ninja Gaiden: Master Collection. Tale release include i seguenti titoli: Ninja Gaiden Sigma, Ninja Gaiden Sigma 2 e infine Ninja Gaiden 3: Razor’s Edge, disponibili dal 10 giugno 2021 su Nintendo Switch e Nintendo Switch Lite. Ed è con questa premessa che noi di Nintendo Player ci accingiamo a recensire per voi questa importante ed affascinante release. Buon lettura.

Ryu Hayabusa, il ritorno del leggendario Ninja

All’interno di questa collection, come precedentemente indicato, ci troviamo di fronte a tre vere e proprie opere d’arte, realizzate con una cura invidiabile per gli standard dell’epoca. Ninja Gaiden, il primo cronologico di questa release, venne pubblicato nel lontano 2004 in esclusiva su Xbox. La storia del gioco ruota attorno alla misteriosa Spada del Drago Nero, un’antica arma che secondo la leggenda venne creata dalle ossa di un vero e proprio Drago Nero. Leggenda o meno, un giorno il protagonista Ryu Hayabusa ricevette in dono la spada niente meno che da suo padre con il compito di proteggerla ad ogni costo.

Un giorno, durante una visita del ragazzo alla base del clan delle ombre, all’improvviso quest’ultimo venne a sapere da un Senpai che il suo villaggio era stato attacco senza pietà da dei misteriosi combattenti. Poco dopo Ryu venne a conoscenza di un futuro nefasto che lo attendeva, e senza svelare ulteriori dettagli, sappiate che vi attenderà un epico viaggio all’inseguimento di un terribile nemico.

In Ninja Gaiden 2, titolo rilasciato nel 2008, vi troverete cronologicamente a distanza di un anno dagli eventi del precedente capitolo. La vita sembra scorrere tranquillamente, fino a quando Sonia, una ragazza affascinante della CIA fa la sua comparsa e chiede informazioni di Ryu al noto fabbro Muramasa. In un clima apparentemente calmo, all’improvviso quest’ultima viene rapita da dei Ninja del Clan Ragno Nero e da quel momento il nostro Ryu riappare sulle scene con il compito di salvarla.

Naturalmente questo è solo l’incipit di quello che vi attende in questo secondo capitolo, che ancora oggi si dimostra narrativamente ben realizzato. Viaggerete in giro per il mondo sfidando il terribile Clan del Ragno Nero, in un confronto che vi porterà a superare ogni limite che vi siete imposto se vorrete realmente avere la meglio su di essi. Dopo il buon successo ottenuto da questo titolo, nel 2012 venne pubblicato il terzo capitolo di Ninja Gaiden, un’avventura che si presentò agli occhi di tutti rivoluzionaria (a detta anche dei suoi sviluppatori).

Questa epopea si colloca a distanza di pochi mesi dalla conclusione degli eventi in Ninja Gaiden 2, ma la sua vera e spiccata novità è la struttura del gioco. Rispetto al passato qui la struttura del titolo viene suddivisa in giorni. La storia inizia con la comparsa del segretario del Ministero della Difesa giapponese che chiede aiuto al leggendario Ryu Hayabusa. Il segretario prega in tutti i modi il ninja di aiutarlo a salvare il primo Ministro Britannico catturato da un gruppo di terroristi. Una narrativa semplice ma accattivante, che anche in questo caso getta delle basi solide per questo ennesimo capitolo.

Un gameplay immortale

Ninja Gaiden e gli altri titoli della serie si presentato agli occhi del videogiocatore come esperienze action frenetiche, dove l’attenzione regna e ogni minimo errore può portare alla sconfitta. Ryu, insieme alle sue colleghe femminili Ayane, Rachel, Momiji e Kasumi potrà vantare colpi veloci e potenti, che possono mettere in serio pericolo ogni nemico che incontrerete nel corso delle vostre avventure. Questo combat system cosi ben realizzato, con una visuale in terza persona sul nostro protagonista, premia notevolmente l’aspetto scenografico dell’intera release. Scelta che ancora oggi si dimostra all’altezza della situazione, specialmente per gli standard attuali videoludici.

Nell’avanzare delle vostre campagne, potrete constatare come aumenterà notevolmente la possibilità di utilizzare nuove armi, inedite mosse spettacolari e tanto altro ancora. La longevità dei titoli rimane buona, con un tasso di sfida regolabile naturalmente dalle impostazione in base alle vostre esigenze.

Ryu, indipendentemente dal capitolo che starete giocando, dovrà studiare bene i nemici e determinare ogni tipo di condizione avversa che sarà molto utile per avere la meglio su qualsiasi nemico o creatura demoniaca gli si parerà davanti. Il tallone d’Achille, specialmente nei combattimenti, rimane ancora sfortunatamente la telecamera che sul più bello si pianta nel vero senso della parola facendovi perdere per un istante il controllo del combattimento.

Tale problematica nel corso degli anni non è stata sistemata anzi constatiamo in fase di recensione come nel 2021 rimanga ancora irrisolta. Ogni capitolo, oltre alla storia principale, propone anche una serie di missioni extra. Non mancheranno le classiche prove di sopravvivenza, scontri a tempo e infine è anche presente la modalità da giocare con due protagonisti ma in quest’ultima il proprio compagno sarà gestito dalla CPU (Ninja Gaiden 2).

Una degna collection su Nintendo Switch

I tre capitoli di Ninja Gaiden sono finalmente disponibili sulla console targata Nintendo. Il lavoro svolto dal team di sviluppo è tutto sommato soddisfacente nel riproporre in grafica aggiornata ogni capitolo. Il primo Ninja Gaiden è naturalmente quello che soffre di più sotto questo punto di vista: si poteva fare qualcosa di meglio, magari rendendolo più presentabile in determinate situazioni in-game.

Certo, si sarebbe potuto fare un’operazione simile a quella fatta da Square Enix con NieR Replicant, i quali hanno rivoluzionato il lato estetico dei personaggi rendendolo quasi completamente un remake. Koei Tecmo invece non ha voluto investirci particolarmente, limitandosi ad una “semplice” rimasterizzazione dei tre giochi. Ninja Gaiden 2 invece si dimostra quello meglio definito sotto l’aspetto estetico, specialmente nei modelli dei personaggi che brillano in tutta la loro bellezza.

Anche i filmati ancora oggi fanno la loro figura, forti di una caratterizzazione unica e di un’impronta narrativa di ottimo livello. Per quanto riguarda Ninja Gaiden 3 forse ancora oggi si presenta come il capitolo meno ispirato dell’intera trilogia. Le cause sono dovute al cambio di stile adottato dagli sviluppatori, ma nel complesso rimane un’esperienza godibile anche se meno delle altre due. Il gioco di luci, specialmente negli ambienti scuri, non funziona benissimo e in alcuni istanti pecca di realizzazione.

La musica rimane un valore aggiunto per giochi di questo genere, si fonde perfettamente con l’avventura che state vivendo. Tutti i tre capitoli presenti nella collection non hanno problemi di rallentamenti, con il frame-rate a 30 fps stabili e con una risoluzione che varia a seconda della modalità di gioco. Confermati i sottotitoli in lingua italiana e grazie a questa release sono incluse tutte le modalità di gioco, con tutti i costumi rilasciati nel corso delle rispettive pubblicazioni.

I Ninja sono tornati e sono più in forma che mai!

Ninja Gaiden: Master Collection è l’edizione definitiva che tutti gli appassionati di questo franchise stavano aspettando da tantissimo tempo. Comparto grafico rinnovato e tanti contenuti che vi faranno impegnare oltre che divertire per molte ore. Il nostro consiglio? Sia che siate amanti di questo genere o meno lasciatevi cattura da Ryu Hayabusa, non ve ne pentirete affatto, vivrete tre storie epiche che ancora oggi a distanza di anni hanno lasciato un segno nel panorama videoludico mondiale.  

Ninja Gaiden: Master Collection è disponibile dal 10 giugno 2021, sia in edizione fisica che in versione digitale scaricabile dal Nintendo Switch eShop al prezzo di € 39,99 per 3934,00 MB di spazio complessivi. Il gioco è localizzato in Tedesco, Inglese, Spagnolo, Francese, Italiano, Giapponese, Cinese ed è compatibile con il cloud dei dati di salvataggio e Nintendo Switch Pro Controller.

PRO

  • Una collection unica
  • Prezzo della release sul Nintendo eShop competitivo
  • Storie avvincenti
  • Gameplay che riesce ancora a sorprendere

CONTRO

  • Alla lunga può risultare frustrante
  • Pochi miglioramenti grafici

Info utili:

Commenti da Facebook