Google potrebbe supportare nativamente il Pro Controller per il suo futuro servizio di streaming

Molti rumors convergono verso l’ipotesi che Google stia tirando su il proprio servizio di streaming dedicato ai videogiochi e pare che tale servizio supporterà nativamente i controller Nintendo.

Le ultime news dal mondo videoludico ci dicono che il mondo del gaming si sta muovendo verso i servizi di streaming e Google non vuole di certo farsi scappare questa succulenta fetta di mercato.

Ormai quasi tutti i maggiori attori nell’ambito gaming offrono il proprio servizio di streaming, vedi Nvidia con GeForce Now e Sony con il recente PlayStation Now ad esempio.

Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, si tratta di un servizio dalle potenzialità teoricamente infinite: i giochi risiedono e girano su dei server super potenti e all’utente finale tutto ciò che è richiesto è una buona connessione a banda larga per poter streammare il grande contenuto di dati.

È infatti questo l’unico collo di bottiglia che determina la qualità dell’esperienza vissuta, con i dettagli grafici che vengono più o meno scalati a seconda della disponibilità di banda.

Dopo questa breve introduzione, passiamo a noi.

La vera notizia per i fan Nintendo è che alcuni rumors fanno pensare che google possa offrire supporto nativo ai controller Nintendo (sia Joy-Con che Pro Controller) per il suo futuro servizio di streaming.

Tutto ciò porta con se una (certa) buona notizia e una (potenziale) bomba.

Buona notizia: se il tutto dovesse essere confermato, tutti gli utenti Switch saranno in grado di godere fin da subito del servizio di streaming videoludico di Google (che sappiamo delude raramente).

Bomba: che il supporto ai controller Nintendo nasconda l’intenzione di portare tale servizio direttamente su Switch?

Quest’ultimo è un viaggio, una fantasia, una speculazione, del tutto personale. Ma se ci pensate, poi neanche così impossibile.

Nintendo renderebbe infinitamente più appetitosa la propria console che, come spiegato in precedenza, non avrebbe bisogno di impiegare alcuna potenza di calcolo diretta per far girare giochi che potrebbero regalare ai fan esperienze di un certo livello. Ed il tutto con il solito plus della portabilità!

Fateci sapere la vostra nei commenti. Abbiamo fantasticato troppo oppure secondo voi è un qualcosa di fattibile?

Commenti da Facebook

Written by: Antonio Fiore

No comments yet.

Leave Your Reply