RECENSIONE: Yono and the Celestial Elephants – Switch eShop

By Roscio On 11 Ott, 2017 At 04:49 PM | Categorized As Recensioni Nintendo Switch, TOP NEWS | With 0 Comment

L’elefantino Yono proveniente da stelle lontane arriva in un mondo popolato da strani personaggi con il compito di aiutarli tutti!

Yono and the Celestial Elephants è un adventure game che tanto si ispira alla serie Nintendo The Legend of Zelda tanto da prendere in prestito tante delle sue caratteristiche. Il gioco è strapieno di puzzle ambientali e cacce al tesoro, non manca, seppur in modo minimo, l’esplorazione del mondo e delle città presenti.

La storia di sviluppo questo piccolo indie è davvero interessante: Yono and the Celestial Elephants è stato interamente sviluppato da una sola persona, dallo svedese Niklas Hallin che ha speso due anni di tempo per terminare lo sviluppo del gioco grazie anche alla start-up indipendente Stugan: una vera baita situata nei boschi più remoti della Svezia che offre, in 2 mesi di totale assenza dai lussi della città, la possibilità di sviluppare le proprie idee in campo videoludico, senza scopo di lucro e per sviluppatori di talento!

Davvero, davvero interessante! Vogliamo mostrarvi il programma Stugan 2017 con i fortunati 15 Team di sviluppo che in quest’anno vedranno realizzare le proprie idee videoludiche:

Il gameplay del gioco è davvero immediato e vede il nostro piccolo elefantino Yono usare la sua proboscide in vari modi, può spruzzare acqua oppure aria per ottenere diversi effetti sui vari puzzle ambientali offerti dal gioco. Yono è chiamato a esplorare i labirinti e le prigioni presenti nel mondo di gioco, anche se quasi sempre sarà un tesoro o una chiave il motivo principale del dungeon. Yono potrà viaggiare tra quattro città ben distinte per aiutare gli esseri umani che la popolano al fianco di piccoli robot e misteriosi scheletri. Ogni città ha un Barber Shop dove, sborsando una piccola quantità di denaro, potremo cambiare skin a Yono. Un altro punto importante sarà sicuramente la stazione sotterranea dove Yono potrà viaggiare di città in città all’istante (dopo ogni Game Over la vostra avventura riprenderà proprio da qui). Presenti anche taverne e tantissime case con PNG pronti a chiedere il vostro aiuto per risolvere un problema. Infine, in alcuni forzieri, Yono troverà anche delle lettere che potrà usare per ricomporre antichi testi e scoprire la storia di questo regno!

Yono sarà abbastanza forte da affrontare il destino di un intero mondo? Beh, questo dovrete scoprirlo voi stessi!

Yono potrà muoversi con la levetta analogica di sinistra, spostare la visuale con quella di destra, interagire con PNG, animali, oggetti e altro ancora con il tasto Y, usare la proboscide con il tasto B, tirare testate con A e agganciare un obiettivo con il tasto X, stop! Questa avventura non ha bisogno di altri tasti per essere giocata.

Nel corso della sua avventura, Yono dovrà vedersela anche con banditi e animali selvatici aggressivi che, una volta eliminati, lasceranno monete, pezzi di cuore o le lettere mancanti degli antichi testi. I combattimenti di gioco sono molto semplici e banali, basterà prendere a testate i nemici per sconfiggerli e proseguire avanti. Occhio, vi imbatterete anche in alcuni boss di fine livello che, questa volta, incontrarli sarà un vero piacere.

La giocabilità però non è eccezionale: infatti muovere un elefante in un piccolo mondo di gioco non è il massimo. I movimenti del piccolo elefantino Yono risultano a volte un po’ macchinosi e, la maggior parte delle volte, poco precisi. Dovrete prendere bene le misure del vostro piccolo ma ingombrante elefantino per spostarlo, ad esempio, da una piattaforma mobile all’altra.

Sfortunatamente, Yono and the Celestial Elephants non è compatibile con il Pro Controller, quindi se vorrete giocare in modalità TV dovrete staccare i Joy-Cons dalla console e usarli liberi o attaccarli al Joy-Cons Grip. Il gioco non è compatibile né con l’HD Rumble né con la vibrazione normale, non offre nessun tipo di feedback. In alcune circostanze, ci siamo imbattuti in piccoli rallentamenti.

Lo stile e il design usato da Niklas Hallin per il mondo di gioco ricorda un po’ quello visto in The Legend of Zelda – A Link Between Worlds su Nintendo 3DS, ma con edifici e strutture più in 3D e naturalmente in HD. Yono ha un design minimale e monocromatico, al contrario, i PNG ben ricordano la razza dei Rito di The Wind Waker, molto colorati e ben caratterizzati. Un design non proprio originale ma che complessivamente si amalgama bene con il mondo creato da Hallin.

Yono and the Celestial Elephants è un adventure/puzzle game con un livello di difficoltà non esaltante, dedicato agli appassionati del genere alla ricerca di qualcosa di tranquillo e immediato. Il gioco sfrutta tutte le caratteristiche chiavi della serie più famosa Nintendo, dai 4 frammenti di cuore da trovare per riceverne uno grande, dal design di alcuni personaggi, poi ci sono i forzieri e l’erba alta e si, ci sono anche le galline.

Yono and the Celestial Elephants è disponibile dal 12 ottobre 2017 nel Nintendo Switch eShop al prezzo (un po’ altino) di €14.99. E’ necessario “sacrificare” 1 GB di spazio su console o microSD per scaricare il gioco che, sfortunatamente, non è localizzato in italiano (e i dialoghi non sono pochi).

Ringraziamo Niklas Hallin per averci fornito un codice review anticipatamente.

A seguire troverete i nostri classici  e , il link diretto alla recensione dei nostri amici di GameScore e la consueta tabella dei voti!

  • Metodo di sviluppo Stugan interessantissimo
  • Buona avventura
  • Design simpatico

  • Prezzo altino
  • Difficoltà bassa
  • Enigmi quasi sempre lineari
  • Niente lingua italiana

Clicca sul seguente banner logo per leggere la recensione del gioco dei nostri amici di GameScore:

Clicca sull’immagine per volare su GameScore.it e leggere la loro recensione!

Clicca sul banner per volare sulla pagina del gioco nel sito ufficiale Nintendo!

Facebook Comments
Rating: 5.0. From 1 vote.
Please wait...

About - Antonio Candeliere, Roscio per gli amici, è la new entry del Nintendo Player. A differenza degli altri membri del gruppo, Rosc…ehm Antonio, si avvicinò al mondo Nintendo solo all’età di 19 anni, quando la sua ragazza gli regalò un magnifico Nintendo DS Lite Rosso, quella fu la sua prima console. Antonio ebbe un’infanzia spensierata, lontano dalla tecnologia ma non dalla fantasia, spesso al piacevole contatto con spettacoli teatrali e musicali. Esperto di film approda al D.A.M.S. di Firenze dove però non trova la continuità che sperava. Antonio, Nintendo parlando, diventa inarrestabile, proprio come l’adrenalinico film di Tony Scott, e si porta a casa svariate console Nintendo e ogni cosa che gli ricordi Samus o Super Mario. Viene a conoscenza del gruppo NPlayer e subito se ne innamora, tanto da contattare la redazione proprio per far parte di quel gruppo affiatato. Ora pubblica articoli e recensisce giochi proprio per loro, con molta passione e dedizione. Balla sui cordoli di Mario Kart come pochi, un altro suo amore è Metroid Prime senza tralasciare naturalmente The Legend of Zelda e Super Mario.

Forza, lascia un commento!

Devi essere registrato per poter commentare.