RECENSIONE: FIFA 19 – Switch

Dopo il buon primo anno di FIFA su Nintendo Switch, EA Sports rinnova la collaborazione con Nintendo “regalando” agli amanti del calcio uno dei migliori videogiochi del genere mai usciti su console della Grande N.

Proprio come il suo predecessore, FIFA 19 per Nintendo Switch è stato interamente sviluppato dal piccolo team interno a Electronic Arts con sede in Romania dove Andrei Lăzărescu ne ha supervisionato l’intero processo di creazione. Ebbene, Lăzărescu e soci hanno creato un ottimo prodotto prendendo tutte le cose buone viste in FIFA 18 per Nintendo Switch, migliorandole, e inserendo le novità più importanti dell’atteso nuovo titolo calcistico.

Anche quest’anno, la versione Switch di FIFA deve essere considerata una diversa dalle altre, una specie di "FIFA speciale", perché realizzata su misura per Nintendo Switch con un motore custom al contrario di quello EA: su PS4, Xbox One e PC, il realismo generale di FIFA 19 non è mai stato così perfetto (espressioni facciali diverse durante determinate azioni, contrasti e grafica ultra realistica), perfezione che però non abbiamo notato nel gameplay che ha addirittura, secondo noi, perso qualcosina per strada (provando la demo del gioco su PS4). FIFA 19 per Nintendo Switch invece si concentra sulla giocabilità e sul gameplay tralasciando ancora una volta la grafica ultra realistica da simulazione calcistica.

Emirates Stadium, la casa dell'Arsenal dal 22 luglio del 2006. Clicca per ingrandire!

Meno estetica, più sostanza

Dopo aver “salutato” Cristiano Ronaldo con la nuova casacca della Juventus, procediamo alla creazione del nostro account. Se disponiamo già di un profilo EA, FIFA 19 per Nintendo Switch caricherà le nostre impostazioni (difficoltà, comandi e squadra preferita) all’istante dopo aver fatto il classico login con l’account EA, altrimenti potremo crearne uno da zero scegliendo le impostazioni che più ci piacciono.

Ad attenderci nel menu principale di gioco sarà la bellissima Alex Morgan (bomber della selezione femminile di calcio degli USA) con le tre modalità principali di questa versione di gioco: Calcio d’inizio, Ultimate Team e Champions League, esatto, perché da quest’anno il franchise di EA avrà in licenza, oltre a quelle che già possiede, anche le due maggiori coppe europee (con le altrettante supercoppe) e la Chinese Super League.

Esplorando gli altri slot del menu troviamo la Women’s International Cup e i Tornei (molto più personalizzabili delle versioni precedenti), l’arena giocatore, l’immancabile Carriera e le modalità online (da quest’anno utilizzabili soltanto con l’iscrizione al Nintendo Switch Online) oltre che alle impostazioni di gioco.

Se avete letto la nostra recensione di FIFA 18 per Nintendo Switch, vi ricorderete sicuramente che il nostro “Roscio”, tifoso dell’Arsenal e esperto di Premier League, aveva criticato EA Sports per alcune features grafiche mancanti e di facile presenza, beh continuate a leggere.

Alex Morgan non sarà l'unica, infatti calciatori come Dybala, de Bruyne, Cristiano Ronaldo sostituiranno temporaneamente la bella attaccante. Clicca per ingrandire!

Siamo finalmente pronti a giocare! Ecco che FIFA ci ricorda puntualmente che sabato 29 settembre l’Arsenal giocherà in casa contro il Watford (anche l’anno scorso durante la recensione di FIFA 18 era in programma questa partita) in uno dei tanti e sentiti derby di Londra.

La prima novità di gioco, e sicuramente la più eclatante, si trova poco prima la scelta delle squadre. Infatti, in FIFA 19 potremo personalizzare l’intera partita. Come? Scegliendo praticamente tutto da un menu a comparsa: in Durata Partita potrete scegliere se giocare un match secco e se fare andata e ritorno; in Re del Campo chi vince regna, però non potrà cambiare squadra o lato tra una partita e l’altra, interessante. In Squadre Casuali il gioco sceglierà per voi le squadre da una selezione diversa di campionati. In UEFA Champions League potrete giocare la finale di coppa.

Mentre l’impostazione più matta del gioco è sicuramente il Tipo di partita: avrete una vasta scelta di tipi di match iniziando dalla Partita Classica (le amichevoli di sempre), Sopravvivenza (dove ogni volta che una squadra segna, l’altra perderà un giocatore a caso, fino a un massimo di quattro), Tiri da fuori (dove i goals da fuori valgono 2), Segnane 2 (match di 20 minuti dove chi segna prima 2 goals vince), Colpi di Testa e Tiri al Volo (dove valgono solo i goals di testa e i tiri al volo, oltre alle punizioni e ai rigori) e la più divertente di tutte ovvero Niente Regole (niente falli, niente cartellini e niente fuorigioco)!

Abbiamo tutti un amico di gioco in cui nei primi 2 minuti di partita è già in inferiorità numerica, bene scegliendo il tipo di partita Niente Regole gli regaleremo il match dei suoi sogni! Questa profonda personalizzazione del match è davvero interessante, EA Sports ha “colpito la palla al volo e al momento giusto” per ovviare ad una monotonia ricorrente che colpiva le Amichevoli in FIFA da ormai diversi anni.

Dopo la scelta delle squadre e delle rose, nella parte destra dello schermo troviamo le classifiche dove troveremo le statistiche dettagliate delle amichevoli da noi giocate con il nostro fedele amico. Vittorie, pareggi, sconfitte, media goal, rete inviolate e tanto altro. Non male.

