Mario + Rabbids Sparks of Hope – Recensione

da | 31/10/22 17:01

Dopo l’incredibile successo ottenuto con il primo capitolo, Ubisoft Milano torna alla carica con il sequel: Mario + Rabbids Sparks of Hope, una nuova spettacolare avventura. Ecco a voi la nostra recensione.

Sono passati diversi anni dal rilascio di Mario + Rabbids Kingdom Battle, pubblicato su Nintendo Switch in tutto il mondo il 29 agosto 2017, eccezion fatta per il mercato giapponese, dove è uscito il 18 gennaio 2018. Si trattava di un vero e proprio esperimento presentato a sorpresa dalla stessa Ubisoft, che seppe realizzare un’esperienza differente ma allo stesso tempo qualitativamente di alto livello. Dietro questo fantastico progetto troviamo la divisione milanese di Ubisoft, dove all’interno ci sono dei veri e propri talenti che confezionano esperienze indimenticabili. In questo caso era proprio una sfida difficile far incontrare il mondo dei Rabbis a quello di Super Mario, ma, grazie all’offerta proposta, gli appassionati che hanno acquistato questo titolo sono stati davvero tantissimi.

Infatti, ad oggi Mario + Rabbids Kingdom Battle ha raggiunto la somma considerevole di oltre 10 milioni di copie vendute in tutto il mondo, diventando un vero e proprio fenomeno mondiale capace addirittura di diventare uno dei tanti titoli più apprezzati nella libreria dei giochi disponibili su Nintendo Switch. Un successo veramente straordinario, tanto da spingere  quasi immediatamente la compagnia francese e il team di sviluppo italiano a creare un sequel diretto, forte della grande richiesta fatta dagli appassionati che attendevano e speravano in questo momento con tanta impazienza. Ed è con queste premesse che ci avviciniamo a recensire Mario + Rabbids Spark of Hope, una nuova imperdibile avventura acquistabile dal 20 ottobre 2022 in esclusiva su Nintendo Switch.

Una nuova e terribile minaccia

Dopo gli eventi vissuti nel primo capitolo, molti Rabbids hanno deciso di loro spontanea volontà di restare nel Regno dei Funghi con Mario e tutti i suoi amici, sotto l’attento occhio vigile della Principessa Peach. In un clima festoso e di calma apparente, come ogni storia che si rispetti è proprio in questi momenti che il male sta progettando di colpire nuovamente. In questa particolare esperienza i nostri impavidi protagonisti dovranno affrontare un’entità misteriosa, conosciuta nell’intera galassia con il nome di Cursa. Il compito di questa temibile creatura è quello di mettere le mani sugli Spark. Questi strani esseri nascono dalla possibile unione tra Sfavillotti e Rabbids.

Analizzandoli più approfonditamente scoprirete che non hanno alcuna memoria di come siano arrivati a essere quel che sono, ma hanno mantenuto se non altro un rapporto istintivo spontaneo con Rosalinda, che chiamano madre. Tornando a parlare di Cursa, quest’ultima vuole, oltre che dare la caccia agli Spark, servirsi con ogni mezzo dei loro poteri per i suoi sporchi piani diabolici. Una storia dalla base semplice ma raccontata magnificamente, con sullo sfondo interrogativi importanti come il destino di Rosalinda ancora avvolto nel mistero. Con queste semplici premesse, vivrete un’avventura emozionante ambientata in diversi mondi dove voi dovrete con ogni mezzo fermare la terribile Cursa prima che sia troppo tardi per l’intera galassia.

Un gameplay completamente rinnovato

Mario + Rabbids: Sparks of Hope si presenta con un sistema di gameplay rivoluzionato in alcuni punti rispetto al capitolo precedente. In questo caso tra le novità maggiori spicca un combat system rinnovato con la rimozione totale della griglia che compariva in passato nei campi di battaglia quando si affrontavano i nemici. Gli sviluppatori con questa mossa hanno voluto premiare maggiormente la libertà, conferendo al giocatore una pianificazione delle battaglie decisamente migliorata. In questo sequel potrete assumere il controllo di tre eroi a vostra scelta, che scenderanno sul campo di battaglia contro i nemici. Lungo la vostra epopea potrete assoldare fino ad un massimo di 9 Eroi, che verranno sbloccati progressivamente nel corso del gioco. Ogni personaggio avrà delle abilità uniche a disposizione e potrà colpire i nemici dentro uno specifico raggio di azione. Tante piccole implementazioni come la planata, che risulteranno determinanti per non avere grossi problemi.

Ecco alcuni dei personaggi che saranno disponibili nel gioco con le relative qualità:

  • Mario: personaggio versatile che eccelle nel prendere di mira più nemici e può fare affidamento su una grande varietà di attacchi quale la “vista dell’eroe”.
  • Principessa Peach: protettrice dei suoi compagni provvede alla protezione in ogni contesto di pericolo.
  • Rabbid Peach: nel suo campo è la massima esperta quando si parla di curare gli altri Eroi nel party, e vanta  un discreto attacco grazie al suo “Tritollatore Galattico” in grado di colpire un singolo obbiettivo con tre colpi che seguono una traiettoria a curva.
  • Luigi: il fratello di Mario è pensato per essere utilizzato nei combattimenti a distanza, da dove riesce ad attaccare infliggendo una buona dose di danni.
  • Rabbid Luigi: la sua forza sul campo di battaglia sta nel riuscire sempre a ridurre la potenza degli attacchi e i danni procurati dai nemici. Lo chiamano il “Flagello”.
  • Rabbid Mario: personaggio pensato esclusivamente al combattimento a distanza ravvicinata grazie alla quantità di danni che riesce ad infliggere utilizzando la sua arma preferita: “I Guanti Pestanti”.

