Master Detective Archives: Rain Code – Recensione

da | 20/07/23 18:07

Una nuova fantastica avventura investigativa realizzata dai creatori della serie Danganromnpa arriva su Nintendo Switch: ecco a voi Master Detective Archives: Rain Code.

Nel corso degli ultimi mesi abbiamo assistito a diverse produzioni di inestimabile qualità arrivare su PlayStation 5, Xbox Series S/X e PC. Basti pensare che alcune settimane fa è stato pubblicato niente meno che in esclusiva temporale Final Fantasy XVI per PS5, un nuovo capitolo di questo prestigioso franchise, che riesce ancora oggi a conquistare milioni di giocatori sparsi nel mondo con la sua indiscutibile qualità. Dall’altra parte vediamo invece Nintendo, forte di una line up di enorme qualità, continuare a sfornare nuove produzioni di indiscussa qualità come constato con The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom, il possibile candidato indiscusso al premio di gioco dell’anno. In un clima dove ci sta solo l’imbarazzo della scelta per la moltitudine di titoli disponibili, la compagnia nipponica è riuscita a portare in esclusiva sulla console ibrida una vera e propria produzione a parer nostro imperdibile: stiamo parlando di Master Detective Archives: Rain Code. Dietro questo affascinante progetto investigativo si celano i talentuosi creatori di Danganromnpa, che tornano in azione con un’avventura da non perdere assolutamente. Tale release è disponibile dal 30 giugno 2023 sia in edizione fisica che digitale solo su Nintendo Switch.

Un’accattivante narrativa

La storia di Master Detective Archives: Rain Code narra le vicende dell’apprendista detective Yuma Kokohead, un simpatico ragazzo che si sveglia all’improvviso in una stanza della stazione dei treni senza sapere nulla della sua identità e del perché si trova lì in quel preciso momento. Controllando qualche istante più tardi tra i propri oggetti, trova una lettera dell’Organizzazione Mondiale dei Detective e ne segue le indicazioni per salire sull’Ameterasu Express. Questa organizzazione denominata “OMD” è effettivamente al di sopra della legge ed è super privilegiata. Si occupa da sempre di risolvere i misteri irrisolti di tutto il mondo. Ha filiali sparsi nel globo e i protagonisti delle loro attività sono appunto i talentuosi Master Detective. Tra i detective che appartengono all’Organizzazione Mondiale dei Detective, questi sono detective dotati di un potere speciale, chiamato “Force Forense”, che li aiuta a investigare. Su quel treno ad aspettarlo ci sono ben cinque Master Detective e anche a loro l’agenzia ha ordinato di andare a Kanai Ward.

Tuttavia, dovrebbero esserci solo cinque Master Detective invece con Yuma sono sei. Il mistero da quel momento si infittisce: si tratta di un semplice test programmato senza annunciarlo dall’organizzazione oppure si cela qualcosa di misterioso? Questo sarà solo l’inizio di un’avventura straordinaria dove, suo malgrado, il nostro apprendista verrà coinvolto in una serie di assurdi casi che dovremo completare sfruttando al meglio le nostre straordinarie abilità investigative. Il nostro tortuoso viaggio non sarà da solo: infatti avremo una compagna un po’ stravagante ovvero la micidiale “Dea della Morte” chiamata Shinigami. L’incipit della storia svela che lei ha stretto un patto con Yuma e lo aiuta a modo suo nel completare ogni caso gli si presenterà di fronte. La sua personalità metterà a dura prova il suo rapporto con il nostro protagonista, infatti continuerà imperterrita a stuzzicarlo ogni volta che può.

Un gameplay improntato sull’investigazione

Oltre alla componente narrativa, l’altro elemento portante di questa produzione è senz’altro il gameplay dedicato principalmente all’investigazione. Nel corso dell’avventura dove ci saranno sequenze in game con telecamera in terza persona, principalmente dovrete esaminare le varie scene del crimine che affronterete, parlare con eventuali testimoni e raccogliere il maggior numero di prove (chiamate anche chiavi di soluzione) che risulteranno fondamentali per affrontare al meglio il “Labirinto del Mistero”. Questa realtà parallela è stata creata materializzando i misteri del mondo reale, e noi verremo catapultati in quella dimensione per risolvere tutti i casi che ci troveremo di fronte. All’interno di questo luogo non mancheranno diverse trappole che affronteremo attraverso la logica, analizzando le nostre prove raccolte, rispondendo ad alcune domande multiple con la presenza immancabile di molti “quick time event”.

Una scelta particolare fatta dagli sviluppatori che hanno provato a mantenere un’impronta lievemente “movimentata” in alcuni minigiochi. Infatti, in alcune sequenze di queste “prove” sarà fondamentale anche la presenza di Shinigami, che fungerà da vera e propria spalla nel risolvere tutte le nostre problematiche. All’interno del titolo, ogni meccanica è stata presentata ed analizzata nel minimo dei dettagli, con tutorial fatti apposta per coloro che non sono molto avvezzi a questo genere di esperienze. La longevità nel complesso è piuttosto buona, forte anche della presenza di un cast di personaggi davvero invidiabile.

Un’esclusiva brillante su Nintendo Switch

Soffermandoci sul comparto tecnico e grafico di questa produzione, non possiamo non complimentarci per il lavoro svolto dal team di sviluppo. La cittadina, Kanai Ward, è realizzata magnificamente grazie agli sviluppatori che sono riusciti a concepire un mondo di gioco così ben credibile sulla console ibrida nipponica. In fase di recensione sebbene abbiamo notato alcuni cali di frame rate, il team è già al lavoro per risolvere ogni problematica con aggiornamenti dedicati che riescano nel minor tempo possibile a migliorare l’esperienza complessiva del giocatore. Il titolo include i sottotitoli in italiano, e per il doppiaggio è possibile selezionare la lingua inglese o giapponese, con quest’ultima che vi consigliamo particolarmente per calarvi al meglio all’interno di questa fantastica storia. Infine le musiche sono realizzate molto bene e colpiscono il giocatore con melodie degne di nota.

Un’avventura investigativa brillante

Master Detective Archives: Rain Code è viaggio investigativo affascinante, con una forte componente narrativa che si respira già dalle prime ore di questa incredibile avventura. Un prodotto fresco, che riesce a conquistare il giocatore con tematiche piuttosto serie grazie ad un cast di personaggi di enorme qualità. Il nostro consiglio è di valutare l’acquisto solo se siete realmente interessanti ad esperienze di questo genere, dove la componente investigativa è il fulcro di tutto il gioco.

Master Detective Archives: Rain Code è disponibile dal 30 giugno 2023 sia in versione fisica che digitale scaricabile dal Nintendo Switch eShop al prezzo di € 59,99. Il gioco è localizzato in Giapponese, Inglese, Spagnolo, Francese, Tedesco, Italiano ed è compatibile con il cloud dei dati di salvataggio e Nintendo Switch Pro Controller.

PRO

  • Un’esperienza davvero incredibile
  • Cast di personaggi caratterizzato molto bene
  • L’ennesima esclusiva Switch da non perdere

CONTRO

  • Un titolo non adatto a tutti
Condividi su

Articoli Correlati

Darkest Dungeon II – Recensione

Darkest Dungeon II – Recensione

Red Hook Studios dopo aver lanciato Darkest Dungeon II su PC ha deciso di portarlo anche su Nintendo Switch, ecco a voi la nostra recensione. Il...