Nintendo sembra intenzionata a portare avanti la sua battaglia contro la pirateria. A rimetterci le penne sarà un rivenditore Amazon. Eccovi alcune informazioni.

Nintendo: “La pirateria è un grave problema internazionale”

Polygon riferisce che Nintendo of America ha intentato una causa oggi contro un rivenditore colpevole di vendere sistemi hack per Switch, un certo Le Hoang Minh. L’azienda afferma che le sue misure sul copyright sono state aggirate vendendo un RCM Loader come mezzo per eseguire il “jailbreak” del sistema.

Il colosso di Kyoto aveva precedentemente inviato un avviso DMCA nella speranza di affrontare inizialmente la situazione. Successivamente, il venditore ha emesso una domanda riconvenzionale. Di conseguenza, Amazon è stata costretta a rimettere in vendita l’RCM Loader a meno che Nintendo non avesse intentato una causa per violazione. Nintendo ora vuole fermare il venditore e ricevere $ 2.500 di danni per ogni violazione commessa. Nella sua causa, Nintendo parla di un “grave problema internazionale in peggioramento” con la pirateria dei software. In questo caso particolare, l’RCM Loader consente agli utenti di giocare a giochi non autorizzati.

Eccovi il documento presentato dall’azienda di Kyoto:

 

Nintendo vs. Minh by Polygondotcom

Commenti da Facebook