RECENSIONE: Yoshi’s New Island – 3DS

Il drago-dinosauro più famoso di Nintendo è pronto a percorrere di nuovo mondi colorati ed ispiratissimi, noi siamo qui per raccontarvi il nuovo capitolo dedicato a Yoshi: Yoshi’s New Island per Nintendo 3DS!

Come sicuramente i fan più accaniti di Nintendo ricorderanno, Yoshi è già apparso tantissimi anni fa su SuperNintendo. Inutile ricordare quel, seppur lontano, vivissimo capolavoro che fu Super Mario World 2: Yoshi’s Island. Sono passati quasi 20 anni da allora e, malinconia a parte, tuffiamoci nella nuova avventura di Baby Mario e il suo amico Yoshi.

La presentazione iniziale racconta in modo molto breve ma vivacissimo cosa è successo. Da una parte una cicogna deve consegnare due bambini che sono rispettivamente Baby Mario e Baby Luigi. Sfortunatamente vengono consegnati alla famiglia sbagliata. La cicogna così riprende il viaggio ma viene ostacolata da Kamek che, lanciando un incantesimo, rapisce Baby Luigi, mentre Baby Mario viene scaraventato via ritrovandosi sull’isola assieme agli Yoshi.

Ciao a tutti, si parte!

Ciao a tutti, si parte!

Qui inizia l’avventura!

Possiamo sin da subito notare come il mondo di Yoshi’s New Island sia come pitturato, disegnato a mano, caratteristica questa che esalta non poco il mood fanciullesco di tutto il gioco regalandoci momenti di vivacità e spensieratezza come solo i giochi di mamma Nintendo sanno fare. Essendo un gioco di genere Platform la visuale scorrerà orizzontalmente; le azioni che potrete compiere a cavallo del vostro draghetto sono limitate ma molto divertenti. Gli esperti ricorderanno ovviamente che Yoshi ha il potere di mangiare i nemici e trasformarli in uova che si porterà a spasso fino a raggiungere un massimo di cinque uova. Che funzione hanno? Yoshi può lanciare le uova per colpire nemici, raccogliere oggetti collezionabili (di cui parleremo a breve), monete e per attivare delle nuvole nascoste contenenti bonus.

Raccogliendo una stella speciale Yoshi potrà correre e camminare sui muri in pieno Sonic-style.

2

Durante il salto Yoshi può rimanere “in volo” e andare un pò più in alto del solito per un periodo molto breve. I livelli inizialmente sono molto semplici e verrete introdotti alle abilità di Yoshi colpendo dei mattoncini bianchi che vi daranno spiegazioni. Come in ogni platform che si rispetti, gli oggetti da raccogliere saranno molti e sono divisi in due categorie: monete e oggetti collezionabili.

Il megauovo è molto utile in certi frangenti.

Il megauovo è molto utile in certi frangenti.

 

Accumulando 100 monete avrete una vita extra. Gli oggetti collezionabili sono Margherite, Stelline e Monete Rosse, tutti oggetti che potrete trovare nascosti nelle nuvole e che appariranno solo se ci “passate sopra” con Yoshi, mentre le monete rosse si possono accumulare anche man mano che prenderete le classiche monete gialle. Le stelline piccole servono sia per collezione sia per aumentare il tempo disponibile che avrete per riprendervi Baby Mario qualora verrete colpiti dai nemici. Ovviamente se non verrete colpiti affatto l’accumulo delle stelline risulterà più veloce e semplice, altrimenti dovrete rifare lo stage.

Un gigante ShyGuy da... mangiare?! e poi cosa succede?

Un gigante Shy Guy da… mangiare?! e poi cosa succede?

Una cosa importante che rende il videogiocatore libero è l’assoluta mancanza del timer. Avrete quindi tutto il tempo per esplorare le zone e tornare indietro alla ricerca di oggetti collezionabili. Se non riuscirete la prima volta a collezionarli tutti basterà rifare il livello (i collezionabili completati non necessitano di essere ripresi). In qualche stage vi potrete imbattere in alcune porte che vi trasporterrano altrove con una bella sorpresa! Si attiverà una modalità di gioco comandabile tramite giroscopio! Yoshi si trasformerà in martello pneumatico, in carrozza e in molto altro che scoprirete solo giocando!

Oltre alla modalità singola esistono anche i “Minigiochi per due” in cui si può condividere una partita in locale con un altro giocatore senza possedere la copia del gioco avviando la modalità dowload, oppure ospitare/entrare in una partita in locale in cui stavolta è necessaria la copia.

Parliamo ora del comparto tecnico: graficamente nulla da dire, come abbiamo sottolineato in partenza lo stile disegno a mano è davvero ben fatto e l’effetto 3D si incastra bene con le capacità della console senza subire alcun rallentamento. Le musiche sono come sempre giocose, allegre e da fischiettare già dopo pochissimi ascolti. La lunghezza del gioco è giusta tenendo conto degli standard di durata dei giochi di genere platform. Scavando a fondo è difficile trovare un difetto al gioco per cui riteniamo Yoshi’s New Island un gioco consigliatissimo per tutti. Se siete fan o no della serie non fa nulla, togliete polvere dagli scaffali e tenete un posto caldo a questo gioiellino.

I VOTI DI NPLAYER:

GAMEPLAY: 9
GRAFICA: 9
SONORO: 10
FATTORE 3DS: 8
LONGEVITA’: 8

VOTO FINALE: 8

 

 

 

 

Commenti da Facebook

Written by: Maurizio Perrone

Fondatore di Nintendo Player, recensore e appassionato di audio video digitale

1 Comment Added

Join Discussion
  1. Marco94 14 Marzo 2014 | Rispondi

    Bella recensione! Credo che lo prenderò più in avanti!

Leave Your Reply