Leggende Pokémon: Arceus, 5 motivi per acquistarlo

da | 14/01/22 15:29

Leggende Pokémon: Arceus è il nuovo videogioco sviluppato da Game Freak, che verrà rilasciato in tutto il mondo il 28 gennaio 2022.

Con il rilascio di un gameplay trailer di 6 minuti su Leggende Pokémon: Arceus, i giocatori hanno avviato numerose discussioni a riguardo. Il video mostra diversi passaggi non ancora svelati, e chiarisce alcuni aspetti grafici e tecnici delle modalità di gioco. Leggende Pokémon: Arceus è distante poco più di 2 settimane dal lancio, un tempo brevissimo. Discutendo sulle possibilità di questa nuova avventura, non possiamo ignorare alcuni difetti che sono saltati agli occhi della community. Le imperfezioni dal lato grafico possono, tuttavia, essere “compensate” da un gioco che, a nostro parere, merita una possibilità. Ecco i 5 motivi per cui l’acquisto di Leggende Pokémon: Arceus dovrebbe essere preso in considerazione.

Un gioco Pokémon fuori dagli schemi

Per la prima volta nella storia del franchise Pokémon, Game Freak ha lavorato a un progetto diverso. Dimenticate la mappa a griglia bidimensionale che è sempre stata il marchio di fabbrica dei giochi Pokémon. Un mondo e una mappa aperti accoglieranno i giocatori di Leggende Pokémon: Arceus. La storia è ambientata nella regione di Hisui, ossia la Sinnoh del passato (quanto sia lontano questo passato, non è ancora stato chiarito). Il mondo è diverso da come lo conosciamo, con vaste distese di terra selvaggia e un unico villaggio abitato, il Villaggio Giubilo. Nei trailer di presentazione finora rilasciati è possibile vedere fiaccole che illuminano il cammino, e qualche sporadico accampamento. Ogni particolare profuma di passato.

A Hisui, esseri umani e Pokémon non sanno ancora come vivere insieme. Anzi, in molti sono spaventati dalle creature che popolano boschi, corsi d’acqua, grotte e spiagge. Il compito del giocatore sarà quello di creare una prima raccolta di dati su tutti i Pokémon incontrati, come un prototipo di Pokédex. Oltre a questa, altre missioni vi verranno assegnate dal Professor Laven, membro della squadra di ricerca del Team Galassia. Non si sa ancora con esattezza la natura di tali compiti, ma in alcuni trailer è stato possibile vederne qualcuno. Per esempio, potrebbe venirvi richiesta la cattura di un determinato numero di esemplari di una stessa specie, oppure l’osservazione di un’evoluzione.

La caccia alle medaglie e la sfida alle Palestre, due must di ogni gioco Pokémon per 25 anni, sono state eliminate. Nel gioco saranno presenti sfide più importanti e impegnative di altre, che potrebbero moralmente sostituire le lotte contro i Capipalestra. Se vogliamo mettere i puntini sulle i, anche ad Alola non era presente la meccanica delle Palestra, sostituita dal Giro delle Isole. Le sfide del Giro delle Isole avevano, però, molti punti in comune con quelle delle classiche Palestre.

Attenzione, Pokémon troppo forte in vista!

Una delle meccaniche di gioco più innovative introdotte da Leggende Pokémon: Arceus riguarda i Pokémon selvatici. Abituati a incontri casuali nell’erba alta con creature spesso più deboli del nostro party, questa volta potremo confrontarci con veri e propri boss. Si tratta di Pokémon molto forti, che non si limiteranno a gironzolarci intorno aspettando la nostra ritirata. Questo gioco è il primo in assoluto del franchise nel quale le creature selvatiche possono attaccare direttamente Allenatrici e Allenatori. Il danno inferto colpirà il giocatore, e non i Pokémon della sua squadra.

