ANTEPRIMA: Dragon Quest Builders – Switch

By IncuboMaker On 12 Gen, 2018 At 01:35 PM | Categorized As NINTENDO SWITCH, TOP NEWS | With 0 Comment

Square Enix ci delizia con la demo dell’intrigante Dragon Quest Builders, in attesa dell’uscita ufficiale del 9 Febbraio! Ecco le nostre prime impressioni!

Avete presente quel piccolo gioiellino di Mojang, chiamato Minecraft? Avete presente l’irruenza con cui un titolo, praticamente sconosciuto, abbia invaso il mercato videoludico lasciando una traccia indelebile nella storia del medium stesso, capace di vendere oltre 100 Milioni di copie complessive? Avete presente il quantitativo di cloni che il mercato stesso ha creato per poi rigettarli nel marasma di titoli più o meno riusciti?

E se a tentare di spodestare il “Re” fosse un cavalier servente come Square Enix, capace di creare giochi di ruolo dalla qualità eccelsa, quale sarebbe il risultato? Così, il 9 Febbraio su Nintendo Switch arriverà Dragon Quest Builders! Analizziamo la demo del nuovo pretendente al trono appena resa disponibile sull’eShop!

Minecraft chi?

Quali sono le critiche principali che ormai da secoli il mondo videoludico sbatacchia davanti agli occhi degli sviluppatori del titolo di Mojang? Quali sono le vere mancanze di Minecraft? Beh, sembra proprio che Square Enix sia partita proprio da queste due domande nel concepire la sua visione dell’open world gestionale, infatti, Dragon Quest Builders sembra nascere proprio come una risposta alle domande dei giocatori ormai stanchi della stessa solfa.

Partiamo da un semplice presupposto: Dragon Quest Builders è semplice, intuitivo, per tutta la famiglia e a tratti anche molto divertente, il tutto infarcito da quell’alone di epicità fiabesca che soltanto la serie Dragon Quest sa dare. Le meccaniche di gioco sono strutturate a mò di gioco di ruolo così da rendere la progressione del personaggio e del livello del vostro villaggio sempre più stimolante, aggiungendo al normale proseguo dell’avventura un lato gestionale simil RTS (real time strategy) che ricorda un po’ le vecchie glorie Age of Empires o Sims City.

Sì, abbiamo scomodato nomi altisonanti non a caso: il titolo Square Enix infatti, vi permette di costruire la vostra roccaforte partendo da zero, creando stanze da letto, da lavoro, da divertimento e permettendovi di espandere il vostro piccolo villaggio, attirando tanti superstiti che vorranno unirsi a voi vista la vostra fama di “costruttore leggendario”.

Sarete infatti gli unici nel mondo di gioco capaci di ricavare materiali da tutto ciò che vi circonda, permettendovi così di aiutare tutti gli abitanti di quelle lande desolate, che però tenteranno in tutti i modi di rendersi utili, magari con missioni secondarie, lavoretti vari, progetti o gestioni varie della vostra roccaforte.

Se al mattino rompi le pietre…

Il sistema di progressione è ben strutturato e calibrato e il vostro personaggio, interagendo con i superstiti e spostandosi tra le varie isole tramite degli appositi portali, riuscirà ad apprendere nuove ricette e nuovi progetti con i quali espandere il proprio villaggio, riuscendo così a salvare quanta più gente possibile dalle tenebre.

Come in Minecraft infatti, la notte porterà molti più pericoli e molte più creature terrificanti intenzionate ad attaccare il vostro villaggio sfruttandone le criticità quali mancanza di difese o mura esterne o semplicemente la scarsa illuminazione. Dovrete così equipaggiarvi come si deve, creando armi più potenti, armature e rudimenti tali da rendervi meno vulnerabili agli attacchi nemici.

E giungiamo allo snodo di una delle fantomatiche domande iniziali: La Storia. Sì, Dragon Quest Builders possiede una trama principale classica ma ben caratterizzata che riuscirà ad accompagnarvi per tutto l’arco narrativo inframezzando le pure fasi gestionali con interessanti dialoghi e terrificanti mostri.

Non vogliamo spoilerarvi nulla, dunque vi basti sapere che, come in ogni RPG che si rispetti, vi ritroverete ad essere l’Eroe che salverà l’umanità dilaniata dalle forze oscure, le quali, fanno capo ad un cattivone davvero potente. Ecco questo può bastarvi… per oggi.

Il tocco del Maestro

Sul profilo tecnico, il porting del titolo è perfettamente riuscito: Dragon Quest Builders, pur mantenendo la sua semplicità, rimane, in questa incarnazione per Nintendo Switch, molto bello da vedere, luminoso e coloratissimo, mostrando una discreta conta poligonale e riuscendo a rimodellare lo stile “a quadrettoni” del vecchio capostipite ma senza stravolgerlo. Durante le nostre prove non sono stati rinvenuti cali di frame-rate (se non sporadicamente) e la distanza visiva sembra davvero ottima, considerando ovviamente la natura del titolo e lo stile grafico cartoonesco ed essenziale.

I personaggi poi, evidenziano con grande forza il lavoro svolto dal maestro Akira Toriyama (il creatore tra le altre cose di Dragon Ball ed Arale), restituendo un piacevole feeling di già visto anche a chi non ha mai giocato a nessun titolo della serie Dragon Quest.

Infatti sia gli NPC (personaggi non selezionabili) che i mostri che abitano tra le terre desolate, ricordano molto uno dei tanti immaginari creati dal grande mangaka, a partire dalle forme arrotondate, dall’abbigliamento, dal contorno occhi, dalle animazioni e dalla simpatia tipica della matita del grande artista.

La colonna sonora risulta molto piacevole e prende a piene mani dai tanti brani della serie Dragon Quest, rinomata per aver avuto da sempre ottime composizioni ancora oggi canticchiate da milioni di giocatori. L’accompagnamento è costante ma mai invasivo e vi terrà compagnia per le tantissime ore di gioco che il titolo Square Enix vi porterà via senza ombra di dubbio.

Scavare o non scavare? Questo è il dilemma

Quindi Dragon Quest Builders, pur essendo un titolo del 2016, vale il vostro tempo? Vale le tante ore spese a costruire, aiutare, scavare, uccidere e tanto altro ancora? Assolutamente sì! Il titolo Square Enix è unico pur facendo parte di un genere ormai stracarico di cloni e di tentativi più o meno riusciti di cavalcare l’onda del successo di un capostipite, ormai forse arrivato col fiato corto.

Ovviamente vi rimandiamo alla recensione per una valutazione finale e totale, ricordandovi che l’uscita ufficiale è fissata per il 9 Febbraio ma anche di scaricare la demo gratuita sull’eShop di Nintendo Switch e di testarlo cum mano, per poi tornare qui e inondarci con le vostre opinioni e idee!

Date sfogo alla vostra libera creatività!

Speranze:

  • Campagna lunga e coinvolgente.
  • Missioni secondarie inedite per il genere.
  • Giocarlo dove vuoi non ha prezzo (certezza)

Perplessità:

  • Il comparto online forse troppo povero.
  • La quantità di materiali disponibili.
  • Le aggiunte per la versione Switch saranno sufficienti?

Commenti dai Fan Facebook
No votes yet.
Please wait...

About -

Forza, lascia un commento!

Devi essere registrato per poter commentare.