Mother Russia Bleeds – Recensione

Evitando sin da subito banali paragoni con videogiochi del passato, possiamo affermare che Mother Russia Bleeds è uno dei beat ‘em up più violenti presenti in circolazione ma è anche uno dei migliori beat ‘em up disponibili attualmente su eShop.

Sviluppato da Le Cartel, una software house francese indipendente formata da quattro ottimi sviluppatori, Mother Russia Bleeds è un beat ‘em up game, un picchiaduro a scorrimento orizzontale singleplayer e co-op con tematiche mature e forti. Il titolo è uno dei più violenti attualmente in circolazione ma anche uno dei migliori del suo genere presente sul Nintendo Switch eShop.

Il gioco vanta una campagna di media lunghezza (9 livelli rigiocabili con tutti e 4 i personaggi), giocabile sia in singolo che in co-op, ambientata in una Madre Russia ucronica degli anni ’80 completamente allo sbando. Tra la droga presente in ogni angolo, un uomo di nome Mikhail organizza nelle sporche e devastate baraccopoli combattimenti di strada dove i nostri quattro personaggi combattono per la gloria contro drogati, spacciatori e altri soggetti del genere.

Nel bel mezzo di un incontro, le forze del governo fanno irruzione nella baraccopoli e prendono in ostaggio i quattro “zingari” che, dopo essere stati pesantemente drogati, si risvegliano in un misterioso laboratorio sotterraneo che scoprono sia quasi una prigione di dubbia e massima sicurezza. I nostri “zingari” (Natasha, Sergei, Ivan e Boris) dovranno farsi largo tra esseri drogati di Nekro e creature disgustose per scoprire la verità su questo laboratorio governativo.

Sarete abbastanza forti da sopravvivere?

Clicca per ingrandire!

Mother Russia Bleeds vanta un ottimo gameplay e una giocabilità fluida. Il nostro personaggio dovrà avanzare orizzontalmente per il livello e sterminare nel modo più brutale possibile il grande roster di squallidi cattivi presenti in-game. Ivan e compagnia bella avranno a disposizione tantissime mosse e combo che vanno da pugni e calci standard a prese con testate e gomitate sfonda crani, una brutale mossa a carica da usare dopo che un cattivo viene atterrato. Una fatality in grado di far rabbrividire anche il più navigato fan di Mortal Kombat.

Il vostro “zingaro” sarà in grado di usare a suo favore oggetti scenici come sgabelli e barili ma anche pistole e kalashnikov, utili per fare a pezzi i boss di fine livello. Occhio però, l’arma che troverete in un livello non potrete portarvela nel prossimo e quindi se troverete una pistola sarete obbligati a svuotare il suo caricatore subito altrimenti l’arma sarà automaticamente abbandonata prima di entrare in una nuova area. Curiosamente, potrete curarvi drogandovi con una grande siringona verde (ricaricabile usando alcuni corpi morti dei cattivi) di Nekro, capace anche di potenziarvi per un breve tempo. Proseguendo nel gioco, sbloccherete anche altri “potenziamenti” come White Russian o Orange Tundra, tutti con differenti bonus e malus sul vostro stato mentale.

Durante le vostre scorribande troverete esseri alquanto vomitevoli che influenzeranno la salute mentale del vostro personaggio apparendo costantemente in misteriosi flashback. Dopo aver terminato il livello, abbattendo il boss di turno, saranno registrate le vostre statistiche come le Kills, Combo e il tempo impiegato che sommandosi formeranno il vostro punteggio finale.

Clicca per ingrandire!

Mother Russia Bleeds sfoggia una veste grafica sopraffina, rigorosamente in una pixel-art 2D HD semplicemente perfetta. La brutale violenza offerta da titolo e ricreata in maniera impeccabile in pixel-art e trasuda un’allucinante frenesia da tutti i pori. Il livello artistico aumenta a dismisura con la presenza di una nutrita colonna sonora hardcore & elettronica composta dai francesi Fixions (link in calce), una tracklist che centra in pieno l’atmosfera cupa e ucronica del gioco. Piena zeppa di bassi e percussioni, questa original soundtrack sembra esser stata estratta dai più iconici film di Carpenter.. anzi sembra ci sia addirittura la mano del buon John.

Niente cali di frame e niente imperfezioni, Mother Russia Bleeds è sia tecnicamente che artisticamente superbo. Il gioco è compatibile anche con un duro HD Rumble che risuona potente ad ogni goccia di sangue.

Clicca per ingrandire!

Le Cartel e Devolver Digital fanno un favore al mondo intero pubblicando il seguente titolo su Nintendo Switch, Mother Russia Bleeds è maturo e stilisticamente perfetto e da il meglio di se in qualunque situazione e modalità di gioco scalando la classifica dei beat ‘em up game presenti su eShop e spodestando praticamente tutti i giochi del suo classico e amato genere, anche quelli a noi molto cari.

Non abbiamo altro da dire se non che Mother Russia Bleeds è disponibile sul Nintendo Switch eShop dal 15 novembre 2018 al prezzo di € 14.99 (in sconto del 15% se si ha un qualsiasi titolo del catalogo Devolver) per 3.2 GB di spazio disponibile su console o microSD. Il titolo è compatibile con il Pro Controller e con la modalità di gioco a un Joy-Con. Unica pecca, ma trascurabile: non localizzato in italiano.

  • Il migliore beat ‘em up presente su eShop
  • Graficamente super
  • Colonna sonora da acquistare al volo
  • Co-op in qualsiasi momento
  • Grande quantità di combo
  • Prezzo più che giusto, visto la qualità

  • Niente lingua italiana

Link utili:

Lascia un commento

Nessun commento ancora

Lascia un commento