Secondo Gamestop, la versione fisica di Wolfenstein: Youngblood non sarà su cartuccia – Aggiornata

Un indiscrezione alquanto interessante: secondo Gamestop, la versione fisica di Wolfenstein: Youngblood per Nintendo Switch non avrà la cartuccia.

News originale:

Sempre secondo Gamestop, la versione fisica del gioco non avrà la cartuccia al suo interno ma il classico foglietto con un codice download.

Non abbiamo alcun motivo per dubitare di GameStop ma, attualmente, Bethesda non ha affermato o smentito questa voce.

Restate con noi per scoprirlo!

Qui per scoprire tutto su Wolfenstein: Youngblood.

Aggiornamento:

Bethesda ha confermato che la versione fisica Nintendo Switch di Wolfenstein: Youngblood non conterrà la cartuccia, bensì un codice download del gioco.

Bethesda ha aggiornato il suo sito web con le classiche Domande Frequenti. Ecco quelle che riguardano l’argomento qui trattato:

La versione Nintendo Switch sarà esclusivamente digitale?

La versione Nintendo Switch di Wolfenstein: Youngblood sarà disponibile in digitale. La versione fisica di Wolfenstein: Youngblood conterrà esclusivamente un codice per il download della versione digitale. Nella confezione non sarà presente una cartuccia. Un download sarà necessario per poter giocare.

Sarà necessario effettuare un download per giocare a Wolfenstein: Youngblood su Nintendo Switch?
Sì, un download è necessario per giocare a Wolfenstein: Youngblood su Nintendo Switch, sia che si acquisti il gioco in digitale che la copia fisica.

Infine, sarà necessario il Nintendo Switch Online per sfruttare le funzionalità online di Wolfenstein: Youngblood.

Data di rilascio: 26 luglio 2019.


Commenti da Facebook

Written by: Antonio Candeliere

Antonio Candeliere, Roscio per gli amici, entra a far parte del Nintendo Player Staff nel 2014. A differenza degli altri membri del gruppo, Antonio si avvicinò al mondo Nintendo solo all'età di 19 anni, quando la sua ragazza gli regalò un magnifico Nintendo DS Lite Rosso. Quella fu la sua prima console. Antonio ebbe un'infanzia spensierata, lontano dalla tecnologia ma non dalla fantasia, spesso al piacevole contatto con spettacoli teatrali e musicali. Esperto di film approda al D.A.M.S. di Firenze dove però non trova la continuità che sperava. "Roscio", Nintendo parlando, diventa inarrestabile, proprio come l'adrenalinico film di Tony Scott, e si porta a casa svariate console della Grande N e ogni cosa che gli ricordi Samus o Super Mario. Viene a conoscenza del gruppo NPlayer e subito se ne innamora, tanto da contattare la redazione proprio per far parte di quel gruppo affiatato. Ora pubblica articoli e recensisce giochi con molta passione e dedizione. Balla sui cordoli di Mario Kart come pochi, un altro suo amore è Metroid Prime senza tralasciare naturalmente The Legend of Zelda, Super Mario e la serie Fire Emblem.