Sotterranei e Grandi Sotterranei, il mondo di Pokémon Diamante e Perla che si snoda sotto i nostri piedi

da | Ott 3, 2021

I Sotterranei hanno arricchito notevolmente l’esperienza di gioco in Pokémon Diamante, Perla e Platino, e ora stanno per tornare (migliorati) nei remake.

Chi ha avuto la fortuna di giocare a Pokémon Diamante, Perla e Platino su Nintendo DS non può non ricordare i Sotterranei. Questo mondo è situato sotto il suolo della regione di Sinnoh ed è accessibile tramite l’Esplorokit. Per ottenerlo, i giocatori dovevano recarsi a Evopoli, ed entrare nella casetta dell’Esperto dei Sotterranei, che si trovava di fianco al Centro Pokémon della città. Da qui poteva iniziare l’avventura sottoterra. Come visto nei trailer finora rilasciati e nei comunicati ufficiali, anche in Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente si potrà scendere sotto il suolo di Sinnoh. I Sotterranei, ribattezzati Grandi Sotterranei, torneranno a brillare, rinnovati e arricchiti. Prepariamo il nostro kit di esplorazione e vediamo quali erano le caratteristiche principali di questa meccanica di gioco, e quali saranno le novità nei remake in arrivo.

Un mondo di tesori da dissotterrare

I Sotterranei di Pokémon Diamante, Perla e Platino erano ricchi di Tesori che i giocatori potevano inserire nella propria Borsa una volta dissotterrati. Ottenuto l’Esplorokit dall’esperto vecchietto di Evopoli, era possibile accedere al sottosuolo di Sinnoh in qualsiasi momento. Lo Zaino non era utilizzabile nei Sotterranei e, quindi, anche la preziosa Bicicletta doveva essere lasciata in superficie, alla luce del sole. L’Esperto dei Sotterranei avrebbe, inoltre, avuto un elenco di missioni con le quali avrebbe testato la bravura dei giocatori e, al contempo, avrebbe spiegato tutte le funzioni e le meccaniche del mondo sottoterra. La primissima missione, per esempio, era semplicemente quella di utilizzare l’Esplorokit per accedere ai Sotterranei.

Una volta giunti nel sottosuolo, il Capopalestra di Mineropoli Pedro avrebbe spiegato alcune nozioni di base, come l’utilizzo del Radar per visualizzare la fitta rete di cunicoli. Il compito principale dei giocatori era quello di scavare alla ricerca di Tesori o Bilie. Queste ultime rappresentavano la valuta dei Sotterranei e potevano essere trovate di 5 colori differenti: Rossa, Blu, Verde, Prisma e Tersa. Le prime tre erano le Bilie più semplici da dissotterrare, mentre la Prisma (Pokémon Diamante) e la Tersa (Pokémon Perla) erano comuni soltanto nella versione del gioco corrispondente.

Le dimensioni delle Bilie variavano su una scala da 1 a 99, ma era più frequente trovarne di grandezze comprese tra 5 e 20. Per ottenere Bilie più grandi (e quindi più preziose) era possibile seppellirne alcune di un colore nello stesso punto. Le pietre colorate si sarebbero potute seppellire anche singolarmente, la qual cosa avrebbe comportato una crescita più lenta. Le Bilie potevano essere seppellite nello stesso luogo fino a un massimo di 99, dopodiché sarebbero sparite le più vecchie man mano che il giocatore avesse tentato di aggiungerne di nuove. Inoltre, si sarebbero potute portare con sé solo 40 Bilie per volta.

Oltre alla preziosa valuta dei Sotterranei, scavando era possibile rinvenire diversi Tesori. Molti preziosi strumenti erano nascosti nelle mura dei cunicoli, pronti per essere trovati. Tra i più importanti, era possibile disseppellire Fossili (inizialmente Fossilscudo e Fossilcranio, in seguito all’ottenimento del Pokédex Nazionale anche i Fossili delle altre regioni), Lastre, Ossi Rari, Pietre Evolutive, Cocci, Revitalizzanti (anche Max), Squame Cuore e strumenti da dare ai propri Pokémon, come la Creta Luce e la Ferropalla.

