Ghostrunner – Recensione

da | 13/12/21 17:30

Siamo finalmente pronti a rilasciare la recensione della versione fisica di Ghostrunner per Nintendo Switch.

Uscito momentaneamente in digitale su eShop proprio un anno fa, Ghostrunner è un videogioco che mischia azione e platform. Il titolo sviluppato da One More Level e pubblicato da All In! Games e 505 Games può essere tranquillamente collocato in quella particolare classifica riservata esclusivamente ai giochi che fanno bestemmiare tanto (e visto che siamo in periodo natalizio non andiamo oltre).

Come abbiamo detto, Ghostrunner è un action/platform game in prima persona, per capirci al volo il titolo è un perfetto mix tra Mirror’s Edge e Dishonored. Uscito praticamente su quasi tutte le piattaforme (incluso Amazon Luna, se qualcuno l’ha mai vista..), Ghostrunner si comporta molto bene anche su Nintendo Switch.

In un futuro post-apocalittico causato dal cataclisma globale Burst, la popolazione è “custodita” all’interno di una gigantesca torre, la Dharma Tower. Qui, il nostro Ghostrunner (un ex poliziotto pesantemente potenziato) viene riattivato da alcuni uomini e, senza alcun ricordo, ha il compito di salvare l’Architetto ovvero la coscienza del primo uomo, Adam, costruttore della torre e di tutti i Ghostrunners (la polizia di un tempo). Il nostro eroe deve eliminare le forze militari di Keymaster (un tempo la confidente dell’Architetto) e salvare la torre dal colpo di stato da lei causato.

La trama non ha particolari intrecci e accompagna senza troppi colpi di scena il giocatore nella sua ardua esperienza. Il Ghostrunner può scattare, saltare, accovacciarsi e correre sulle pareti proprio come il miglior cyber-ninja di questo sfortunato mondo. Il giocatore è chiamato ad affrontare una serie di livelli ben realizzati in cui l’obiettivo principale è sempre quello di evitare trappole saltando da una parte all’altra e di eliminare le forze nemiche precisamente collocate nelle parti più scomode della mappa.

La cosa brutta (o bella, a seconda dei vostri gusti) è che con un colpo siete morti. Stessa cosa per i nemici ovviamente. Il Ghostrunner può eliminare i nemici soltanto con la sua cyber-katana (aiutandosi anche con i potenziamenti e le abilità che sbloccherà andando avanti nella storia) mentre i cattivoni attaccheranno anche con armi a distanza. Insomma, chi non è abituato a questo genere di sfide (davvero molto ma molto punitive) difficilmente darà una seconda possibilità al gioco. A dare una seconda possibilità (ai giocatori con poca pazienza) sono stati, invece, gli sviluppatori che hanno introdotto con l’ultimo aggiornamento una serie di aiuti al gameplay per renderlo meno brutale e punitivo (come vita extra o gameplay lento). Dai dai provatelo ora, tanto morirete uguale.

Il gioco, come abbiamo già detto, si comporta bene su Nintendo Switch. L’azione è fluida e non abbiamo cali di frame durante le nostre “katanate” (beh come minimo, ci mancavano solo i cali di frame..). Al contrario, la resa visiva è poco affascinante. La grafica di gioco è pesantemente downgradata e in alcuni punti ci ha lasciati davvero insoddisfatti. Non benissimo neanche la compatibilità con le esclusive Switch di cui Ghostrunner non gioca neanche con il rumble HD. Forse il giroscopio avrebbe fatto comodo visto che la mappatura dei comandi non è eccelsa e si fa fatica a controllare addirittura la telecamera mentre si salta su di una parete. Questo effettivamente è un po’ troppo.

Insomma, Ghostrunner è un buon action/platform game in salsa cyberpunk dotato di un’ottima colonna sonora realizzata ad hoc e con una trama “a livelli” lineare ma tutto sommato godibile. Consigliamo l’acquisto del titolo solo ed esclusivamente agli appassionati delle super sfide e alle persone pazienti, insomma non ai campioni di lancio della bestemmia.

Ghostrunner è disponibile in digitale su Nintendo Switch dal 9 dicembre 2020 ad un prezzo di € 29.99 per 9.0 GB di spazio libero su console o microSD. Dal 25 giugno 2021 è disponibile anche la versione fisica del gioco allo stesso prezzo che però non include assolutamente nulla rispetto alla versione base digitale (una versione Amazon del gioco include i DLC). Su eShop sono disponibili anche una serie di pacchetti che potevano essere inclusi tranquillamente in questa versione fisica (in questo caso il publisher poteva sicuramente essere più preciso). Il gioco è localizzato in italiano (testi) e compatibile con il Cloud dei dati di salvataggio e Pro Controller.

Pro:

  • Ottima atmosfera da cyber-ninja
  • Level design ben studiato
  • Colonna sonora

Contro:

  • Qualità grafica
  • Zero esclusive Switch
  • Mappatura e controlli migliorabili
  • Versione fisica inutile

Link utili:

56 morti in 18 minuti..