FAR: Lone Sails – Recensione

da | 18/08/19 10:00

Avrete il pieno controllo di un veicolo che sembra un incrocio tra un veliero e una locomotiva, in FAR: Lone Sails esplorerete un mondo desolato e privo di alcuna forma di vita.

FAR: Lone Sails è la proposta videoludica indipendente di Okomotive, un’azienda svizzera con sede a Zurigo che tra il 2016 e il 2017 ha messo in bacheca una marea di premi proprio grazie al suo primo e affascinante progetto.

FAR: Lone Sails è un indie game di avventura in cui vestirete i panni di un piccolo omino vestito di rosso che decide di partire ed esplorare le lande desolate che lo circondano. Il nostro piccolo avventuriero decide quindi di mettere in moto un veicolo dalle grandi dimensioni, un incrocio tra una locomotiva e un veliero dai toni steampunk, e di esplorare gran parte della zona che lo circonda, più che altro distese desertiche e decadenti località di un mondo non ben definito ma dai toni post-apocalittici.

Il piccolo esploratore dovrà quindi far muovere l’enorme veicolo attivando l’acceleratore. L’energia prodotta da una grande caldaia azzurra farà avanzare il veicolo. Un freno, situato sopra l’acceleratore, se azionato attiverà un uncino che sarà in grado di fermare il mezzo anche su terreni accidentati. E’ sempre importante tener d’occhio l’indicatore del vapore che andrà prontamente premuto se inizierà a “sbuffare” per far prendere aria alla macchina e per farla accelerare.

Un altro fattore fondamentale e quello del carburante. L’energia prodotta dalla caldaia, col passare del tempo, andrà ad esaurirsi e quindi, proprio come con il carbone in una locomotiva, dovremo “infornare” tutto, o quasi, quello che troveremo per strada, barili, scatole, sedie.. così da formare altra energia.

In alcuni casi, ad esempio, se farete sbattere il vostro mezzo, qualche ingranaggio potrebbe saltare dalla vostra oliata combinazione e vi toccherà ripararla con due apposite funzioni presenti nella vostra casa mobile.

Si parte!

Con il passare del vostro viaggio, avrete occasione di potenziare il vostro veliero steampunk con diversi optional. Le vele saranno uno di questi. Con l’aumentare del vento potrete alzare le vele e avanzare senza inquinare le già devastate lande solitarie.

Vi imbatterete anche in alte mura o giganti chiatte che saranno attivabili completando piccoli e semplici puzzle.

Il vero fiore all’occhiello al titolo di Okomotive e la sua affascinante scenografia realizzata a mano che si sposa in maniera impeccabile con lo stile artistico utilizzato dai ragazzi svizzeri. L’intera avventura viaggia su pastelli bianco e neri, varie tonalità di grigi e particolari rossi che rendono l’intera opera una dei prezzi più pregiati e di alta qualità presente nel Nintendo Switch eShop.

FAR: Lone Sails è un’avventura in stile platform con un gameplay in grado di catturare in pieno il giocatore tanto da completare il gioco in un’unica run (dura dalle 3 alle 4 ore, ma per un titolo del genere è più che sufficiente), la sua giocabilità è intuitiva e il suo livello artistico degno di nota. Il veliero gira in modo egregio in tutte le modalità offerte dalla console e regala al giocatore anche quel feedback esclusivo made-in-Nintendo del rumble HD.

L’opera prima di Okomotive, pubblicata da Mixtvision, è stata promossa a pieni voti.

FAR: Lone Sails è disponibile in digitale sul Nintendo Switch eShop da oggi 18 agosto 2019 al prezzo di € 14.99 per 2.1 GB di spazio su console o microSD. Il titolo è localizzato in italiano (testi), compatibile con il Pro Controller e con il Cloud dei dati di salvataggio.

Pro:

  • Artisticamente stupendo
  • Stile grafico
  • Colonna sonora trascinante
  • Intuitivo
  • Viaggio atmosferico unico
  • Interessante crafting del vascello..

Contro:

  • .. seppur minimo

Link utili: