Pokémon Sole e Luna, allevare il Pokémon competitivo

By maurizio83 On 21 Dic, 2016 At 04:26 PM | Categorized As Pokemon Guide | With 0 Comment

Eccovi una utilissima guida che vi servirà per allevare il vostro Pokémon competitivo in Sole e Luna.

Molti giocatori, tuttavia, trovano enormi difficoltà nell’allevare i pocket monster con statistiche in grado di fare la differenza. Prima di introdurvi la guida per la creazione di un Pokémon competitivo è doveroso informarvi su qualche parametro di questo titolo.

greeninja

Ci sono alcune terminologie, criteri e metodiche fondamentali per la creazione di un Pokémon che possa essere definito “competitivo”. Non tratteremo l’argomento nel dettaglio, ma possiamo fornirvi una rapida infarinatura da cui partire.

STAB

Lo Stab, o Same Type Attack Bonus, è un bonus del 50% che si ottiene quando si esegue una mossa con il tipo uguale a quello del Pokémon. Un Pokémon dovrebbe sempre avere una o più mosse del proprio tipo per infliggere il massimo dei danni.

Natura

La natura di un Pokémon può aumentare o diminuire le statistiche di un valore fisso pari al 10% – tranne i Punti Salute. Potete controllare gli effetti della natura sul vostro Pokémon consultando la ruota delle statistiche nelle info. La statistica evidenziata in rosso è quella migliorata, quella in blu invece è quella ridotta. Se nessuna statistica è evidenziata significa che il vostro Pokémon possiede una natura neutra, e quindi non beneficerà di alcun bonus, ma nemmeno di alcun malus.

IV

Gli IV, o Inner Values, sono i parametri innati di un Pokémon ed esprimono il suo potenziale di crescita. Si tratta di un valore numerico da 0 a 31 assegnato in maniera del tutto casuale a ciascuna statistica del Pokémon. Più IV in una certa statistica consentono a un Pokémon di possedere parametri migliori dei suoi coetanei dello stesso livello. Per poterli verificare personalmente dovrete tuttavia raggiungere l’Albero della Lotta, accessibile una volta sconfitta la Lega. Fino ad allora, fate come se non esistessero. Un Pokémon si definisce “perfetto” quando possiede 31 IV in ogni statistica. In passato si trattava di una chimera, ma in Sole e Luna è possibile lavorarci su grazie all’utilizzo dei Tappi.

Sole e Luna (1)

Questi consentono infatti di alzare virtualmente le statistiche di un Pokémon come se avesse 31 IV. I Tappi d’argento innalzano una sola statistica, quelli d’oro, più rari, tutte e sei. Potete farne comodamente uso nel Centro Commerciale di Hau’oli.

Come ottenere i Tappi? Pescando, scambiandoli con dei Cocci – un sacco di Cocci, 30 per un Tappo – al Festivalplaza o esplorando l’Isolotto Batticuore nel Poké Resort.

Altri modi per ottenere candidati con IV di prima scelta è forzare un Pokémon selvatico a chiamare soccorso, dato che il nuovo arrivato avrà quasi sempre più IV del primo, o produrre quantità industriali di uova all’Ostello Pokémon. Gli IV del nuovo nato saranno infatti una combinazione di quelli dei genitori, quindi continuate a far riprodurre i più talentuosi per avere Pokémon via via più potenti. E a proposito di uova…

BREEDING

Volete condividere un Pokémon raro con un amico o utilizzarlo come merce di scambio online? Oppure cercate il combattente perfetto? Vi basterà portarlo all’Ostello Pokémon e potrete crearne a dozzine.

L’Ostello – a.k.a. la cara vecchia Pensione Pokémon – si trova a nord di Ohana. Qui potete depositare fino a 2 Pokémon e lasciarli crescere in autonomia, ma c’è di più. Quando due Pokémon, maschio e femmina, appartengono allo stesso Gruppo Uova, c’è la possibilità che prima o poi salti fuori un uovo.

Il nascituro sarà ovviamente della stessa specie della madre. Per sapere se due Pokémon sono “compatibili”, parlate con la ragazza fuori dall’Ostello, e vi dirà se i due hanno qualche chance. Quando la troverete invece a braccia conserte, significa che ha un uovo per voi.

