RECENSIONE: Ever Oasis – Nintendo 3DS

Pronti per una nuovissima avventura RPG su Nintendo 3DS? Eccovi la recensione di Ever Oasis.

ever oasis

L’estate è arrivata. Con essa le belle giornate, momenti di relax nei luoghi che più ci rendono felici. Ma fa la sua comparsa anche il caldo cocente, come le sabbie desertiche di questo Ever Oasis, un gioco di ruolo sviluppato da Grezzo e firmato da un personaggio di spicco come Koichi Ishii (Secret of Mana vi dice qualcosa?).

La trama si sviluppa attorno Thetu, un giovane bulbino nato dal Grande Albero, il cui compito è quello di risollevare le sorti di un deserto che purtroppo è rimasto privo di vita a causa delle forze del Caos, impadronitosi dello spirito degli abitanti. Non esistono più oasi, fonti d’acqua, né villaggi felici. Dopo una breve presentazione ci si trova davanti alla caratterizzazione del personaggio: potrete scegliere il sesso, il nome, il colore della pelle e degli occhi. Dopodichè sarete pronti a tuffarvi in un oceano sabbioso di divertimento.

Dopo esservi ritrovati nella vostra prima oasi vi saranno spiegati alcuni elementi di gioco e farete la conoscenza di uno Spirito dell’Acqua chiamato Esna, che vi darà le prime indicazioni su come sviluppare l’Oasi. Uno degli obiettivi principali è quello di arricchire il numero di abitanti. Giungeranno dei visitatori, bulbini come voi, che vi chiederanno aiuto per qualcosa. Se riuscirete ad esaudire le loro richieste, a quel punto, loro si fideranno di voi Capo Oasi e vorranno stabilirsi definitivamente. Di conseguenza apriranno le proprie attività chiamate Bulbotteghe, che vi faranno guadagnare preziose Acquagemme, utili per costruire altri negozi oppure aiutarvi nella sintetizzazione di armi, protezioni, accessori e oggetti di consumo. Ma come guadagnare queste Acquagemme? Nulla di più semplice. Il primo passo sarà quello di costruire un negozio, rifornirlo a seconda delle richieste, e una volta che il negoziante venderà la propria merce, fuori dal negozio apparirà un icona con il simbolo dell’acqua. Lanciandogli addosso la magia del vento, guadagnerete tutte le acquagemme.

Più farete stabilire da voi viaggiatori, più salirà il livello dell’oasi. Ma è tutto qui? Ovviamente no! Manca ancora la parte più divertente del gioco, ossia quella dell’esplorazione, dei combattimenti e del crafting. Molti dei materiali utili per rifornire i negozi, li troverete fuori dalla vostra Oasi, sparse per il deserto, come ad esempio le polpe di cactus utili per il negozio di bevande. Rocce, metalli e materiali di altro genere potrete trovarli o nei vari dungeon oppure semplicemente uccidendo i mostri e raccogliendo i vari drop items. Tutti i nemici sconfitti vi faranno accumulare Punti Esperienza. Per salire di livello dovrete solamente fare ritorno all’Oasi per vedere i risultati. Salendo di livello aumenteranno i parametri del personaggio. Il combat system prevede 3 tipi di attacchi: il colpo rapido (più debole), il colpo potente (più lento) e la magia del vento, utile per spostare i cumuli di sabbia e trovare oggetti o nemici nascosti.

Durante le esplorazioni nei vari dungeon avrete la comoda possibilità di salvare attraverso dei portali, utili anche per la funzione di Idrotrasporto. Usandolo potrete andare da un posto all’altro in pochi secondi. Siete in un dungeon e volete cambiare personaggio? Usate Idrotrasporto e tornate all’Oasi. Ovviamente questi punti di teletrasporto dovranno essere prima attivati e poi usati. Prima di partire per una quest secondaria o che vogliate andarvene in giro a craftare oggetti, potrete scegliere i membri del vostro party che potranno essere massimo tre. Ogni personaggio che arruolerete avrà abilità speciali come il rotolamento, utile per attraversare spazi piccolissimi, oppure l’uso della lancia (del personaggio Miura) per attivare meccanismi, oppure spalare per trovare oggetti nascosti nella sabbia.

Se da una parte il gioco ha una trama molto semplice, dall’altra invece sfoggia un design competitivo considerando le caratteristiche tecniche del Nintendo 3DS. Il lavoro del mangaka Yoshinori Shizuma si vede e la sua mano dona un look prettamente nipponico e molto chibi. La grafica è molto colorata e le texture sono davvero ben fatte. Salvo qualche rallentamento anche il 3D è implementato molto bene. La colonna sonora è ciò che più si addice ad un gioco del genere, i brani dal sapore orientale calzano benissimo con le ambientazioni. Il gioco, benchè mostri un gameplay fluido, non risulta particolarmente avvincente poichè gli scontri sono fin troppo semplici. Ma se prenderete Ever Oasis nel verso giusto, saprà sicuramente conquistarvi.

A noi ci ha conquistato ed ha pienamente passato la prova.

– Gameplay fluido
– Grafica e colonna sonora ottimi
– Diverte (e non è un fattore da sottovalutare)
– Tanti personaggi

– Un pò troppo facile
– Qualche calo di frame rate

Commenti da Facebook

Written by: Piero Rocchetti

Videogamer, compositore, musicista di Roma. Collezionista seriale di retrogames, sono innamorato di Nintendo sin dalla tenera età. I miei giochi preferiti sono le serie di Mario, Final Fantasy, Dragon Quest, Castlevania, Megaman, The Legend Of Zelda e da pochi anni Pokémon.

No comments yet.

Rispondi