Vedere i Pokémon che attaccano gli esseri umani, infliggendo danni talvolta ingenti, è stata una gioia per gli occhi. Questa novità è stata accolta positivamente dalla maggior parte della community. La possibilità di riportare ferite e rischiare di perdere i progressi di gioco renderà sicuramente l’avventura molto più dinamica. Forse la paura degli abitanti di Hisui è, dopotutto, giustificata. Nel gameplay trailer rilasciato qualche giorno fa, per esempio, è possibile vedere un Garchomp selvatico. Quest’ultimo, con un unico e potente ruggito, è in grado di respingere l’Allenatore protagonista, causando danni e costringendolo alla ritirata.

Durante l’esplorazione, giocatrici e giocatori dovranno fare attenzione a non incappare in Pokémon troppo potenti. La possibilità di fuggire è l’unica cosa che potrà evitare ai protagonisti di finire K.O., come è sempre potuto accadere soltanto al loro party. Se esseri umani e Pokémon non sanno come vivere insieme, forse dipende dalla totale mancanza di fiducia reciproca. Non essendo abituati a essere catturati, i mostriciattoli selvatici si sentiranno minacciati dalla nostra presenza e tenteranno di “eliminarci”.

Il Giappone dell’epoca Meiji oppure quello dei feudi?

Analizzando i video di Leggende Pokémon: Arceus è possibile individuare diverse fonti di ispirazione per le ambientazioni. La cultura del Giappone antico trasuda da ogni frame, sia negli ambienti selvaggi che al Villaggio Giubilo. Ma quanto è antico, con esattezza? Nessuna fonte ufficiale specifica il periodo in cui si svolgeranno le vicende, ma alcuni indizi possono aiutare. Fin dalla primissima presentazione del titolo, avvenuta a febbraio 2021, in molti hanno dato per scontata una Sinnoh feudale. Questa tesi viene avvalorata dalle parole di presentazione: “this is a tale from a long long time ago“. Ve le ricordavate? L’introduzione lascia spazio all’immaginazione per un periodo molto lontano, forse diverse centinaia di anni fa.

Riscoprire gli elementi del Giappone antico nel gioco è delizioso, e ci può aiutare a collocare le vicende nel tempo. Nel primo fotogramma del trailer di presentazione dello scorso febbraio, abbiamo visto diversi libri rilegati, una Poké Ball e una lampada a cherosene. La carta stampata ha fatto il suo ingresso nel Paese del sol Levante piuttosto tardivamente, intorno al 1800. Anche la lampada a cherosene, molto pittoresca, è un’invenzione successiva al 1800. Similmente, le Poké Ball rimandano a un’epoca più recente di quanto si potrebbe immaginare. Questi dispositivi sono prototipi realizzati da poco, in legno e con chiusura metallica. Si tratta di oggetti rivoluzionari per l’epoca, appartenenti a una tecnologia in continuo avanzamento. Il picco del progresso tecnologico si può inserire proprio intorno al 1800, periodo della Rivoluzione Industriale. Trovate un ricco approfondimento in merito in questo articolo.

Meno di 200 anni separano, pertanto, le avventure di Leggende Pokémon: Arceus da quelle di Pokémon Diamante e Perla? Potrebbe essere. Il Giappone è stato in grado di progredire rapidamente in poco tempo, passando da un aspetto rurale a un’epoca moderna e avanzata. Il Villaggio Giubilo e Giubilopoli ne sono un esempio. Case e abiti tipicamente risalenti al 1800/1850 (durante l’epoca Meiji in Giappone) si contrappongono a maestosi edifici e alla tecnologia più all’avanguardia. A Giubilopoli, se ben ricordiamo, si trova anche la prima sede della GTS (Global Trade System), un’innovazione vera e propria.

Nuove forme e nuove evoluzioni

Le ambientazioni sono sicuramente un punto forte di Leggende Pokémon: Arceus, e i Pokémon inseriti nelle terre selvagge ne fanno parte. Le creature passeggiano negli ampi paesaggi e negli scenari di gioco, indisturbati in una natura incontaminata. Hisui non è Sinnoh, per cui anche i Pokémon che la popolano possono essere differenti. Nei trailer finora rilasciati e negli annunci ufficiali, The Pokémon Company e Nintendo hanno rivelato alcune creature mai viste. Abbiamo Wyrdeer, evoluzione di Stantler, conosciuto per il suo manto regale e il portamento maestoso. Braviary di Hisui è, invece, un Pokémon in grado di sorvolare l’intera regione con le sue possenti ali, senza accusare stanchezza. Basculegion è la forma evoluta di Basculin (peraltro piuttosto traumatica, poiché nasce con la morte di alcuni esemplari dello stadio base). Growlithe di Hisui è stato mostrato mentre respinge le Poké Ball del giocatore, evidentemente restio a farsi catturare.

