RECENSIONE: A Normal Lost Phone – Switch eShop

da | 01/03/18 18:00

Immaginate di imbattervi in un cellulare abbandonato e, presi dalla curiosità, sbirciare i contenuti del suo originale possessore.. in A Normal Lost Phone succederà proprio questo!

Clicca per ingrandire!

A Normal Lost Phone è un’avventura interattiva con piccoli momenti da puzzle game sviluppata dalla software house francese Accidental Queens (autori del “seguito” Another Lost Phone – Laura’s Story) e pubblicata sul Nintendo Switch eShop da Plug In Digital.

Una volta avviato, il gioco vi metterà immediatamente in azione mostrandovi il menu principale del cellulare che avete trovato per terra. Il gioco può essere giocato in tutte e tre le modalità offerte da Nintendo Switch anche se in portatile senza Joy-Cons risulta, visto il suo gameplay, la modalità di gioco migliore (anche grazie alla possibilità di ruotare lo schermo da orizzontale a verticale mutando la console in un vero e proprio phablet).

Clicca per ingrandire!

Il cellulare appartiene a un giovane ragazzo di nome Sam e, visto che il gioco lo richiede, iniziando a capire chi era, da bravi estranei, dovrete riuscire a far riavere il telefono al ragazzo. Beh, in realtà non proprio, ma sarà la prima cosa che vi verrà in mente se tutti voi avrete almeno un briciolo di cuore. Dopo aver risolto il primo puzzle, inizierete ad indagare a fondo sul ragazzo fino a scoprirne il suo più grande segreto.

Il titolo di Accidental Queens va giocato per quello che è, ovvero una sorta di visual novel interattiva a base di dialoghi. Quindi avremo un gameplay scritto sulla scoperta e sulla lettura di informazioni per andare a risolvere l’enigma finale.

A Normal Lost Phone è a suo agio su Nintendo Switch in modalità portatile, preferibilmente giocato senza Joy-Cons e ruotando lo schermo in verticale, così che la console Nintendo andrà a camuffarsi esattamente in un cellulare dalle grandi dimensioni. Usando il touch-screen della console potrete viaggiare tra le app del telefono passando dal music player alla galleria delle foto, fino ad arrivare all’applicazione dedicata ai messaggi e a quella per le e-mail (come potava mancare, di questi tempi, l’app dedicata agli incontri amorosi, e sarà anche fondamentale). Questo inedito gameplay è davvero interessante, capace di immergere il giocatore in questa specie di indagine interattiva così da terminare il tutto nel giro di tre-quarti d’ora, a patto di capire subito come risolvere i puzzle.

 

La longevità del gioco è abbastanza corta anche se, per una volta, può essere considerata merito di una storia immersiva scritta egregiamente con tematica attuali anche abbastanza forti, che quasi costringe il giocatore di terminare il gioco in una sola run.

A Normal Lost Phone è un interessante gioco-critica che tratta attuali tematiche che sempre più scombussolano le famiglie e alcuni giovani d’oggi. Il gioco sarà disponibile dal prossimo 1° marzo 2018 al prezzo di €5.99 per poco più di 123 MB di spazio su console o microSD. Fortunatamente, il gioco è localizzato in italiano e, come abbiamo già detto, è compatibile con il touch-screen e l’HD Rumble della console.

  • Gameplay interessante
  • Gioco-critica da non sottovalutare
  • Localizzato in italiano
  • Buoni brani presenti nel music player

  • In modalità TV perde
  • HD Rumble da rivedere se giocato in verticale senza Joy-Cons

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Pagina ufficiale del gioco su Nintendo Italia (link).

Articoli Correlati

Wreckfest – Recensione

Wreckfest – Recensione

Era il 2018 quando i mitici Bugbear Entertainment rilasciavano “il prossimo gioco di auto” su PC, ecco che quattro anni dopo Wreckfest arriva anche...