Microsoft spiega le ragioni per cui non avremo un “sequel” di Minecraft

In una intervista a BusinessInsider il director di Minecraft, Helen Chiang, ha spiegato i motivi per cui probabilmente non vedremo mai un nuovo gioco di questo franchise.

Il titolo ha già venduto oltre 150 milioni di copie ed ha oltre 90 milioni di giocatori attivi al mese, quindi secondo la Chiang non ha molto senso fare un nuovo gioco quando quello attuale ha già successo ed ha una community così attiva.

Microsoft ha investito milioni di dollari in Minecraft nel giro di cinque anni, e in effetti il gioco ha continuato a ricevere nuovi contenuti e giocatori in modo costante. Chiang afferma che la società intende continuare ad espandere l'universo di Minecraft insieme ad altri franchise, ma non nel modo classico, ossia tramite la creazione di sequel. Queste sono le sue parole:

Davvero, non penso che abbia senso per Minecraft, data la community. Creare un sequel di un gioco come questo è un qualcosa che finisce sempre col frantumare una community. Noi stiamo cercando di mantenerla unita. Ecco perché i nostri aggiornamenti sono gratuiti. Non vogliamo chiedere ai giocatori di passare da Minecraft 1 a Minecraft 2. Vogliamo che si divertano solo a Minecraft. E ci sono altri modi che possiamo usare per espandere il gioco, che sono più significativi e autentici, piuttosto che rilasciare un'altra iterazione nel modo in cui la maggior parte degli altri franchise fa.

In effetti, nei prossimi mesi sono previsti tanti contenuti aggiuntivi per Minecraft, quindi i giocatori non possono che reputarsi soddisfatti. Voi cosa ne pensate?

 

Lascia un commento

Nessun commento ancora

Lascia un commento