Tra un combattimento e l’altro, si potrà come al solito esplorare ogni location come meglio crediate, alla scoperta di ogni segreto sparso nella mappa. La telecamera in terza persona è stata ottimizzata in maniera eccelsa, dimostrazione dell’enorme lavoro in fase di ottimizzazione fatto dal team di sviluppo. Rispetto al primo capitolo, Mario + Rabbids: Sparks of Hope si presenta con una moltitudine di contenuti extra, come semplici missioni secondarie e minigiochi che allungano non di poco la già ottima longevità di questa esperienza. Tornando ad analizzare la componente di combattimento, ogni nostro membro potrà essere equipaggiato di due Spark, i quali vantano abilità esclusive che saranno determinanti nelle fasi di combattimento.

Ogni Spark amplia notevolmente il vostro arsenale, differenziando non di poco il vostro approccio strategico. Nel corso della vostra epopea avrete modo di scovare tanti differenti Spark, per un totale complessivo di 30 creaturine uniche nel loro genere. Infine, come in ogni esperienza di questo genere, non poteva mancare il classico albero delle abilità di ciascun personaggio. Avanzando durante la vostra avventura, Mario e i suoi inseparabili compagni dopo ogni combattimento acquisiranno punti esperienze, che permetteranno loro di aumentare di livello, e quindi in un secondo momento di sbloccare abilità esclusive. La mole di contenuti introdotti in questo capitolo lo rende a dir poco una produzione mastodontica, che farà felici non poco tutti coloro che attendevano con impazienza questa nuova avventura della serie.

Un comparto tecnico che brilla su Nintendo Switch

Mario + Rabbids: Sparks of Hope tecnicamente parlando è un piacere per gli occhi. Rispetto al primo capitolo, anche in questo caso i passi avanti sono enormi, con il team di sviluppo che ha migliorato ulteriormente le performance del gioco sia in modalità portatile che docked. Il titolo è ottimizzato benissimo sulla console ibrida nipponica, e anche i tempi di caricamento sono tutto sommato nella norma. Il colpo d’occhio lo fa la grafica, con una realizzazione delle location e dei vari pianeti degna di nota, dove sarà un piacere perdersi per esplorare ogni piccolo spazio delle relative mappe.

I puzzle ambientali, le boss fight e tutte quelle implementazioni presenti in questo capitolo sono proposte in maniera sagace, e non porteranno mai il giocatore a innervosirsi inutilmente. La colonna sonora è curata dal magico trio di artisti composto da Gareth Coker, Grant Kirkhope e infine Yoko Shimomura, che conoscerete senz’altro per aver realizzato innumerevoli tracce presenti nella serie Kingdom Hearts. Ogni melodia presente nel gioco è perfettamente in simbiosi con l’idea di esperienza pensata dal team di sviluppo, una simbiosi perfettamente riuscita. Per quanto concerne invece la mappatura del Nintendo Switch Pro Controller insieme ai Joy-Con, in fase di recensione non abbiamo constatato nessun problema.

Mario e i suoi inseparabili amici vi aspettano per questa imperdibile nuova epopea

In Mario + Rabbids: Sparks of Hope vivrete un’avventura indimenticabile, che saprà emozionarvi e divertirvi fin dalle prime ore di gioco. Una narrativa semplice, ma decisamente più matura rispetto al primo capitolo. Ubisoft Milan ha saputo sorprendere con una produzione fresca e innovativa, rivoluzionando laddove è possibile con un comparto tecnico di notevole fattura e un combat system completamente rinnovato. Il nostro consiglio è di lasciarvi conquistare da questo imperdibile capitolo della serie, che si consacra come uno dei migliori titoli disponibili su Nintendo Switch.

Mario + Rabbids: Sparks of Hope è disponibile dal 20 ottobre 2022 sia in edizione fisica che in versione digitale scaricabile dal Nintendo Switch eShop al prezzo di € 59,99 per 5843,00 MB di spazio complessivi. Il gioco è localizzato in Tedesco, Inglese, Spagnolo, Francese, Italiano, Olandese, Portoghese, Russo ed è compatibile con il cloud dei dati di salvataggio e Nintendo Switch Pro Controller.

PRO

  • Una storia realizzata magnificamente
  • Combat system rinnovato
  • Musiche straordinarie
  • Tante ore di divertimento con tanti contenuti extra

CONTRO

  • In alcuni casi i combattimenti sono troppo semplici

Info Utili:

Articoli Correlati

Harvestella – Recesione

Harvestella – Recesione

Il noto publisher videoludico torna alla carica confezionando una nuova produzione: stiamo parlando di Harvestella. Ecco a voi la nostra recensione....

Serial Cleaners – Recensione

Serial Cleaners – Recensione

Siete a pronti a ripulire le peggiori scene del crimine in modo Pulp? Ecco a voi la recensione di Serial Cleaners su Nintendo Switch. Serial...