Manticore: Galaxy on Fire – Recensione

Se siete amanti della fantascienza, Manticore: Galaxy on Fire è il gioco che fa per voi. Un momento però, non pensate che sia una specie di StarWars Battlefront, il gioco di FishLabs ci si avvicina, certo, ma intraprende una strada completamente diversa.

La serie Manticore, o meglio, la serie Galaxy on Fire è da sempre il punto forte di FishLabs, azienda tedesca di videogiochi interna a Deep Silver, dove ha trovato spazio su dispositivi mobili e “console” come Apple TV centrando anche una notevole critica positiva.

Il nuovo Galaxy on Fire, terzo gioco della serie, presenta il nome di Manticore che tanto ricorda il mostro mitologico con parti del corpo di diversi animali, alato certo, proprio come le navicelle che "popolano" questo sparatutto spaziale in 3D. Ma in realtà la Manticore è la grande nave madre, il QG dei cacciatori di taglie che entrano in azione con navicelle più piccole e agili in missioni tipo: difendi la stazione spaziale, o cattura il noto criminale spaziale. Tra cacciatori di taglie e pirati spaziali è difficile non pensare alla nostra amata serie Metroid ma, secondo noi, il paragone perfetto è quello con Battlestar Galactica (una delle serie TV di fantascienza più belle degli ultimi 15 anni) dove il mitico capitano “Bill” Adamo comandava la Galactica mentre “Lee” e “Scorpion” rischiavano la vita con i loro Viper nello spazio in indimenticabili battaglie contro i Cyloni.

Clicca per ingrandire!

In Manticore: Galaxy on Fire, uno sparatutto spaziale in 3D, avrete il compito di comandare una navicella in pieno stile Viper, dove dovrete seguire gli ordini impartiti dalla Manticore senza pensarci due volte. Il gioco non presenta alcuna trama o storia da seguire, “l’avvincente racconto in tre atti” citato nella scheda del gioco sul Nintendo Switch eShop passa sempre in secondo piano a favore di tutte le missioni che la “portaerei spaziale” vi darà.

Le missioni, che sono davvero tante, vi terranno occupati per una decina di ore e si distinguono in vario tipo come ad esempio “scorta il carico”, “difendi la base” o “raggiungi il checkpoint”, nulla di nuovo eh, ma inserite in questo preciso contesto risultano piacevoli e impegnative. Dopo aver completato la missione, potrete girare liberamente all’interno del livello (di notevoli dimensioni e davvero ber realizzato) esplorandolo al fine di recuperare oggetti preziosi come Frammenti di Intel e Pezzi di Astronavi. Durante l’esplorazione (di base ma a tratti rilassante e intuitiva) sarete aiutati da una sonda robot che lampeggerà quando vi avvicinerete ad un oggetto da recuperare. Questi oggetti vi porteranno nuove abilità e nuove astronavi da utilizzare. Avrete, infine, ben tre galassie da esplorare, tutte diverse tra loro.

Il compito principale e finale di queste missioni sarà quasi sempre quello di catturare (o eliminare) un noto criminale ingaggiando combattimenti spaziali ben sviluppati ma, almeno inizialmente, facilmente completabili. Fortunatamente, proseguendo nel gioco, alcuni "boss" saranno "duri a morire".

Clicca per ingrandire!

I controlli di gioco sono molto facili e intuitivi (non come quelli proposti in Skies of Fury DX, certo li erano biplani qui caccia spaziali): riusciremo a pilotare il nostro "Viper" con la levetta di sinistra (i comandi di volo saranno invertiti ma potranno essere tranquillamente modificabili), i tasti A e B saranno assegnati ai dispositivi della navicella mentre la levetta analogica destra è dedicata ai movimenti della stessa (turbo, freno, roll a DX e roll a SX). Il caccia spaziale potrà sparare con l’arma primaria pigiando il tasto ZR (vi consigliamo di eliminare la mira assistita) e potrà usare l’arma secondaria con il tasto ZL.

Infine, premendo la levetta analogica R la vostra astronave si allineerà al mondo di gioco (vi consigliamo anche di eliminare l’auto-allineamento dalle opzioni per avere una più completa padronanza del mezzo).

Manticore: Galaxy on Fire è questo, quindi se pensavate di acquistare uno StarWars Battlefront (per quanto riguarda le battaglie aeree multi-giocatore) rimarrete delusi. Manticore è si un buon gioco spaziale in singolo, ma manca completamente di comparte multiplayer. E’ vero, lo ammettiamo, una modalità online con battaglie in compagnia (o versus) di amici sarebbe stata una notevole spinta all’acquisto del gioco.

La creazione di FishLabs sfrutta bene la console Nintendo, non è un semplice port da mobile a console (e questa è la cosa che più apprezziamo). Manticore supporta il touch-screen Switch nei menu di gioco (niente comandi touch sull’astronave, peccato) e l’HD Rumble della console lascia un ottimo feedback tattile, proprio come quello che i primi giochi per Nintendo Switch avevano (ora la vibrazione made-in-Nintendo sembra non essere più ben sfruttata da alcune software house). Inoltre, il gioco vanta la massima risoluzione grafica possibile su Nintendo Switch, con frame-rate sempre alti in entrambe le modalità di gioco.

Clicca per ingrandire!

Manticore: Galaxy on Fire è sicuramente un buon sparatutto spaziale, con un level design (spazio, galassie e pianeti sullo sfondo) davvero non male. La colonna sonora è un po' povera di brani ma quai pochi presenti sono ben ritmati e "da battaglia", proprio come quelli che ascoltavamo in Battlestar Galactica composti dal grande Bear McCreary. Certo, manca una modalità multiplayer (che avrebbe fatto alzare il voto di parecchio) ma Manticore ha tante qualità che un appassionato di fantascienza sa apprezzare.

Manticore: Galaxy on Fire sarà disponibile da giovedì 19 aprile 2018 al prezzo di € 19.99 per 2.9 GB di spazio su console o microSD. Il gioco è localizzato in italiano ed è compatibile con il Pro Controller Switch (consigliato ma non necessario).

  • Combattimenti spaziali in 3D
  • Ottimo HD Rumble
  • Tante missioni
  • Buon level design
  • Battle theme di base interessante
  • Ricorda Battlestar Galactica in alcuni aspetti

  • Assenza totale di una comparte multiplayer
  • Potenziamenti un po’ fine a se stessi
  • Esplorazione a tratti superficiale

Clicca per ingrandire!

Clicca per ingrandire!

Pagina ufficiale del gioco su Nintendo Italia (link).

Lascia un commento

Nessun commento ancora

Lascia un commento