Scavare nei cunicoli consisteva in un mini-gioco simile a Battaglia Navale. I Tesori e le Bilie dovevano essere trovati in un numero limitato di turni e tentativi, prima che la parete crollasse. Si avevano a disposizione due strumenti: un martello, che avrebbe scoperto 5 quadratini a forma di croce, e una piccozza, per dissotterrare un quadratino dello schermo alla volta. Ogni strumento nascosto sarebbe stato caratterizzato da una forma specifica, quindi i giocatori avrebbero dovuto tentare di scavare in modo preciso per dissotterrare ogni oggetto senza sprecare azioni.

Un Fossilcranio, una Bilia Rossa, una Blu e una Tersa dissotterrate.

Le Bilie trovate potevano essere scambiate con i mercanti che fornivano materiale di vario genere. I mercanti di Trappole fornivano Trappole (di cui parleremo più avanti) in cambio di Bilie, mentre i mercanti di Tesori davano Bilie in cambio dei Tesori trovati dal giocatore. Infine, i mercanti di beni avevano, nel proprio catalogo, le Decorazioni per la Base Segreta.

Basi Segrete e Rubabandiera

Il concetto di Base Segreta era conosciuto ben prima di Pokémon Diamante e Perla. In Pokémon Rubino, Zaffiro e Smeraldo era, infatti, possibile scegliere un albero cavo, una rientranza nella roccia, un cespuglio o un altro riparo naturale per farne la propria “casa”. Anche nella regione di Sinnoh si poteva creare una Base Segreta, ma questa funzione era disponibile esclusivamente nei Sotterranei. Grazie a una Trappola speciale, la Trivella, era possibile aprire una rientranza nella parete e creare uno spazio adeguato per permettere ai giocatori di insediarcisi. La Trivella era monouso, e poteva essere ricevuta anche dall’Esperto dei Sotterranei, come ricompensa per una delle missioni.

Le Decorazioni per personalizzare la propria Base Segreta erano acquistabili dai mercanti in cambio di Bilie, e se ne potevano inserire fino a un massimo di 15. Inoltre, di fianco al PC presente in tutte le stanze, ci sarebbe stata una bandierina, legata al mini-gioco Wireless Rubabandiera. In questo piccolo e divertente giochino, gli Allenatori dovevano visitare le Basi Segrete degli altri giocatori e rubare la bandiera posizionata di fianco ai PC. Le Trappole comprate dai mercanti si sarebbero potute utilizzare per ostacolare il cammino degli altri verso la propria base, impedendo loro di vincere il gioco e proteggendo la propria bandiera.

Una Base Segreta in Pokémon Platino

Il numero di bandiere vinte serviva per aggiornare il PC, cambiare la grafica e permettere ai giocatori di rimuovere, un po’ alla volta, i massi nella propria Base Segreta, ampliandola e rendendola più bella. Inoltre, sarebbe aumentato il numero di Decorazioni posizionabili. A seconda del numero di bandierine rubate, gli Allenatori sarebbero rientrati in 5 categorie:

  • Bandiera Normale – 0 bandiere rubate, 10 Decorazioni permesse
  • Bandiera di Bronzo – 1 bandiera rubata, 1 masso rimovibile, 12 Decorazioni permesse
  • Bandiera d’Argento – 3 bandiere rubate, 5 massi rimovibili, 14 Decorazioni permesse
  • Bandiera d’Oro – 10 bandiere rubate, 10 massi rimovibili, 15 Decorazioni permesse, il Radar mostra la presenza di Bilie, Tesori e Trappole
  • Bandiera di Platino – 50 bandiere rubate, tutti i massi rimovibili, 15 Decorazioni permesse, stella sulla Scheda Allenatore