Cliccando R3 accederemo a queste divertenti impostazioni del match. Clicca per ingrandire!

Dopo queste piacevolissime novità ritorniamo al nostro match. La prima cosa che ci colpisce è la grafica. Abbiamo appena detto che FIFA 19 per Nintendo Switch predilige il gameplay e la giocabilità alla grafica. Si, ma quello a cui stiamo assistendo è qualcosa che potrebbe quasi farci rimangiare tutto.

Le ombre della struttura dell’Emirates Stadium sono riprodotte in maniera perfetta sul campo di gioco. La parte “assolata” del campo brilla di luce e il contrasto con le zone d’ombra è massimo, davvero molto realistico, sembra di vedere una partita di Premier League in TV. Anche facendo un piccolo e breve paragone tra il gioco in portatile e un match reale di Premier in TV con le stesse condizioni atmosferiche. Il risultato è davvero sorprendete!

Iniziando a giocare ci accorgiamo subito che quella sensazione di gameplay alla FIFA 16 che spiccava in FIFA 18 per Nintendo Switch è completamente sparita. La giocabilità è al limite della perfezione, così come il gameplay generale. Gli sviluppatori hanno anche migliorato i movimenti dei giocatori, così come alcune animazioni e azioni di gioco come le conclusioni in porta, impreziosite dall’aggiunta della Finalizzazione a tempo (premendo il tasto del tiro una seconda volta al momento giusto calcerete in maniera perfetta, sempre che il giocatore sia bravo a calciare).

EA Romania ha aggiunto, finalmente, in FIFA 19 per Nintendo Switch una grande serie di grafiche ufficiali di presentazione del match, come quella classica verde acqua della Premier League, quella delle coppe europee, Bundesliga e LaLiga (niente grafiche ufficiali per la Serie A) con tanto di arbitri e telecronisti ufficiali per i campionati appena citati. Quella “sensazione di casa” giocando la Carriera con l’Arsenal in Premier League è finalmente ritornata a farci visita! L’immersione nel match, nel campionato più bello del mondo, sembra davvero massima.

Selhurst Park, 31° stadio inglese più grande e casa del Crystal Palace. Clicca per ingrandire!

Conclusione

FIFA 19 per Nintendo Switch è nettamente superiore a quello visto l’anno scorso, è questo l’esordio perfetto del franchise su Nintendo Switch. Un gioco (certo, lontanissimo dagli standard delle versioni concorrenti) che riesce quasi a trovare una perfezione nel gameplay e nella giocabilità anche grazie ad un’ottimizzazione ancora una volta eccezionale, sia in TV che, specialmente, in modalità portatile (1080p/720p per 60 FPS), l’unico FIFA a poter essere giocato praticamente ovunque senza perdere la qualità che contraddistingue il franchise da anni.

Migliore anche il comparto visivo, con un contrasto più marcato della grafica generale di gioco insieme all’aggiunta di piccoli particolari come la deformazione del campo di gioco con il passare dei minuti (vi capiterà di vedere qualche zolletta di erba volar via) e le grafiche ufficiali pre-partita delle leghe più importanti.

Anche il comparto sonoro generale è molto buono con cori e urla da bordocampo sempre presenti. Davvero ottima la lunga scelta di telecronache dei match (alcune scaricabili gratuitamente dal Nintendo Switch eShop) che comprendono, tra i più importanti, ben 4 telecronisti inglesi (mentre l’accoppiata italiana Pardo/Nava è, sempre, alquanto imbarazzante). Banali e di poco spessore i tanti brani musicali presenti nel gioco.

Da sottolineare, la presenza dell’HD Rumble utilizzato in-game quando si colpisce un “legno” (colpendo il palo destro vibrerà il Joy-Con destro.. e così via), non male.

I videogiocatori di FIFA su Nintendo Switch resteranno parecchio sorpresi guardando e giocando al nuovo capitolo targato EA Sports, un capitolo completo e finalmente maturo anche sulla console ibrida di Nintendo.

Uno scorcio del Craven Cottage, uno dagli stadi più vecchi di tutta l'Inghilterra e casa del Fulham. Clicca per ingrandire!

FIFA 19 per Nintendo Switch è disponibile in digitale e in versione fisica dal 28 settembre 2018 al prezzo di € 59.99. La versione digitale occupa 13.8 GB di spazio su console o microSD. Lingua italiana naturalmente presente così come il supporto al Pro Controller e alla modalità “un Joy-Con a testa”.

Il gioco non è compatibile con la funzione Cloud dei dati di salvataggio e necessita dell'iscrizione a Nintendo Switch Online entrato in vigore dal 19 settembre 2017 per giocare online in tutte le sue modalità (escluso Stagioni in Locale).

  • Ottimo gameplay e giocabilità
  • Personalizzazione match divertente
  • Statistiche dettagliate e classifiche tra gli amici
  • Graficamente migliore a FIFA 18 per Nintendo Switch
  • Tante grafiche ufficiali pre-partita
  • Ottimizzazione perfetta
  • L’unico FIFA da giocare in portatile
  • Una marea di licenze ufficiali

  • I tiri da fuori vanno sempre in rete
  • Manca il progresso tecnologico presente nelle altre versioni di gioco
  • Ancora niente Frostbite

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Link utili:

Concludiamo il nostro tour degli stadi inglesi con l'imponente St. James' Park, casa del Newcastle United. Clicca per ingrandire!

Lascia un commento

Nessun commento ancora

Lascia un commento