Uno sviluppatore ci spiega perché alcuni titoli Wii siano stati mediocri

Brandon Sheffield, ora al lavoro su Switch, ritiene che alcuni giochi Wii siano stati mediocri a causa della mancanza di entusiasmo dei vari team nel Wiimote.

Brandon Sheffield è il direttore creativo di Necrosoft Games, che ha appena rilasciato per Nintendo Switch il gioco GunhouseSheffield ha lavorato a giochi come Sine Mora EX, Dragon’s Crown e Street Fighter 30th Anniversary Collection. Oltre a questi titoli importanti, ha anche lavorato su alcuni giochi Wii e DS in passato.

In un recente articolo su Nintendo Labo, lo sviluppatore ha commentato di amare l’idea che si tratta di un accessorio opzionale per gli sviluppatori, dal momento che in passato le idee innovative di Nintendo, che erano necessarie nello sviluppo sulla console, erano degli ostacoli per dei porting futuri.

Infine,potete trovare la dichiarazione di Sheffield qui sotto:

Ho lavorato a giochi Wii che sono stati mediocri perché nessuno del team era entusiasta del Wiimote. I giochi per DS su cui ho lavorato non potevano raggiungere altre piattaforme senza fondamentalmente rifare tutto il gioco. Tutto ciò significa che le piattaforme più recenti di Nintendo sono state delle scommesse rischiose. Negli ultimi 10 anni o più, se hai creato un gioco per una piattaforma Nintendo, dovevi o lavorare duro per adattarlo, oppure dovevi concentrarti esclusivamente su quella piattaforma e avere fiducia che avresti guadagnato i tuoi soldi lì, ignorando il potenziale di porting futuri.

Voi siete d’accordo con le parole di Sheffield?

Commenti da Facebook

Written by: Jonathan Rizzo

Jonathan, per tutti Jo, muove i suoi primi passi nel mondo video ludico su Nintendo 64 di cui diventa grande fan grazie al famoso Super Mario 64. Non si fa mancare le serate divertenti tra amici attorno ad un tavolo di D&D o su un divano a colpi di joypad su Mario Kart. A seguito della scoperta del gruppo NPlayers, Jonathan trova la possibilità di poter lavorare per qualcosa che ha sempre amato, felice di aver trovato qualcuno con cui condividere la propria passione per i baffi di Mario e le guance rosse elettrizzanti di Pikachu.

No comments yet.

Rispondi