Sole e Luna (2)

Trovare partner idonei per ogni Pokémon può essere una seccatura ma è qui entra in scena il jolly per eccellenza: Ditto. Il blob rosa si trova sul Picco Hokulani e vanta la caratteristica unica di potersi accoppiare con qualunque specie di Pokémon. Non importa se maschio o femmina, asessuato o meno, a Ditto non importa, e nemmeno a voi. Catturatene uno, scaraventatelo in direzione dell’Ostello e avrete approntato il primo baluardo della vostra industria sforna-Pokémon.

Le uova di Pokémon si schiudono restando in squadra o immergendole nelle acque dell’Isolotto Caldecoccole del Poké Resort, ma è un processo lungo. Ecco come accelerarlo:

  • Piazzate in squadra un Pokémon con l’abilità Corpodifuoco o Magmascudo. Questo dimezzerà il tempo richiesto per la schiusa di un uovo (il bonus non è cumulabile). Fletchinder e Magby, rintracciabili sull’isola di Akala, sono ottimi candidati.
  • Sconfiggete Morimoto nell’ufficio della Game Freak a Kantai, subito alla destra del Centro Pokémon, una volta sconfitta la Lega. Vi donerà l’Ovamuleto, che aumenta le chance di accoppiamento tra i Pokémon nell’Ostello.
  • Scorrazzate con Tauros nei pressi della Fattoria Ohana controllando regolarmente la ragazza all’ingresso dell’Ostello.

Se avete fatto tutto come elencato, riuscirete ad accumulare circa 1-2 uova al minuto e avere tempo a sufficienza per vederle schiudersi, così da fare posto in squadra ai nuovi nascituri. Un trucco niente male, vero? Ricordate però: alcuni genitori maschi possono trasmettere ai figli mosse normalmente loro precluse, spesso molto utili nella formazione competitiva del Pokémon. Potete consultare siti come Serebii.net per avere un’idea più precisa delle mosse Uovo che un Pokémon può apprendere e quale genitore può trasmettergliele.

EV

Passiamo quindi agli EV, o Effort Values, altro fattore fondamentale nello sviluppo di un Pokémon. Descriverli in poche parole è un’impresa, ma vedetela così: sconfiggendo un certo avversario, un Pokémon acquisisce uno o più EV in una certa statistica. Un Rattata a esempio fornisce 1 EV in attacco, un Geodude 1 EV in difesa e accumulando questi punti si possono incrementare le relative statistiche. Strumenti come Proteina o Calcio forniscono invece 10 EV alla statistica designata, ma potete assegnarne solo 10 di un tipo, inoltre costano veramente troppo.

Un Pokémon può accumulare un massimo di 508 EV, e solo 255 per statistica, tuttavia concretamente 252 è il limite consigliato, visto che in genere 4 EV corrispondono a 1 punto statistica. Ogni Pokémon parte con 0 EV in ogni statistica, e una volta ottenuti, non può più smaltirli, a meno che non si utilizzino particolari bacche, come la Baccamelon o la Baccauva, che tolgono 10 EV a una certa statistica.

Sole e Luna (3)

Farmare EV alla vecchia maniera porta via ore, ma con i giusti strumenti il procedimento è stato alleggerito parecchio nel corso degli anni. Grazie al Condivisore Esperienza infatti tutti i Pokémon in squadra prendono EV dai Pokémon sconfitti, e grazie alle Fasce, scambiabili per 16 Punti Lotta ognuna allo Stadio Royale di Viale Royale, un Pokémon può acquisire ulteriori 8 EV oltre a quelli appena ottenuti.

Non solo, infettando un Pokémon con il raro Pokérus, in maniera purtroppo completamente casuale, gli EV ottenuti raddoppiano. Un altro esempio pratico? Con 6 Pokémon in squadra armati di Vigorcerchio e colpiti dal Pokérus – tranquilli, è una “malattia” ma non ha effetti nocivi – un Rattata fornisce ben 18 EV in attacco, a tutti e 6 i membri della squadra!

Obbligate la vittima a chiamare soccorso con una Fifasfera e continuate a far fuori i rinforzi per avere in un batter d’occhio un team con 252 EV in attacco. Potete ottimizzare ulteriormente il processo lasciando Pokémon all’Isolotto Buonalena del Poké Resort, dove acquisiranno lentamente EV anche mentre la console è spenta, ma ci vorrà del tempo per ottenere risultati concreti.

Fonte dell’articolo

Commenti dai Fan Facebook
Rating: 5.0. From 2 votes.
Please wait...
Foto del profilo di Facebook

About -

Fondatore di Nintendo Player, recensore e appassionato di audio video digitale

Forza, lascia un commento!

Devi essere registrato per poter commentare.