Arrestato un pedofilo che si è servito di The Elder Scrolls V: Skyrim per creare video pedopornografici

Secondo quanto riportato dallo Yorkshire Evening Post, un uomo di 46 anni sarebbe stato arrestato per aver creato dei video pedopornografici utilizzando i modelli 3D di The Elder Scrolls V: Skyrim.

Jessica Lister, il procuratore distrettuale che si è occupato del caso, ha affermato che la polizia si è recata presso la casa dell'uomo, Spencer Garland, per una visita di controllo, poichè l'uomo era già stato processato nel 2011 per possesso di materiale pedopornografico, e quindi era soggetto a controlli periodici.

Un analista forense (informatico che si occupa di "reati digitali") ha analizzato l’hard disk di Garland, nel quale sono state trovate migliaia di foto e video illeciti.

Garland aveva modificato personalmente i personaggi di Skyrim, rimuovendone i vestiti e animandoli in modo che apparissero in pose oscene in modo da riprodurre foto e video. I modelli utilizzati rappresentavano bambini di all’incirca 6 anni. Una cosa digustosa.

L'avvocato di Garland ha cercato di difenderlo affermando che "E' un uomo isolato, diventato drogato di videogiochi", e che quindi non si è reso conto del misfatto.  Grazie al cielo a nulla sono valse le parole, e quindi l'uomo ha ricevuto una condanna al carcere e dovrà subire un percorso di riabilitazione. Ma basterà?

Questa storia dimostra come la gente che ci circonda può raggiungere vette di follia da brivido. Per "fortuna" si trattava solo di immagini di un videogioco, e quindi nessun bambino è stato toccato. Consolante, ma solo in parte. Cose del genere  non dovrebbero accadere.

Lascia un commento

Nessun commento ancora

Lascia un commento