Abbiamo atteso circa diciassette anni per rivedere un gioco su home console interamente dedicato al dinosauro verde di Nintendo, Yoshi’s Woolly World ha fatto il suo esordio su Wii U!

yoshi

retrokingmii
Roscio Miiverse

Nel lontano 1998 uscì per Nintendo 64 Yoshi’s Story, seguito di quel Super Mario World 2 Yoshi’s Island per SNES, ultimo gioco di Yoshi su una home console Nintendo. Nintendo Player ha recensito per voi il nuovo e lanoso gioco di Yoshi ambientato nell’isola Gomitolo situata nell’oceano Filato, in quel Woolly World così atteso dal popolo nintendaro.

Yoshi’s Woolly World si presenta al pubblico come un classico platform game a scorrimento laterale. Anche qui, come successo in Kirby e la stoffa dell’eroe, Nintendo usa uno stile grafico tessutoso anche se più lanoso rispetto a quel Kirby uscito su Wii nel 2011. All’inizio vi verrà proposta la modalità di gioco da usare e potrete scegliere tra due possibilità: la classica per i giocatori esperti e la relax per i giocatori meno esperti. Ora diamo un primo sguardo all’Isola Gomitolo.

L’Isola Gomitolo è la riserva pacifica dove gli Yoshi lanosi vivono spensierati, almeno fino a quando il cattivo di turno, Kamek, non rovina tutto trasformando (quasi) tutti i dinosaurini in gomitoli di lana scappandosene poi con il bottino in spalla. Il nostro amico Yoshi decide così di iniziare la sua nuova avventura alla ricerca di Kamek e di tutti gli Yoshi rapiti!

La trama non brilla ma ricalca comunque lo stile classico dei platform di casa Nintendo. Come struttura, Yoshi’s Woolly World è molto classico, alla Super Mario per intenderci. L’avventura è suddivisa in mondi: ogni mondo è formato da otto livelli, con il quarto e l’ottavo livello dedicato ai boss. Ogni livello è giocabile in singolo o in multigiocatore. Nonostante questo è da sottolineare che il secondo giocatore non può entrare a partita in corso.

yoshi1

yoshi 2

I livelli di gioco sono strapieni di oggettini da trovare: Yoshi ha bisogno dei diamantini colorati per acquistare le Spille del Potere, dei potenziamenti per il nostro dinosauretto che lo aiuteranno nella sua avventura. Più diamanti colorati collezionerete più timbri speciali per il Miiverse sbloccherete. Naturalmente Yoshi deve trovare tutti i gomitoli di lana sparsi nei livelli se vuole salvare i suoi amici lanosi.

Il gameplay di Yoshi’s Woolly World è immediato e non presenta grosse difficoltà di controllo del personaggio, anche perchè, chi ha giocato gli altri titoli ormai sa di cosa è capace il nostro compagno verde. Una cosa sola è cambiata e calza a pennello con il mondo di lana che fa da sfondo a tutto il gioco: Yoshi invece delle uova, creerà e di conseguenza sputerà delle pallette colorate di lana, utili sia per colpire i nemici sia per utilizzare delle piattaforme, che senza la lana, risulteranno impraticabili. Yoshi potrà lanciare queste pallette utilizzando un comando di precisione, una linea tratteggiata con un mirino finale a forma di croce.

Una cosa molto bella è la varietà dei livelli presenti e il meccanismo implementato per scovare dei passaggi segreti che nascondono quasi sempre i collezionabili; se vedrete un filo a penzoloni su delle piattaforme apparentemente innocue, sappiate che Yoshi con la sua lingua potrà sciogliere il nodo che farà sparire il muro di lana che celava in realtà un segreto.

I livelli sono strutturati per far proseguire il giocatore ad un ritmo lento, quindi potrete disporre di tutta la calma per esplorare lo stage senza essere presi dalla foga di doverlo finire rapidamente. Anche se a primo impatto potrebbe risultare lento per i giocatori che cercano certi tipi di esperienze, per i perfezionisti invece potrebbe essere una caratteristica apprezzata. Sfruttando gli Amiibo lanosi di Yoshi e la tecnologia NFC, in uno qualsivoglia stage avrete la compagnia di un altro Yoshi. Mangiandolo e risputandolo potrete mandarlo dove volete a raccogliere oggetti, lui una volta svolto il compitino tornerà da voi. Se volete invece trasformare la skin del vostro Yoshi in un altro personaggio, provare ad avvicinare un Amiibo e vedrete Yoshi trasformarsi, sia in-game che fuori!

Ogni mondo ha un livello extra da sbloccare, quindi sarà una bella sfida trovare tutti i collezionabili.

yoshi3

Dal lato tecnico Yoshi’s Woolly World ricalca benissimo quello che è lo standard Nintendo senza eccellere in tecnicismi fini a sè stessi. Lo stile, i colori, la struttura dei livelli rendono il gioco divertente e geniale. Difficilmente lasceranno i giocatori a bocca chiusa anche perchè si vede la cura con cui è stato sviluppato. La grafica non richiede chissà cosa, ma nella sua semplicità svolge il suo lavoro egregiamente. Le musiche di sottofondo sono bellissime e orecchiabili trasmettendo spensieratezza e gioia. Il multiplayer locale rende l’esperienza ancora più unica e longeva. I 6 mondi giocabili, anche nella modalità single player, offrono una lunga esperienza, soprattutto se vorrete completare i livelli al 100%.

Yoshi’s Wolly World è un gustosissimo platform dalla classe cristallina e dall’ineguagliabile marchio Nintendo che noi consigliamo vivamente agli amanti del genere e del divertimento non troppo impegnativo. Sempre meglio una partita a Yoshi che passare pomeriggi interi a fare la calzetta, insomma.

PRO:

pro – Level design magnifico;
pro – Giocabilità pressochè perfetta;
pro – Longevità e comparto tecnico in pieno stile Nintendo;

CONTRO:

contro – Fin troppo facile;
contro – Sarebbe stata gradita una modalità per sfruttare il touch del WiiU Game Pad;

voti_yoshiww

Commenti da Facebook