Another Code: Recollection – Recensione

da | 24/01/24 16:29

Due fantastiche avventure sbarcano per la prima volta su Nintendo Switch grazie ad Another Code: Recollection. Ecco a voi la nostra imperdibile recensione.

Dopo un grandioso anno concluso con risultati come sempre soddisfacenti, Nintendo torna alla carica già nelle prime settimane del 2024. Quest’anno sarà un anno impegnativo per la compagnia nipponica dove dovrà pensare maggiormente al futuro ma senza dimenticare il presente che si chiama ancora una volta Nintendo Switch. Nei prossimi mesi arriveranno già diverse release importanti sulla console ibrida nipponica, come ad esempio Mario vs. Donkey Kong, Princess Peach: Showtime e Paper Mario: il portale millenario. Tre prestigiose produzioni in attesa di capire i reali piani del 2024 da parte di Nintendo magari con un Nintendo Direct che svelerà ulteriori dettagli a riguardo.

In un clima piuttosto roseo dove la compagnia può pianificare al meglio ogni mossa, Nintendo propone niente meno che una collection imperdibile che include due avventure a dir poco leggendarie: stiamo parlando di Another Code: Two Memories e Another Code: R – Viaggio al confine della memoria. Nel dettaglio Another Code: Two Memories venne rilasciato nel lontano 2005 in Europa, precisamente su Nintendo DS e il sequel, Another Code: R – Viaggio al confine della memoria vide i natali nel 2009 su Wii. In questa circostanza l’azienda ha deciso di realizzare una release che contiene ambedue le produzioni, aggiornate e ridefinite per Nintendo Switch intitolata Another Code: Recollection. Tale release è disponibile sia in edizione fisica che digitale dal 19 gennaio 2024.

Due fantastiche avventure, una collection

La storia di Another Code: Two Memories offre al giocatore un’esperienza dal forte impatto, con una narrativa ben strutturata sotto tutti i punti di vista, grazie ad un cast di personaggi di enorme caratura. La protagonista di questa avventura è la dolce Ashley Mizuki Robins, una simpatica e tenace ragazza di 13 anni cresciuta da sua zia, Jessica. Infatti la dolce Ashley è stata presa in custodia da sua zia dopo che i suoi genitori erano tragicamente scomparsi quando aveva tre anni. Da quell’instante lei venne a sapere che entrambi erano deceduti ma non era venuta mai a conoscenza della verità che si nascondeva dietro a questo lutto. Come ogni storia che si rispetti succede l’imponderabile ovvero, due giorni prima del suo quattordicesimo compleanno, la nostra protagonista riceve un misterioso pacco.

All’interno di questo pacco, oltre ad essere presente un piccolo enigmatico dispositivo elettronico, c’è anche una lettera scritta direttamente dal padre di Ashley che fino a qualche istante prima la giovane pensava fosse deceduto. La lettera invita la giovane a dirigersi sull’isola di Blood Edwards, dove lui la stava attendendo. Presa dalla gioia, Ashley e sua zia Jessica arrivano successivamente sull’isola con una barca condotta da un energico timoniere che rallegra il gruppo con diverse interessanti informazioni sullo stato dell’isola di Blood Edwards. Da quell’istante inizierà una fantastica avventura dove Ashley prima stringerà una particolare amicizia con un fantasma di nome “D” anche esso in cerca di domande, e successivamente insieme inizieranno una strenua ricerca della verità dopo che Jessica scompare all’improvviso, suo padre ancora una volta non è presente e tante altre domande sprovviste di una risposta.

Non appena concluderete con successo Two Memories, questa collection vi permetterà di vivere anche il sequel diretto della precedente avventura ovvero “Viaggio al Confine della Memoria”. Questo contenuto, ribadiamo ancora una volta, sarà usufruibile solo dopo aver terminato la campagna del primo titolo. In questo caso non ci soffermiamo troppo sulla narrativa di questo capitolo, scelta fatta specialmente per coloro che ad oggi non hanno ancora giocato questo sequel. Al netto di tutto sappiate che le vicende che andrete a vivere in questa epopea vedranno ancora una volta protagonista Ashley in un nuovo capitolo della sua enigmatica vita.

