L’apocalisse zombie arriva su Nintendo Switch grazie ad una versione migliorata del celebre titolo per smartphone. Into the Dead è una sorpresa da non lasciarsi sfuggire.

Sviluppato dalla piccola software house neozelandese PikPok e prodotto dalla texana Versus Evil, società sempre molto attenta sul panorama videoludico (grazie a loro abbiamo su eShop titoli di spessore come Pillars of Eternity e l’intera trilogia di The Banner Saga), Into the Dead 2 arriva su eShop non come un semplice port di un gioco per dispositivi intelligenti ma in una veste cucita su misura per l’ibrida di Nintendo.

Il gioco è uno sparatutto action in prima persona ambientato in un mondo devastato da un’apocalisse zombie, proprio come in The Walking Dead o meglio, come in un film di George A. Romero, in cui il personaggio principale del titolo deve farsi strada attraverso una quarantina di livelli lineari (divisi in 7 capitoli) con lo scopo di riunirsi alla sua famiglia.

Il nostro uomo avanzerà automaticamente verso orde di zombie che dovremo, prontamente, eliminare con una delle tantissime armi disponibili nel gioco. I livelli lineari sono molti vari e le run di gioco durano pochi minuti. Il suo gameplay è adatto a sessioni di gioco brevi e in modalità portatile, magari durante il tragitto in bus da casa a lavoro.

Dopo aver equipaggiato il nostro eroe con 2 delle tantissime armi disponibili (sbloccabili spendendo denaro e migliorabili grazie ai punti esperienza) dovremo percorrere una certa distanza evitando la morte e la distruzione portata dagli zombie. Anche la mira è automatica ma dovremo scegliere bene il momento in cui fare fuoco e calcolare il percorso che ci si parerà davanti evitando magari di sprecare tanti proiettili. Possiamo scegliere anche uno degli 8 animali disponibili da portare in battaglia, questi pets ci aiuteranno ad eliminare zombie e potranno essere potenziati progredendo nella storia (anche i pets ricevono punti esperienza spendibili per aumentare livello e statistiche).

La giocabilità del titolo in questione è davvero molto intuitiva e alla portata di tutti. Possiamo spostare lateralmente il nostro uomo con la levetta analogica di sinistra, sparare con ZR, lanciare una granata con R, cambiare arma con X, ricaricare con Y e usare l’abilità del vostro fedele compagno a quattro zampe con il tasto B. La mappatura del tasti è pensata anche per i mancini più esigenti: il tutto funziona semplicemente usando i tasti speculari della console se in modalità portatile o del Pro Controller.

Durante la corsa tra gli zombie ci imbatteremo in numerose casse di munizioni e in alcune armi fisse, tipo torrette, carri armati e altre simili. Ogni run ci chiederà di completare diversi obiettivi facoltativi come quello di uccidere un numero preciso di zombie o effettuare uccisioni con granate. L’obiettivo principale resta, naturalmente, quello di sopravvivere.

Se uno zombie riuscirà a placcarvi avrete a disposizione un coltello da piantargli in un occhio. L’arma da melee sarà soltanto una quindi cercate di scansare gli zombie una volta usata altrimenti sarete placcati e mangiati vivi.

A livello completato avrete diritto ad un oggetto tra i tre disponibili nel bottino. Potrete scegliere di prendere l’oro (per potenziare e sbloccare altre armi), fare scorte di granate oppure scegliere un potenziamento da equipaggiare alla vostra arma prima di una run.

Parlando del port, il lavoro svolto da Versus Evil nell’adattare un titolo per dispositivi intelligenti a Nintendo Switch è, come spesso abbiamo detto, eccellente. Il gioco (vista la sua natura) si presta benissimo alla modalità portatile offerta dalla console della Grande N. ma non disdegna la modalità TV per sessioni di gioco più lunghe.

In entrambe le modalità non abbiamo riscontrato rallentamenti di alcun tipo e abbiamo felicemente appurato la compatibilità con rumble HD e Touch-screen, feature uniche della console Nintendo.

Un altro punto degno di nota è la presenza dei 2 DLC (a pagamento), uno dedicato ai mitici Ghostbusters l’altro a La notte dei morti viventi di George A. Romero. Il primo, quello più esaltante, cade a pennello con il 35° anniversario del primo e storico film. In questo DLC vestirete i panni del novellino del gruppo e dovrete accompagnare Egon, Winston, Peter e Ray a catturare fantasmi con zaino protonico e altri aggeggi simili in compagnia di Slimer che vi farà da pet.

Il 2° DLC includerà una sorta di prequel dell’iconico film di Romero e nelle vesti di Ben dovrete fare quello che meglio vi riesce, ovvero uccidere zombi per una decina di livelli. Entrambi i DLC offrono, così come il gioco principale, una mini trama originale da portare avanti.

Disponibile nel pacchetto principale di gioco anche la modalità Arcade in cui equipaggiando una sola arma dovrete fare record di uccisioni.

Se cercate un titolo intuitivo e da run brevi Into the Dead 2 è il gioco che fa per voi. Il supporto di Versus Evil è ormai una garanzia e, anche in questo caso, fa del titolo in questione più di un semplice port.

Into the Dead 2 sarà disponibile dal 25 ottobre 2019 sul Nintendo Switch eShop al prezzo di € 34.99 per 1.5 GB di spazio su console o microSD. Sfortunatamente anche i DLC dovranno essere acquistati a parte (€ 4.99 l’uno) a meno che no deciderete di attendere i primi di novembre per acquistare la versione fisica del gioco con i DLC inclusi nel pacchetto.

Il gioco è localizzato in italiano (testi), compatibile con rumble HD, Touch-screen e Cloud dei dati di salvataggio per i possessori del Nintendo Switch Online.

Pro:

  • Semplice e intuitivo
  • Più di un semplice port da dispositivi intelligenti
  • Adatto a run brevi in modalità portatile
  • DLC interessanti
  • Molto longevo e con un tasso alto di rigiocabilità

Contro:

  • Prezzo non proprio abbordabile
  • Rischia di essere un po' ripetitivo

Link utili:

Commenti da Facebook