I ragazzi di Krillbite Studio rilasciano sul Nintendo Switch eShop un narrative game misterioso e onirico, Mosaic, che porta il giocatore ad esplorare la quotidianità nel modo più contorto.

Dopo aver rilasciato sul Nintendo Switch eShop il loro primo progetto, Among the Sleep, un adventure horror in prima persona con cui riscossero un buon successo, i danesi di Krillbite Studio ci riprovano anche il loro secondo e personale videogioco indipendente, Mosaic, già disponibile sullo shop online Nintendo

Modaic è un’adventure game moderno e surreale che tratta argomenti importanti come la monotonia lavorativa e l’utilizzo dei dispositivi intelligenti come mezzo di distrazione e alienazione.

Vestiremo i panni di un uomo e seguiremo i suoi movimenti giornalieri e ripetitivi tra casa e lavoro. In un mondo futuristico (ma non troppo) avremo a che fare con tecnologie dei giorni nostri, lo smartphone su tutti. Infatti, il nostro povero uomo potrà accendere il suo dispositivo intelligente in qualunque momento della sua noiosa giornata per leggere i messaggi dei suoi famigliari, le ultime notizie o giocare a BlipBlop, uno smartphone game insignificante dal grilletto, o meglio, dal click facile.

Capiterà spesso che il nostro uomo, nel tragitto tra casa e lavoro (non poteva mancare la classica mega-corporazione), si troverà ad esplorare zone della città non ben definite e luoghi assai misteriosi. La linea narrativa è pressoché assente (ci riferiamo a dialoghi tra PNG, la linea narrativa è presente ma in un suo modo particolare) e il gioco si sviluppa su un binario di azioni ben definite, cosa che comporta un alto tasso di ripetitività, ma infondo, il gioco parla di questo.

La prima ora di gioco è abbastanza monotona, con azioni ripetitive e un gameplay dall’interazione bassa, ma appena passata l’ora di gioc abbiamo notato un netto aumento del ritmo. Questa avventura dark e surreale coinvolge il giocatore verso la parte centrale dell’opera (opera che dura sulle 2 ore complessive) culminando con alcuni interessanti colpi ad effetto.

Beh, che dire, il gioco è tutto qui. Parlando della sua parte tecnica, Mosaic soffre di alcuni micro freeze prima e dopo i caricamenti in cui l’azione si stoppa, addirittura, e riprende subito dopo. Non un granché, visto che già il ritmo iniziale è parecchio basso.

Per quanto riguarda la modalità portatile, Mosaic è compatibile con il Touch-screen della console, cosa che va ad aumentare la godibilità e l’intuitività della giocabilità del gioco sviluppato da Krillbite Studio. Lo stile grafico è azzeccato e si sposa molto bene con le atmosfere moderne e surreali del titolo mentre la colonna sonora, realizzata da un team di ragazzi danesi, è più che altro ambient ma pecca di un vero brano importante.

Mosaic è l’ennesimo indie game di valore pubblicato da Raw Fury, seppur dal ritmo basso ma dalle tematiche moderne e assai importanti. Dategli un’opportunità, magari quando lo troverete a metà prezzo.

Mosaic è disponibile sul Nintendo Switch eShop dal 23 gennaio 2020 al prezzo di € 17.99 (attualmente in sconto del 15% se si ha in libreria un titolo dell’ampio catalogo Raw Fury) per 1.8 GB di spazio su console o microSD. Compatibile con il Touch-screen della console, con il Cloud dei dati di salvataggio, Pro Controller e localizzato (testi) in italiano.

Pro:

  • Atmosfera dark onirica e surreale
  • Stile grafico azzeccato

Contro:

  • Alcuni fastidiosi micro freeze
  • Inizialmente, molto lento e monotono

Link utili:

Altre recensioni di giochi Raw Fury:

Colonna sonora su Spotify:

Commenti da Facebook