Questo mini-gioco è stato molto amato dai giocatori di Pokémon Diamante, Perla e Platino. Metteva in competizione i vari Allenatori, permetteva di sbirciare le loro Basi Segrete, vincere succulenti premi e inventare nuovi metodi per impedire agli altri di rubare la propria bandierina. Nelle immagini dei trailer di Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente non si sono viste bandiere all’interno delle Basi Segrete mostrate, per cui non si sa se Rubabandiera, magari in una versione aggiornata, tornerà nei remake.

Una Base Segreta di Pokémon DLPS ricca di statue.

Sono state, tuttavia, mostrate le bellissime statue dei Pokémon che sarà possibile esibire nei propri rifugi. Una delle differenze che caratterizzerà i nuovi titoli è racchiusa nell’utilità che queste statue avranno una volta posizionate. Non saranno, infatti, semplicemente un elemento decorativo. Mettere nella propria Base Segreta statue di Pokémon dello stesso Tipo influenzerà i Pokémon che si potranno incontrare nei Rifugi, nonché il tipo di Rifugio al quale si potrà accedere. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

I Rifugi Pokémon, la novità dei remake

I Rifugi Pokémon sono la prima vera novità che troveremo in Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente. Raggiungibili nei Grandi Sotterranei, sono zone aperte che profumano di piccoli open-world. In queste aree climatiche i Pokémon compaiono nell’over-world con il loro modello 3D, e si muovono liberamente nello spazio circostante, pronti per essere affrontati dagli Allenatori. Come è stato specificato anche sul sito ufficiale dei titoli, alcune creature potranno essere incontrare e catturate esclusivamente nei Rifugi, mentre saranno introvabili nella classica mappa di gioco di Sinnoh.

Secondo l’artwork ufficiale rilasciato, è possibile distinguere 6 diversi Rifugi Pokémon, ognuno con il proprio clima e, quindi, con differenti creature che ci vivono: la zona vulcanica, la distesa innevata, la grotta, il campo d’erba, la palude e l’acquitrino. Nel trailer rilasciato a fine agosto è possibile dare un’occhiata ad alcune di queste zone, e vedere come il clima ne sia l’assoluto padrone.

Il giocatore si muove nella steppa vicino all’acquitrino, circondato dai Pokémon dell’overworld.

Osservando bene il filmato, è possibile dedurre come le varie aree non abbiano una posizione precisa e fissa nella mappa dei Grandi Sotterranei. I Rifugi compaiono in base all’organizzazione della propria Base Segreta e, forse, ad altri fattori che scopriremo giocando. Vedere i Pokémon nel loro habitat sarà sicuramente piacevole, e si spera che abbiano un ampio raggio di movimento, in modo da poter simulare piccole realtà open-world. Nella mappa della regione di Sinnoh che si trova in superficie, infatti, le creature saranno limitate alle zolle d’erba, alle grotte e ai corsi d’acqua, senza poter beneficiare del respiro dei Rifugi.

Piazza una Trappola!

Come abbiano già accennato, nei Sotterranei di Pokémon Diamante, Perla e Platino era possibile piazzare delle Trappole sul sentiero. Queste potevano venire scambiate con i mercanti in cambio di Bilie, oppure potevano essere trovate nei tunnel con l’ausilio del radar e individuate tramite un puntino luminoso sul terreno. Un giocatore poteva portare con sé fino a un massimo di 40 Trappole. Questi oggetti potevano andare a danno degli altri Allenatori, per esempio impedendo loro di avvicinarsi alla propria Base Segreta per impossessarsi della bandierina accanto al PC. Tuttavia, tutti potevano caderne vittima.

