Anteprima: Pokémon Let’s Go, Pikachu! e Pokémon Let’s Go, Eevee!

Per gentile concessione di Nintendo Italia, l'11 luglio abbiamo potuto provare alcuni dei giochi mostrati all'E3 lo scorso giugno. Ora, siamo qui lieti di parlarvi delle nostre prime impressioni dopo aver potuto provare Pokémon Let's Go!

Dopo giorni, settimane se non addirittura mesi(!) in cui il web era completamente sommerso da leak e tanto hype per i primi agognati titoli della serie principale Pokémon su Switch, nella notte del 30 maggio Game Freak ha deciso di annunciare a tutti (seppur con un metodo un po' insolito) l'arrivo di Pokémon: Let's Go Pikachu e Let's Go Eevee, in arrivo sulla console ibrida di Nintendo il 16 Novembre.

Da quel giorno il web è esploso con tanti pareri contrastanti e altrettanti dubbi: c'è chi non vede l'ora di immergersi in una Kanto tutta nuova; chi storge il naso all'idea di dover aspettare ancora un anno per l'arrivo dell'ottava generazione; chi invece, giocando a Pokémon GO e vedendo degli elementi in comune, vuole provare incuriosito ad avvicinarsi da un altro punto di vista al brand; chi infine è fortemente scettico per il cambio di direzione del gameplay e della grafica.

Ad aiutarci nel giudizio è arrivato per noi l'invito di Nintendo Italia al suo evento post E3 tenutosi l'11 luglio scorso al VGP a Milano. Grazie a questo, tre ragazzi del nostro staff hanno potuto provare diversi giochi in anteprima, tra cui per l'appunto una demo di 10 minuti circa del nuovo titolo Pokémon in arrivo quest'autunno ambientata nel Bosco Smeraldo, con tanto di uso della Pokéball Plus come Joy-Con. Purtroppo non è stato possibile fare foto e video della prova.

Ad ogni modo, proprio da questo accessorio vogliamo partire, in quanto ci ha "accompagnato" per tutta questa breve prova. Piccolo e abbastanza ergonomico consta di un pulsante sul lato rosso della Poké Ball e dell'analogico: solamente con questi due tasti si è in grado di fare praticamente tutto, a patto di impugnarla sempre nella giusta posizione. Oltre a consentirci le varie e consuete azioni, il suo scopo principale è quello di farci simulare al meglio la cattura dei pokémon selvatici. Sicuramente si tratta di una delle introduzioni più apprezzate da tutti (nonostante l'assenza degli scontri con i pokémon selvatici, a favore della cattura diretta a mo dì Pokémon GO) ma, sinceramente, ce lo aspettavamo decisamente più preciso come lancio, soprattutto per il ritardo dell'animazione rispetto all'azione effettiva. Anche se il poter sentire la vibrazione della ball con dentro il mostriciattolo e il verso di quest'ultimo provenire dall'accessorio a cattura riuscita è molto realistico e divertente.

Più in generale, le normali azioni di gameplay non hanno avuto un impatto così drastico come potrebbero pensare i fan più veterani e conservatori della serie, però sembra sia tutto più "a rilento" rispetto al solito. Non sappiamo dire se ciò sia dovuto all'uso della Poké Ball Plus o risulterà essere così a prescindere dal controller utilizzato.

Le meccaniche di gioco sono rimaste pressoché identiche, andando verso un allenatore apparirà il solito punto esclamativo e si comincerà a lottare. Avremo a disposizione le nostre 4 mosse (se il Pokémon ne dispone) e potremo utilizzare strumenti attraverso lo zaino come nei classici giochi Pokémon principali. E nonostante la mappa sia stata riproposta con la modellazione grafica in vecchio stile il movimento del nostro personaggio resta a 360°.

I Pokémon selvatici, come sapete, sono ora visibili nell'open world e forse insieme a questa novità svanisce un po' quell'effetto sorpresa sempre presente nei giochi Pokémon precedenti, ma nonostante ciò nuovi Pokémon possono spawnare di continuo, proprio per questo crediamo che sì, se ne siano andato un tipo di effetto a sorpresa, ma per crearne uno totalmente nuovo e avanzato. Inoltre, si possono trovare sia Pokémon normali che Pokémon grandi, quest'ultimi vengono riconosciuti grazie ad una luce attorno al loro corpo, questi Pokémon grandi in teoria dovrebbero possedere statistiche migliori. (Sì, le IVS e EVS sono presenti!)

Insomma, pensiamo che Pokémon Let's Go: Pikachu e Pokémon Let's Go: Eevee siano dei giochi Pokémon classici con qualche piccolo cambiamento, come l'eliminazione della lotta contro i selvatici a favore di una cattura più coinvolgente e strategica. Crediamo che i cambiamenti che sono stati integrati non debbano per forza rovinare l'esperienza del gioco, di fatto regalano le stesse identiche emozioni di un qualsiasi altro gioco Pokémon precedente. E se oltre quello che abbiamo visto, GameFreak ha pensato ad eventuali meccaniche aggiuntive al semplice gameplay di Pokémon Giallo (come le lotte online, gli scambi e il "PokéPassaggio"), Let's Go: Pikachu & Eevee potrebbero regalare un'esperienza divertente e spensierata in attesa dell'ottava generazione nel 2019.

Per concludere, ringraziamo nuovamente Nintendo Italia per l'invito, l'opportunità e l'accoglienza riservataci. Siamo davvero contenti di questo legame tra l'azienda e le community per permettere a tutti di collaborare e crescere insieme! Poter inoltre conoscere molte altre persone provenienti da realtà differenti ci ricorda come i videogiochi, al contrario di molti pregiudizi, uniscano le persone anzichè isolarle.

Lascia un commento

Nessun commento ancora

Lascia un commento