Un gameplay semplice e completamente ristrutturato per Nintendo Switch

Spostandoci ad analizzare la componente del gameplay, Another Code: Recollection si presenta completamente rinnovato sotto tanti punti di vista rispetto alla release originale dei due titoli presenti in questa edizione. Il team di sviluppo ha rinunciato a determinate peculiarità, e ha cercato immediatamente di rinnovare entrambe le produzioni. La struttura di gioco alterna fasi di esplorazione nelle varie location presenti in game, dove noi avremo il controllo totale della nostra protagonista ad altre dove il titolo cambia impostazione con sequenze molto simili a visual novel. Naturalmente nel corso delle nostre avventure non mancheranno una buona dose di enigmi, dove il giocatore sarà chiamato a risolvere diversi quesiti.

In questo caso, gli sviluppatori hanno implementato una funzione attivabile nelle opzioni del gioco che consente di visualizzare degli indizi che aiutano a risolvere gli enigmi. La funzione comunque è facoltativa, infatti si può attivare o disattivare in base alle vostre esigenze. Dopo l’approccio iniziale con Two Memories, Ashley potrà utilizzare quel misterioso dispositivo ricevuto da suo padre che si chiama “Das” (Dual Another System). Con questo rivoluzionario dispositivo la nostra protagonista potrà fare delle foto e consultarle successivamente pe risolvere determinati enigmi, controllare ed analizzare ogni rapporto con i personaggi e tanto altro ancora. Controllare le informazioni sui personaggi risulterà a dir poco fondamentale per non perdere nessuna informazione sulla trama. Per quanto concerne invece il sequel, l’impostazione di gioco rimane con una struttura simile, ed anche in questo caso gli sviluppatori hanno lavorato egregiamente nel migliorare al massimo l’esperienza di gioco su Nintendo Switch.

Un ottimo comparto tecnico

Another Code: Recollection tecnicamente è un piacere per gli occhi, impreziosito da una direzione artistica davvero ispirata. Il team di sviluppo ha confezionato una collection degna di nota, che a nostro avviso migliora e ridefinisce due produzioni con parecchi anni sulle spalle nate su console differenti rispetto alla console ibrida nipponica. Certo alcune feature sono state eliminate e altre non sono state implementate come il supporto al touch screen, ma nel complesso siamo rimasti piuttosto soddisfatti del lavoro svolto dagli sviluppatori. Oltre ad avere una localizzazione con sottotitoli in italiano, entrambe le produzioni possono vantare un comparto sonoro degno di nota, che, anche in questo caso, assicura una marcia in più a questa straordinaria edizione. Infine in fase di recensione noi di Nintendo Player non abbiamo constatato nessun tipo di problematica che potesse minare la nostra esperienza di gioco.

Conclusione

Siamo giunti alla fine della nostra recensione di Another Code: Recollection, e che dire, non possiamo che ritenerci soddisfatti di questa pubblicazione disponibile in esclusiva su Nintendo Switch. Queste due avventure grafiche, sebbene risultino datate per alcuni, riescono ancora oggi a sorprendere e ad appassionare con una componente narrativa di pregio e con enigmi ben realizzati. Il nostro consiglio è di valutare l’acquisto se amate esperienze di questo genere.

Another Code: Recollection è disponibile dal 19 gennaio 2024 sia in edizione fisica che digitale scaricabile dal Nintendo Switch eShop al prezzo di 59,99 € per 5350,00 MB di spazio complessivi. Il gioco è localizzato in Giapponese, Inglese, Spagnolo, Francese, Tedesco, Italiano, Coreano, Cinese ed è compatibile con il cloud dei dati di salvataggio e Nintendo Switch Pro Controller.

PRO

  • Due avventure stupende
  • Personaggi caratterizzati benissimo
  • Ottimo comparto tecnico

CONTRO

  • Per alcuni giocatori possono risultare due produzioni datate
Condividi su

Articoli Correlati