RECENSIONE: Crystareino – eShop 3DS

By UsedThunderbolt On 12 Set, 2017 At 04:12 PM | Categorized As Recensioni Nintendo 3DS, TOP NEWS | With 0 Comment

Il mondo degli RPG è parecchio pieno di titoli più o meno fantastici, tra questi Crystareino, recentemente uscito su eShop Nintendo 3DS, tenta di trovare il suo posto, ma quale sarà?

Crystareino, disponibile già dal 7 settembre su eShop Nintendo 3DS è un basilare JRPG a turni, con la grafica tipica dei vecchi giochi ruolo come furono i primi Final Fantasy.

Il gioco è sviluppato da Hit-Point Co.,ltd e pubblicato da KEMCO, casa produttrice specializzata in JRPG su hardware mobile in particolare iOS e Android. Difatti, Crystareino uscì tempo a dietro proprio su queste due piattaforme, ma ora sbarca pure sulla famosa console portatile Nintendo: Nintendo 3DS. La software house non è una novizia su tale console e ha già pubblicato parecchi titoli, tra cui si ricorda: Asdivine Hearts, Justice Chronicles e Infinite Dunamis.

Crystareino, a prima occhiata, si mostra come un classico JRPG dalla trama basilare: salvare il mondo da un portentoso Demon King. Purtroppo il mondo da salvare non sarà quello dell’Eroe. Quest’ultimo, ancora in erba e non pronto a compiere il suo destino, verrà evocato disperatamente da un’altra dimensione. Sostanzialmente l’eroe avrà la funzione di avatar del giocatore, potrà essere sia maschio che femmina e come qualsiasi eroe che si rispetti non proferirà mai parola. Ad accompagnarlo nella sua avventura il fedele maestro Eppol, una sacra bestia con il compito di preparare l’eroe a svolgere il compito assegnatogli fin dalla nascita e molto spesso “coscienza” dell’eroe stesso.

La schermata iniziale mostra Load Game, New game (si hanno a disposizione 3 blocchi di salvataggio) e Continue, ma anche Option (per settare il volume e la velocità dei dialoghi) e Collections nel quale sarà possibile avere una visuale delle armi, oggetti, armature, accessori, missioni e nemici incontrati durante il viaggio.

Il gameplay del titolo, interamente in inglese e non tradotto, non si discosta di molto dai normali JRPG a cui si è abituati. Ci sono i punti vita, i punti magia e tutte le altre statistiche che aumenteranno salendo di livello. Il party potrà essere composto da massimo 4 personaggi incluso il protagonista ed ovviamente ogni componente avrà le sue skill da utilizzare. Peculiarità del titolo è la possibilità di far assumere ad ogni personaggio qualsiasi classe, come il Guerriero, il Novizio o il Sacerdote, ognuna con le proprie caratteristiche di base. Le classi potranno essere opportunamente massimizzate e combinate tra loro per sbloccarne nuove più potenti.
Durante l’avventura, quindi, il nostro eroe incontrerà personaggi più o meno rilevanti al fine della trama che si uniranno alla sua causa, ognuno per motivi diversi. Purtroppo la maggior parte di essi si rivelerà essere poco più di un semplice personaggio mercenario, senza un vero background o sviluppo.

I controlli sono molto semplici, sarà possibile muovere il personaggio, il quale verrà seguito automaticamente dal resto del party, sia con lo stick analogico che con le freccette direzionali, aprire il menù con X, confermare con A e andare indietro con B. Ovviamente sarà presente un overworld dove è possibile incontrare casualmente mostri, ma anche dungeon e città. In particolare come ogni gioco di ruolo, all’interno della città sarà presente un ostello dove recuperare le forze, negozio di armi e armature, una bottega che vende pozioni e una taverna dove poter mangiare e reclutare i membri del party. Oltre la semplice esplorazione di dungeon e dell’overwolrd per andare avanti con la trama, sarà possibile svolgere delle sidequest che arricchiscono l’esperienza di gioco. Niente di così eccezionale, si tratta semplicemente di andare a recuperare oggetti, scortare NPG o uccidere determinati mostri, ma le ricompense sanno essere molto generose e utili al fine del proseguimento del gioco.

I combattimenti ricalcano i tipici JRPG a turni, con la particolarità di avere una visuale in terza persona. Infatti il party verrà visto di spalle e si muoverà a turni a seconda dell’agilità, parametro che sarà possibile gestire tramite equipaggiamento o salendo di livello. Una nota di merito è la possibilità di personalizzare la velocità di battaglia tramite il pulsante Y, arrivando a triplicare le animazioni. Un altro vantaggio è quello di poter impostare le battaglie automatiche, ovvero i personaggi semplicemente attaccheranno con colpi base i nemici senza che il giocatore faccia nulla. Il menù di battaglia è gestibile tramite pulsanti o anche touch-screen, ma purtroppo come nell’overworld, anche nelle battaglie non si ha il supporto al 3D.

Le soundtrack del gioco sono apprezzabili e accompagnano il giocatore durante l’esperienza di gioco, certo non rimarranno nella memoria di tutti, ma non sono nemmeno fastidiose e compiono il loro lavoro. Molto rilassante e piacevole in particolare il tema del menù principale.

L’intera grafica del gioco richiama molto i JRPG vecchio stampo e questo è un buon punto a favore nel caso siate dei nostalgici, chi invece si aspetta una grafica degna del Nintendo 3DS rimarrà parecchio deluso. Gli stessi artwork dei personaggi principali sono, molto spesso, un vero pugno all’occhio e realizzati con una qualità veramente bassa. Inoltre gli sprite dei personaggi non sono nulla di particolare e dettagliato.

In conclusione Crystareino, non è male come gioco, ma nemmeno qualcosa che potrebbe essere ricordato nel panorama videoludico dei JRPG a turni. Il suo gameplay si basa su solide fondamente già perfettamente collaudate da tempo, introduce meccaniche interessanti, come quelle delle classi (già viste in titoli di un certo spessore come Bravely Default) che ben si interseca nell’esperienza di gioco, migliorandola. Un titolo senza infamia e senza lode, ma che comunque riesce ad interessare il giocatore con una trama senza grosse pretese che si lascia scorrere.

Crystareino è disponibile su eshop Nintendo 3DS dal 7 settembre al prezzo di €9.99, di base un po’ altino per ciò che offre. Il gioco inoltre necessita di 520 blocchi liberi su microSD.

A seguire troverete i nostri classici  e 

 

  •  Trama carina e lineare
  •  Grafica vecchio stampo per i nostalgici
  •  Molte classi che permettono di personalizzare il gioco

  • Nessun extra rilevante
  • Nessuna interazione con Streetpass/Spotpass
  • Molti personaggi lasciati senza sviluppo
  • Costo un po’ altino

 

Commenti dai Fan Facebook
Rating: 5.0. From 2 votes.
Please wait...

About -

Forza, lascia un commento!

Devi essere registrato per poter commentare.