Le Trappole erano di vario tipo e con effetti differenti: alcune spedivano i giocatori in una determinata direzione, altre alteravano i comandi, rendendo complicato ogni movimento e facendoli andare nella direzione sbagliata, oppure spedivano un messaggio a tutti coloro che si trovavano nei Sotterranei in quel momento. C’erano trappole che davano origine a un ostacolo, da eliminare poi con lo stilo del Nintendo DS oppure con il microfono, utile per esempio per soffiare via bolle o fumo che ostacolavano la vista.

Artwork ufficiale dei Rifugi Pokémon. Le 6 differenti tipologie di clima sono ben visibili.

Piazzando una Trappola, sarebbe stato possibile vedere quando un altro giocatore incappava in essa, cadendoci dentro. Per non finire nelle proprie Trappole, una volta posizionate sarebbe stato possibile vederle, come puntini luminosi con il nome del giocatore sopra. Inoltre, ogni Allenatore poteva essere liberato dal blocco di una Trappola da un altro giocatore, semplicemente premendo il tasto A.

Nei trailer rilasciati finora di Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente si è vista la modalità multiplayer presente nei Grandi Sotterranei. I giocatori potranno fare insieme diverse attività, come esplorare i tunnel, scavare alla ricerca di tesori e visitare i Rifugi Pokémon. Le Trappole potranno essere un ottimo modo per aumentare il divertimento, far cadere gli altri in innocui tranelli e rendere più frizzante l’esplorazione delle gallerie. Se dovesse venire confermata una nuova versione di Rubabandiera, inoltre, la competizione potrebbe far escogitare ai partecipanti molteplici strategie di difesa della propria Base Segreta con l’ausilio di diverse Trappole. Finora non sono state inquadrate bandierine, ma l’uscita dei giochi riserverà sicuramente qualche sorpresa non ancora mostrata.

Gioca con chi vuoi, dove vuoi e quando vuoi

In Pokémon Diamante, Perla e Platino si aveva a disposizione una modalità multiplayer molto più limitata di quella di Nintendo Switch. Una volta entrati nei Sotterranei, si attivava la Comunicazione Wireless DS e tutti i giocatori nei dintorni potevano interagire ed esplorare insieme. Come già raccontato in questo articolo, si potevano visitare le Basi Segrete degli altri Allenatori, giocare a Rubabandiera o piazzare Trappole.

Una galleria dei Grandi Sotterranei, dove è possibile vedere 5 giocatori connessi contemporaneamente.

I giocatori potevano interagire tra di loro scambiando oggetti per decorare la propria Base Segreta, ed era possibile comunicare grazie a un apposito menu di domande e risposte preimpostate del gioco. Parlare con gli altri giocatori aveva diversi vantaggi, tra cui lo sblocco di Spiritomb al Pozzo Memoria. Per incontrare il Pokémon Proibito, era necessario scambiare messaggi con 32 persone, le quali sarebbero state segnate sulla propria Scheda dopo ogni sessione di comunicazione.

Grazie alle possibilità di Nintendo Switch, una piattaforma decisamente più aggiornata del caro, vecchio Nintendo DS, la modalità multiplayer potrà risplendere in tutta la sua gloria, permettendo ai giocatori di divertirsi in un mondo che si snoda sotto la regione di Sinnoh. La modalità portatile permetterà a tutti di giocare ovunque si desideri, a patto che si abbia una connessione wi-fi disponibile. Per usufruire della modalità multiplayer sarà necessario essere in possesso di un abbonamento al servizio Nintendo Switch Online. Molte cose devono ancora venire scoperte riguardo Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente, prima del loro rilascio ufficiale il 19 novembre 2021.

Nel frattempo, non ci resta che ripercorrere le vie della quarta generazione con i nostri ricordi, la speranza di ritrovare le features più amate e, magari, nuove aggiunte che potranno arricchire ulteriormente i titoli.

Vi lasciamo il nostro approfondimento relativo agli eventi in-game che ci piacerebbe vedere rilasciati anche in questi remake.

Commenti da Facebook