Chi gioca a Senran Kagura, uomini o donne?

By Roscio On 10 Ott, 2017 At 01:47 PM | Categorized As NINTENDO SWITCH | With 0 Comment

GamesIndustry ha conversato con il marketing manager di Marvelous, Michael Fisher, su alcuni aspetti della serie Senran Kagura!

Micheal Fisher ha svelato che, circa il 30 e 40 per cento dei giocatori della serie Senran Kagura, di età compresa tra 20 a 25, sono di sesso femminile.

Una buona parte della nostra fanbase è in realtà di sesso femminile. Probabilmente tra il 30% e il 40%, di sicuro. Con un raggio di età che va dai 20 ai 25. Tutti quelli che conoscono, che giocano e che hanno a che fare con la serie rientrano in tale categoria. E’ una cosa sorprendente.

Senran Kagura ha sperimentato diversi generi nel corso degli anni, ma una cosa rimane la stessa: la sua natura sessuale. Fisher ha parlato anche di questo aspetto:

Se provate a chiedere a un fan di raccontarvi la storia profonda e tutti i personaggi coinvolti – c’è sicuramente un sacco da dire. Il fatto è che non si può ignorare la sua natura sessuale: l’opera d’arte, la grafica. E’ gratuita, ma è destinata ad essere tale ma che si può vedere anche come stile umoristico.

Fa parte dell’identità del gioco. Eliminarlo sarebbe come perdere qualcosa – e, ovviamente, tutti i fan si arrabbieranno. Inoltre, non dimenticate cosa è molto popolare in Giappone. I giochi fanno molto bene lì.

Che ne pensate?

Facebook Comments
Rating: 5.0. From 1 vote.
Please wait...

About - Antonio Candeliere, Roscio per gli amici, è la new entry del Nintendo Player. A differenza degli altri membri del gruppo, Rosc…ehm Antonio, si avvicinò al mondo Nintendo solo all’età di 19 anni, quando la sua ragazza gli regalò un magnifico Nintendo DS Lite Rosso, quella fu la sua prima console. Antonio ebbe un’infanzia spensierata, lontano dalla tecnologia ma non dalla fantasia, spesso al piacevole contatto con spettacoli teatrali e musicali. Esperto di film approda al D.A.M.S. di Firenze dove però non trova la continuità che sperava. Antonio, Nintendo parlando, diventa inarrestabile, proprio come l’adrenalinico film di Tony Scott, e si porta a casa svariate console Nintendo e ogni cosa che gli ricordi Samus o Super Mario. Viene a conoscenza del gruppo NPlayer e subito se ne innamora, tanto da contattare la redazione proprio per far parte di quel gruppo affiatato. Ora pubblica articoli e recensisce giochi proprio per loro, con molta passione e dedizione. Balla sui cordoli di Mario Kart come pochi, un altro suo amore è Metroid Prime senza tralasciare naturalmente The Legend of Zelda e Super Mario.

Forza, lascia un commento!

Devi essere registrato per poter commentare.