Black Legend – Recensione

da | Mar 24, 2021

Preparatevi a tornare nel XVII secolo e a scoprire i segreti di una setta che terrorizza gli abitanti della città, questo è Black Legend.

E’ sicuramente il titolo più importante prodotto dallo sviluppatore Warcave, che ha deciso di creare questo oscuro gioco di ruolo strategico. Ultimamente sono molti i titoli che hanno come ambientazione questo lontanissimo periodo storico, il quale era caratterizzato da elementi come sette, rituali, e molto altro ancora.

In Black Legend verrete messi alla guida di uno squadrone di mercenari, che avrà il compito di liberare la città di Grant da un letale culto di fanatici. Dovrete quindi esplorare le strade in rovina per aiutare la resistenza a lottare contro il “Culto di Mefisto“, un pericoloso alchimista che ha creato una nebbia che porta alla follia la gente. Per farlo utilizzerete l’alchimia fisica basata sull’antica teoria degli umori.

Subito dopo aver iniziato una nuova partita, il giocatore dovrà creare il proprio personaggio, scegliendo infine una classe militare di appartenenza. Ma la prima cosa che salta all’occhio, sono sicuramente le poche opzioni di personalizzazione. Inoltre già in questa occasione notiamo la bassa qualità grafica, sia in modalità portatile che in modalità TV.

Una volta iniziata la nostra avventura la cosa che si nota subito è la mancanza di una mini-mappa, elemento importante in tutti i giochi. Sulla nostra HUD vedremo solo le quest attive ed una bussola con sopra scritto il quartiere in cui ci troviamo. Durante i movimenti e i combattimenti la telecamera potrà essere ruotata di 360 gradi con lo stick destro, invece spostandolo avanti o indietro si potrà effettuare lo zoom. Utilizzando queste azioni si noterà ancor di più la bassa qualità della grafica, tanto è vero che zoomando i personaggi saranno sfocati e poco definiti.

Black Legend, come abbiamo detto in precedenza, è il classico RPG a turni in cui le battaglie inizieranno una volta entrati in un’area dove sono presenti dei nemici. Questi però non li vedrete aggirarsi per le strade della città, ma bensì li troverete relegati in determinate zone. In alcune occasioni potrebbe capitare che una volta terminata la battaglia in una zona, rientrando in quest’ultima si riattiverà il combattimento senza però aver nessun nemico da affrontare. L’unica cosa diversa dagli altri RPG è l’utilizzo dell’alchimia fisica basata sulla teoria degli umori, in cui potrete combinare i vari attacchi catalizzatori per infliggere enormi danni.

Questi “umori” vengono rappresentati nel gioco da quattro tipi differenti di colore: rosso, nero, giallo e bianco. Le abilità che possiede ogni personaggio sono contraddistinte dai colori visti in precedenza. Il giocatore potrà anche combinare le abilità di due differenti tipi di classe. Quando avrete deciso quali e quante di queste abilità applicare durante i combattimenti, potrete dunque “catalizzarle” effettuando un attacco combinato. Ad esempio, lanciando un sasso contro il nemico applicherete l’umore “Nigredo“, ovvero il colore nero. Successivamente se lancerete un coltello questa azione applicherà l’umore “Rubedo“, rappresentato dal colore rosso. A questo punto i due colori verranno “catalizzati” in un attacco chiamato “Crismon Catalyst“. Questa meccanica è molto utile per infliggere ai nemici molti danni, dovrete però fare attenzione perché anche i nemici usufruiranno della stessa tecnica.

L’assenza della mappa non aiuta molto l’esplorazione, infatti le uniche indicazioni di dove andare saranno date dai cartelli sparsi per la città che indicheranno la direzione dei luoghi. Per le strade inoltre vi potrete imbattere in alcune casse in cui cercare oggetti da equipaggiare o da utilizzare durante i combattimenti. Mentre per ottenere le side quest è stata utilizzata una dinamica molto simpatica: dovrete andare a “bussare alle case” di coloro che avranno una lanterna accesa sopra la porta.

L’equipaggiamento del vostro personaggio e quello della vostra squadra potrà essere cambiato in qualsiasi momento durante la vostra avventura, tranne che durante i combattimenti. Oltre a cambiare le armi o le armature di ogni elemento del team, potrete anche cambiare la classe di questi. Questa cosa influenzerà le sinergie legate alla teoria degli umori, infatti ogni classe avrà determinate caratteristiche e azioni in combattimento.

Sicuramente Black Legend è stato sviluppato con buonissime intezioni, cercando di portare alcune novità in questa tipologia di gioco. Purtroppo però di buono probabilmente ci sono solo le idee, visto che la realizzazione del gioco non è eccelsa. Sono molte le cose che mancano, a partire dall’assenza totale di una mappa. Inoltre, il gioco presenta parecchi bug alcuni dei quali rendono il gameplay snervante, come ad esempio l’inizio della battaglia senza nemici.

Dal punto di vista della grafica i personaggi risultano molto simili tra loro, rendendo così poco soddisfacente e dinamica l’esperienza di gioco. Le ambientazioni sono sicuramente realizzate meglio, peccato per la realizzazione della luce che in modalità portatile fa vedere poco o niente. Il titolo si comporta praticamente allo stesso modo anche giocato in modalità TV, dove migliora la luce nelle ambientazione ma fa notare ancora di più la bassa qualità grafica.

In conclusione, Black Legend è un titolo che ha voglia di spiccare tra gli altri RPG che si trovano in circolazione. Sotto alcuni aspetti però è ancora un pò maturo, e ci sono sicuramente molte cose da sistemare. Potrebbe sicuramente interessare agli amanti di questo genere, forse per i neofiti non è proprio il titolo adatto.

Black Legend è disponibile in digitale sul Nintendo eShop a partire dal 25 marzo 2021 al prezzo di € 29.99 per 7,5 GB di spazio su console o microSD. Il gioco è localizzato in inglese (testi e audio), compatibile con Rumble HD, Cloud dei dati di salvataggio, Pro Controller e Audio Surround.

Pro:

  • Musiche e Effetti Audio
  • Combattimenti sfruttando la teoria degli umori

Contro:

  • Bassa qualità grafica
  • Parecchi Bug
  • Ambientazioni troppo scure
  • Assenza Mappa
Commenti da Facebook