La rinata THQ Nordic porta su Nintendo Switch l’esperienza completa di corse fuoristrada, motocross e ATV portano salti e cadute rovinose su Nintendo Switch.

Però, parliamo più che altro di cadute rovinose (ahinoi).

Noi videogiocatori, che abbiamo passato gli anni ’90 e 2000 mangiando a colazione latte, cereali e Motocross Madness, siamo sicuri che, ancora oggi, nessuno di questi giochi di corse motocross si avvicini al capolavoro di Microsoft per intuito, immediatezza e divertimento. MX vs ATV All Out almeno ci prova, e l’inizio non è affatto male.

Avviando il gioco abbiamo subito la possibilità di provare i comandi della nostra moto da cross attraverso un’immensa area interamente percorribile su 2 o 4 ruote. Salti, cadute, checkpoint, curve a gomito e ancora cadute. A primo impatto è proprio come un Motocross Madness di nuova generazione. Non è intuitivo però. Infatti, se vogliamo intraprendere un campionato dobbiamo navigare nel terribile menu a comparsa (tasto +) e selezionarne uno dei tanti, tutti ben personalizzabili (Supercross, Nationals, Opencross, Waypoint) e composti da 5 o 6 gare a punti su classifica finale, un po’ alla GRID per intenderci. Mentre, scorrazzando per i campi di questo grande parco aperto iniziale, troveremo delle zone interattive dove attivare i tanti tutorial disponibili.

Anche la giocabilità, a nostro avviso, è poco intuitiva ma non certo da buttare. Con i tasti dorsali acceleriamo e freniamo mentre con la levetta analogica di sinistra sterziamo. Su due ruote, è fortemente consigliato usale entrambe le levette analogiche per sterzare visto che con quella di destra comanderemo l’inclinazione della moto e quindi, usandola anche in curva, il nostro pilota eviterà di andare a sbattere su di un cartellone.

La cosa va leggermente a peggiorare quando si usano i veicoli a 4 ruote dove la giocabilità risulta piuttosto stressante e mal bilanciata, così come il livello di difficoltà degli altri sfidanti. L’IA delle altre moto è imbarazzantemente statica, come se non ci fosse.

Uno dei pochi pro è sicuramente la possibilità, fin da subito, di giocare localmente in 2 tramite schermo diviso. Stesso discorso per quanto riguarda la modalità online compatibile con ben 16 giocatori. Queste modalità multigiocatore sono, ormai, fondamentali per un gioco del genere (vi ricordiamo che l’unica pecca di GRID, nella nostra recensione, era proprio la mancanza di queste modalità, aggiunte in seguito tramite aggiornamento gratuito).

Anche la personalizzazione del vostro alter ego e precisa e ben fatta. Potrete vestire il vostro motociclista scegliendo un’infinità di modi differenti combinando outfit realizzati da marchi e sponsor reali. Non male!

Per quanto riguarda il porting nostrano, vi ricordiamo che il gioco è del 2018, MX vs ATV All Out gira sufficientemente bene su Nintendo Switch. L’ottimizzazione generale è molto buona, così come la visualizzazione in modalità portatile e in TV. Abbiamo comunque riscontrato qualche strano glitch che non ci ha impedito di continuare la nostra corsa, anzi, ci ha fatto fare anche qualche risata. Il gioco è anche compatibile con il Rumble HD.

MX vs ATV All Out fa bene il suo compitino, come quando la maestra diceva ai vostri genitori: “Si, ma potrebbe fare molto di più”. Quante volte avete ascoltato questa frase? MX vs ATV All Out è proprio così, un gioco di corse fuoristrada con grafica Low Detail e continui pop-up della vegetazione (ma allora perché non toglierla proprio?), con una colonna sonora garage anni 2000 che compare giusto nel finale e uno score audio di fondo imbarazzante. MX vs ATV All Out poteva certamente fare molto di più, comunque qualche gara, specialmente in compagnia, ve la farà fare.

Il nostro consiglio, da videogiocatore e videogiocatore? Scovate un vecchio PC, un vecchio disco di Motocross Madness e divertitevi. Ah, non vi abbiamo detto una cosa, gli sviluppatori di MX vs ATV All Out sono Rainbow Studios, gli stessi dei primi 2 mitici Motocross Madness..

MX vs ATV All Out è disponibile su Nintendo Switch dal 1° settembre 2020 sia in digitale su eShop che in versione fisica su cartuccia allo stesso prezzo (un po’ altino qualitativamente parlando) di € 39.99 per 7.1 GB di spazio su console o microSD per la versione digitale.

Compatibile con il Cloud dei dati di salvataggio, Pro Controller e HD Rumble. Lingua italiano disponibile.

Pro:

  • Modalità multigiocatore disponibili da subito
  • Gare a checkpoint e modalità libera le più divertenti
  • Personalizzazione e marchi originali
  • Buona ottimizzazione

Contro:

  • Livello grafico generale
  • Score sonoro senza alcun senso
  • IA pessima
  • Prezzo altino nonostante i tantissimi pacchetti da acquistare
  • Giocabilità

Link utili:

Commenti da Facebook