Grazie a un minerale tipico di Hisui, inoltre, Scyther può evolversi in Kleavor, il re della Landa Ossidiana. Si tratta di una creatura più potente delle altre, un Pokémon regale la cui collera sarà difficile da gestire. Non sarà l’unica creatura con queste caratteristiche, quindi occorrerà muoversi con cautela. Tra le novità annunciati, figurano anche Voltorb di Hisui, Zorua di Hisui e Zoroark di Hisui, Pokémon diversi da quelli che conoscevamo. Sia il tipo che le caratteristiche fisiche e comportamentali si differenziano dalle loro controparti originali. Questi sono soltanto alcuni dei Pokémon nuovi che saranno presenti in Leggende Pokémon: Arceus. Scoprire quali saranno gli altri sarà sicuramente un’avventura nell’avventura!

Le funzioni secondarie che arricchiranno la storia

Leggende Pokémon: Arceus è piuttosto ricco di funzioni secondarie, che non saranno obbligatorie ai fini della trama ma arricchiranno l’esperienza di gioco. Come nei precedenti titoli del franchise, a partire da Pokémon X e Y, l’avatar di giocatrici e giocatori potrà essere personalizzato. Acconciatura, colore di pelle, capelli e occhi e vestiti potranno essere scelti secondo i propri gusti personali. Un completo ispirato a Groewlithe di Hisui sarà, inoltre, scaricabile come bonus per i primi ordini, e disponibile fino a maggio 2022. Le combinazioni estetiche sono davvero numerose e, nel complesso, potranno accontentare tutti.

Anche lo studio fotografico è un simpatico elemento aggiuntivo. Questo “negozio” situato al Villaggio Giubilo permetterà di scattare fotografie con i propri Pokémon preferiti, selezionando la posa, lo sfondo e gli accessori. Nel villaggio saranno presenti anche alcuni venditori, come Jinkor, capo della ditta Ginkgo. Da lui si potranno acquistare diversi oggetti rari, che il commerciante si procura durante i suoi viaggi. Sarà interessante spulciare anche la merce di Ethelo, appartenente alla medesima ditta ma in continuo girovagare per le terre di Hisui.

Raccogliere oggetti, fiori e componenti naturali sarà importante per la costruzione di strumenti utili in battaglia, come potenziamenti vari. L’elenco di tutti gli oggetti craftabili non è stato, ovviamente, diffuso, ma ne sono stati mostrati diversi con particolari effetti. Questa parte dell’avventura servirà a rendere utile e completa l’esplorazione, punto cardine del gioco.

Molto altro è in arrivo

I punti sopra elencati rappresentano una minima parte dei contenuti e delle meccaniche di gioco di Leggende Pokémon: Arceus. Sono stati annunciati molti dettagli inediti, come un nuovo sistema di combattimento, che comprenderà due tecniche: la Tecnica Rapida e la Tecnica Potente. Questa meccanica permetterà una rivoluzione totale del combat system, che si dovrà riadattare alle novità. Le meccaniche delle scorse generazioni, come Megaevoluzione, Mosse Z e Dynamax/Gigamax, non saranno presenti. Alcuni Pokémon, inoltre, con gli occhi rossi per la collera e più grandi del normale, attaccheranno i giocatori per metterli alle strette. Le novità, sia annunciate che mantenute “segrete” fino al rilascio del gioco, non si fanno desiderare. Questo e molto altro è in arrivo nel nuovo titolo di Game Freak.

Vi ricordiamo che tutte le informazioni ufficiali rilasciate finora possono essere trovate sul sito ufficiale.