Digital Foundry ci parla di Octopath traveler

Digital Foundry, noto per le sue meticolose e dettagliate analisi tecniche, ha messo le mani sull'ultimo gioco di Square Enix: Octopat Traveler. Eccovi i dettagli.

Il successo di Octopath Traveler è qualcosa che molti fan di Nintendo hanno predetto per già tempo fa; e Square Enix è stata in grado di soddisfare i fan del genere JRPG offrendo qualità in quasi tutte le aree di questa capolavoro.

Ma, mancava ancora il commento tecnico di un esperto.

infatti, in questa occasione Digital Foundry ci offre un'interessante analisi del titolo esclusivo per Nintendo Switch. Prima di tutto si evidenzia che il gioco gira a 720p in modalità dock, mentre in modalità portatile scende a 1024 × 576, con l'eccezione dell'interfaccia grafica e del menù che rimangono nella stessa risoluzione.

È stato inoltre confermato che il titolo viene eseguito a 30 FPS in tutte le sue modalità. Sebbene Digital Foundry sostenga che le prestazioni siano molto stabili e non abbiano trovato crolli di frame, il gioco ogni tanto risente di un piccolo tentennamento nella stabilità degli FPS, che è stato spiegato in modo più dettagliato nell'analisi.

Potrete dare un'occhiata al video qui sotto:

Lascia un commento

4 Risposta

  1. Tiash
    Legato a questo video ho visto anche altri articoli e ogni volta mi chiedo perché ci si riduce a riportare solo gli FPS e la risoluzione, quando nel video si approfondisce la grafica del gioco un po' a 360°, parlando di gestione delle ombre, gestione delle luci, i modelli 3D delle città, il movimento dinamico delle bandiere, oltre a molte altre cose che si notano subito.
  2. Daklor
    Purtroppo, si tende a riportare solo gli FPS perché l'utente "medio" si sofferma su questo dato. Io stesso, che ho esperienza (anche se minima) in render e modellazione 3D, mi rendo conto che non sono gli FPS a far capire se un titolo merita o meno, anzi. Spesso luci e ombre sono tristemente ignorate, quando un'ottimizzazione delle luci e ombre è ben fatta fa una differenza abissale a livello di resa finale. Spesso anche se parlassimo di tutti gli aspetti che hai citato, il rischio è che l'utente "medio" ti critica che stai cercando delle scuse per giustificare i "problemi" agli FPS. Assurdo e triste...
  3. Tiash
    Infatti. Tra l'altro mi scuso se il mio commento è passato come critica verso l'articolo era molto più una triste constatazione sul lettore medio. Purtroppo però il problema nasce quando ci sono utenti che commentano con: "Posso capire Doom e Wolfenstein che sono giochi molto pesanti. Ma in questo caso non riesco a spiegarmi i compromessi tecnici. Al di la di ottimi effetti grafici, non parliamo di un titolo con texture realistici e modelli poligonali complessi." Quando in realtà sotto gira qualcosa di molto complesso e che richiede comunque risorse hardware, e che il video esplica molto bene.
  4. Daklor
    Esatto, concordo con te :D

Lascia un commento